domenica 23 novembre 2008

Vintage movie graphics

Oggi siamo abituati a rutilanti locandine cinematografiche composte in Photoshop utilizzando fotografie di scena ritoccate e mescolate a elementi realizzati in computergrafica.
Ma solo negli anni settanta, i poster cinematografici erano quasi tutti rigorosamente disegnati e dipinti con tecniche tradizionali, spesso con eccellenti risultati: penso a poster "storici" rimasti nella memoria di tutti, come quelli realizzati (cito a caso) per Arancia Meccanica, Via col Vento, La donna che visse due volte, La Cosa di Carpenter, ma anche Star Wars nel lontano 1977.
Negli anni trenta e quaranta, poi, uscirono autentici capolavori, che definirono un'epoca.
Ora... cosa sarebbe accaduto se blockbuster anni duemila come Batman: Il Cavaliere Oscuro, Spiderman o Terminator (ok, questo era del 1984) fossero usciti in quei ruggenti anni in cui Photoshop non era neanche nell'immaginazione di quei talentuosi illustratori?
Lo ha immaginato l'artista digitale Timothy Lim, con una serie di poster rivisitati in quell'indimenticabile stile.

3 commenti:

spasquini ha detto...

A me non piacciono. Sono troppo giocattolosi, mi danno la sensazione di andare a vedere dei cartoni animati ...

Angel-A ha detto...

Wow! A me piacciono un casino!!
Sarà solo la moda, ma il vintage mi intriga.
Li trovo eleganti e d'impatto, anche se un pò ingenui... Ma mi sa che tanto ormai Photoshop la farà da padrone per queste cose... non mi ricordo neanche più l'ultimo poster di un film disegnato a mano!!

Anonimo ha detto...

io semplicemente li adoro! kura chan

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...