lunedì 1 settembre 2008

Sono io che porto la macchina o è la macchina che porta me?


Stamattina lo desideravo più che mai.
Non un mondo migliore, non Christina Aguilera sulle ginocchia che mi imbocca il croissant, non un suicidio di massa dei vigili urbani in stile E venne il giorno, no.
Volevo solo che la mia auto si guidasse da sola.
Che mi risparmiasse, almeno stamattina, il tedio di essere portata fuori dal suo garage, su per la rampa, in strada, nel traffico di Roma fino all'ufficio.
Che si occupasse lei di accelerare, frenare, cambiare marce, svoltare, parcheggiare e tutte quelle attività mortalmente noiose.
Si può fare. Perfettamente. Leggete qui
Siamo nel 2008 e ancora sono io che devo portare la mia auto a spasso e non viceversa.

1 commento:

DAMA ARWEN ha detto...

Per la modica cifra di?

Non dubito delle performance e della capacità dell'auto di gsestire le varie sitazioni in cui si viene a trovare...
Chissà in caso di incidente di chi sarebbe la colpa... se almeno questo diventasse un rompicapo x nostri amici vigili urbnai ihihih è_é

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...