mercoledì 2 settembre 2009

In agenda.

Due sono le cose. O sto diventando un vecchio brontolone di quelli che non sono mai soddisfatti di niente e che con l'età vanno sempre più peggiorando, oppure l'ultima (ma anche le ultime due, và) stagione cinematografica ha veramente lasciato a desiderare, fatte le debite quanto risicate eccezioni.
Togli Coraline. Togli Vuoti a rendere, Lasciami Entrare (entrambi non-americani) e, andando a scavare più indietro nei mesi, togli pure Iron Man (e mi sono pure perso Watchmen).
Di ciò che resta salvo una manciata di pellicole perché le ho volute salvare, ma la verità che mi sarei aspettato di più, molto di più.
E quest'anno ho tutte le intenzioni di rifarmi, anche perché, almeno sulla carta, l'offerta per i patiti di un certo genere per i prossimi mesi sembra essere molto appetitosa.
Vado in ordine sparso, come sempre:

2012, di Roland Emmerich. In uscita il 13 Novembre.
John Cusack e Danny Glover sul set, oltre 100 milioni di dollari di budget, per una storia basata sulla profezia Maya sulla fine della “quarta era” (ovvero del mondo come lo conosciamo oggi) prevista per il 21 dicembre del 2012.
A me il genere catastrofista ha sempre divertito, che vi devo dire. Se poi al timone c'è il regista di Independece Day, c'è solo da afferrare i popcorn e godersi due ore e mezzo di tsunami digitale. QUI il trailer, che, tra parentesi, piacerà molto agli anticlericali ad oltranza.

Astro Boy, di David Bowers. In uscita il 18 Dicembre.
È il film d'animazione digitale sul bambino-robot protagonista del mitico manga di Osamu Tezuka, del lontano 1952. 40 milioni di dollari di budget e le voci italiane di Silvio Muccino (argh...), Carolina Crescentini (la voce di Cora, amica del cuore di Astro Boy) e del Trio Medusa (che darà vita alle gag dei 3 simpatici robot Robotski, Sparx e Mike).
Dai trailer che ho visto, sembra all'altezza delle migliori cose della Pixar. Vedremo.

Segnali dal futuro, di Alex Proyas. In uscita il 4 settembre.
Sì, lo so, c'è Nicholas "Coppola" Cage, Mister Cane Bastonato. Vorrà dire che socchiuderò gli occhi tutte le volte che inquadreranno il faccione da cocker dell'attore più raccomandato di Hollywood per vedermi questo thriller apocalittico di cui ho sentito dire un gran bene. Se non altro, il soggetto sembra molto originale (una serie di catastrofi predette cinquant'anni prima da una bambina e sotterrate in una capsula del tempo in occasione della cerimonia d'apertura di una scuola elementare).
E Alex Proyas ha girato il mediocre I robot, ma anche l'ottimo Dark City. Una possibilità se la merita. QUI il trailer in italiano.

9, di Shane Acker. In uscita questo Natale.
È diretto da Acker, ma è prodotto da Tim Burton e ne porta inequivocabilmente la sua firma. Questa la trama: quando 9 prende vita, si ritrova in un mondo post-apocalittico. Tutti gli umani se ne sono andati e 9 si imbatte in un piccolo gruppo di suoi simili, in cerca di rifugio da alcune spaventose macchine che vagano per il pianeta, anche loro prossime all’estinzione. Nonostante sia l’ultimo arrivato del gruppo, 9 convince gli altri che nascondersi non serve. Dovranno essere loro ad attaccare, se vogliono sopravvivere.
QUI il bellissimo trailer.
Le numerose clip che da tempo girano per la Rete fanno gridare al capolavoro, e persino io, che non sono un grande appassionato del genere, sono piuttosto curioso.

District 9, di Neill Blomkamp. In uscita il 25 settembre.
Di District 9 ne ho parlato QUI, e QUI trovate il trailer italiano. Costato "solo" 30 milioni di dollari, sta sbancando dovunque. Per i distratti, ricorderò che narra dello sbarco degli alieni sulla Terra avvenuto vent’anni fa e del loro isolamento in un ghetto in Sud Africa, attuato dalla Multi-National United (MNU). I temi quindi sono (anche) quelli della segregazione e del razzismo. 
Che altro dire, non vedo l'ora.

Tron Legacy, di Joesph Kosinski. In uscita nel 2010.
Rispetto District 9, il sequel di Tron è costato dieci volte tanto, e arriva quasi trent'anni dopo l'originale, ancora con Jeff Bridges come protagonista.
Se non avete ancora visto il trailer, fatelo subito. Trent'anni per vedere il seguito di questo precusore assoluto del cyberspazio non sono mai stati così lunghi. Imperdibile.

Avatar, di James Cameron. In uscita il 18 dicembre.
Dodici anni di lavorazione hanno creato attorno la nuova fatica di James Cameron un'aspettativa che difficilmente reggerà alla prova dei fatti.
Il film è concepito per essere visto in 3D e possibilmente in un cinema iMax, ma io mi auguro che funzioni anche in una tradizionale versione 2D... altrimenti, sarei legittimato a pensare che gran parte dei meriti di Avatar risiedano nelle tecnologie impiegate nel girarlo, e non nella storia, che vede (a grandi linee) un ex marine paraplegico che grazie a una tecnologia sperimentale vive attraverso un avatar virtuale l’esperienza di trovarsi sul pianeta Pandora, finendo con lo schierarsi coi nativi per difenderli dallo sfruttamento del loro mondo, che rischierebbe di distruggerlo. QUI trovate il trailer.

Surrogates, di Jonathan Mostow. In uscita a fine ottobre.
Tratto dalla graphic novel di Robert Venditti e con Bruce Willis nel cast, Surrogates è ambientato in un futuro non troppo lontano, dove la maggior parte della gente vive reclusa nelle proprie case, interagendo con il resto dell’umanità attraverso replicanti privi di difetti. Ognuno vive attraverso un proprio surrogato in smagliante forma fisica, di bell’aspetto, giovane e in grado di trasmettere al proprio "originale" umano esperienze sensoriali. 
Il trailer lo trovate QUI.
La presenza di Willis mi fa temere che a un certo punto buttino tutto "in caciara", ma perché non dargli una chanche.

15 commenti:

Matteo ha detto...

Bene bene, vedo che non vuoi seguire i miei consigli :D
Già pregusto la tua reazione all'ignobile film con Nicolas Cage (che, ti ricordo, io purtroppo ho già visto...)

Andrea Giovannone ha detto...

Avremo un autunno caldo ed un 2010 ancora di più.
Io personalmente mi vedròse ci riuscirò anche Inglorious Basterd ( Tarantino merita sempre) e G.I.Joe (in onore dei vecchi tempi). Invece Luke ti segnalo (ma forse già lo conosci) il film documentario Art & Copy sul mondo della comunicazione-pubblicità.

Angel-A ha detto...

Mi piace la tua lista! ^__^ Io sono curiosa di vedere anche "Ricatto d'amore" con la Bullock, che mi è sempre piaciuta un sacco.
Piuttosto, forsea te potrebbe interessare questo:
http://www.cineblog.it/post/18385/this-is-it-michael-jackson-rivive-al-cinema
Baci!

Christian ha detto...

Questo we mi sono visto la terza puntata de "L'Era Glaciale"... che dire, è stato davvero il miglior film dell’estate e si è rivelato l’unico film che con due film alle spalle risulta essere ancora pieno di idee e di comicità... Scratty è irresistibile!
Cmq nel tuo elenco ce n'è di roba interessante... si si

Anonimo ha detto...

concordo su tutta la linea stavolta :D
tutti film che vorrei vedere/vedro'...
c'e' una predominanza di catastrofismo, ma vabbe', e' di moda :D

Larsen

p.s. luca, ma te ci saresti per il raduno?

Maura ha detto...

Credo me li vedrò tutti anch'io... qualche riserva per Nicholas Cage, che ormai me lo ritrovo dovunque mi volti... personalmente, ero un'appassionata del filone "Final Destination" e aspetto con ansia il quarto capitolo.
Tarantino, mah, non è il genio che tutti dicono, ma una visione non gliela si nega.
Sto seguendo Venezia, vediamo che uscirà...

PS Larsen, che raduno?

Marcus ha detto...

Cyber, se ti piace il genere non dovresti perderti "Pandorum", fanta-horror che questo weekend esce in America.
Copio e inmcollo la trama: La pellicola ruoterà attorno a dei membri dell’equipaggio di una nave spaziale, rimasti abbandonati senza alcuna idea di dove si possano trovare, di quanto tempo siano rimasti addormentati lungo il viaggio e, sopratutto, senza sapere quale sia il vero motivo della loro missione…

Alex ha detto...

Avatar sono anni che lo aspetto. Ho visto il trailer e mi ha lasciato speranzoso,ma con cautela. Il Na'vi che impersona il protagonista è simpatico,però molto pupazzoso,quasi un teletubbies. Chiaramente mi sbaglierò,però avrei preferito volti più seri,più alieni anche nelle espressioni.La pellicola corre dei rischi in 2d a cui non voglio pensare,ti consiglio di sederti in una sala per il 3d.L'idea comunque di "aver già visto" è molto forte. Vedremo,in ogni modo darò la mia fiducia a Cameron.

Roberto ha detto...

Concordo, sembra una stagione interessante!
Personalmente, sto facendo il conto alla rovescia per il trash-horror movie con Megan Fox (Jennifer's Body)... :P

CyberLuke ha detto...

Su Tarantino ho un pregiudizio, credo sia molto sopravvalutato e NON lo reputo un genio dei nostri tempi quanto un furbacchione che ha saputo pescare/copiancollare da certi vecchi sottofiloni cinematografici attualizzandoli... ma non nego che i suoi film rechino un'impronta ben riconoscibile.

Art&Copy sarà doppiato in italiano?

Angela, grazie per la tua segnalazione. Credo vedrò anche quello. ;)

Larsen: la risposta è sì, se non è la penultima settimana di ottobre. Poi, se me lo volete proprio fare apposta... ;)

Pandorum l'avevo classificato sotto il genere "horror", e quindi snobbato. Ma in un uggioso e piovoso pomeriggio invernale potrebbe tornare buono.

Maura: ho adorato il secondo "Final Destination".

Andrea Giovannone ha detto...

In effetti Tarantino usa molto il copia incolla questo è vero, però bisogna dire che lo sa fare molto meglio di altri.
Riguardo Art&copy, dubito che sarà doppiato, forse sottotitolato, vedremo.

Licia ha detto...

Premesso che condivido ogni tua attesa filmica e l'opinione sull'ultima stagione è la medesima...
Non scrivere mai più: "O sto diventando un vecchio brontolone di quelli che non sono mai soddisfatti di niente e che con l'età vanno sempre più peggiorando"..., perché fai venire voglia di essere sinceri... ;-)

Alex McNab ha detto...

District 9, Avatar, Surrogates e 2012 li aspetto anch'io con la bavetta :)
Aggiungo anche "The road", trasposizione del capolavoro di McCarthy, che promette bene. Nonchè (deformazione professionale) l'ultimo lavoro di Romero, che viene presentato proprio in questi giorni a Venezia.
Per il resto, purtroppo Cage mi ma così pena come attore che abbassa esponenzialmente la qualità di ogni film in cui recita.
Su Tarantino invece continuo nel mio pensiero controcorrente: regista sopravvalutato. Molti suoi film possono essere attesi comodamente in DVD, e non valgono il cinema. Parere personale, si capisce!

Intromat ha detto...

Grazie per l'aggiornamento ;)

spero solo di non fare come spesso mi accade che li aspetto e poi al momento in cui escono non riesco ad andare a vederli o mi ricordo che mi interessava solo quando non lo danno più al cinema -.-

Elena di Troia 09 ha detto...

E' evidente qual è il tuo genere ;]
Per conto mio, a ottobre aspetto il remake di "Fame", quando mandavano i telefilm ero una bambina e mi affezionai a quei personaggi come persone vere. Probabilmente resterò delusa da questa rivisitazione, ma non me la perderei mai.
Anche il film su Dorian Gray m'intriga...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...