mercoledì 17 settembre 2008

“Ecco, non sei più quella di una volta!”


Ho posseduto per un certo numero di mesi un iPod Touch, prima di passare ad iPhone.
Non posso che parlarne bene, visto che si tratta di un oggetto estremamente ben costruito, dal design moderno e funzionale, e che fa egregiamente tutto quello che promette: ci fa ascoltare musica digitale in formato compresso, visualizza fotografie e video su uno schermo straordinariamente definito, si collega in un attimo a Internet agganciandosi a qualsiasi rete wi.fi, il tutto attraverso un'interfaccia tattile che sembra uscita da Minority Report.
Cosa si potrebbe volere di più?
Beh, ad esempio funzionalità Bluetooth per, cito a caso, scambiarsi fotografie, video, canzoni, oppure utilizzare auricolari senza fili o ancora collegarsi al vivavoce della nostra auto per ascoltare i nostri mp3 direttamente dall'impianto stereo.
A quanto pare, i simpaticoni di iFixit, una società che vende componenti elettronici di ricambio ma che normalmente mostra anche l'interno di ogni nuovo prodotto Apple, hanno fatto una scoperta sulla nuova release di iPod Touch: il chip Broadcom BCM4325 che si occupa, per l'appunto, di interpretare il segnale Bluetooth.
È quello che vedete evidenziato nella mia ricostruzione grafica.
Solo che...
Durante la presentazione all'Apple Event di qualche giorno fa, Jobs non ha fiatato su questa nuova caratteristica.
Né ve n'è traccia sulle specifiche tecniche di Apple.
E allora, che ci sta a fare quel chip?
Semplice, serve a far funzionare Nike+, una tecnologia pensata per il running e che monitora l'attività del camminatore.
Punto.
In realtà, il ricevitore Nike+ utilizza la stessa frequenza 2,4 gigahertz della tecnologia Bluetooth: in altre parole, tecnicamente il nuovo iPod Touch potrebbe fare tutte quelle cose meravigliose che dicevo in apertura (interfacciarsi con cuffie senza fili, dispositivi vivavoce, scambiare canzoni eccetera), ma di fatto tale connettività è stata deliberatamente inibita da Apple.
E avrà avuto le sue, anche abbastanza ovvie, buone ragioni per farlo.
Questo non toglie, cara Apple, che da un po' di tempo a questa parte, sei stronzetta forte.
Firmato, un MacUser sempre più disamorato.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...