mercoledì 28 gennaio 2009

Libera e felice...come una farfalla!

Cliccate, come al solito, sull'immagine qui sopra per vederla più grande: è una campagna della TBWA di Parigi per Hansaplast per i suoi Eaeplugs, tappi per le orecchie.
Il claim recita: You have never sleep so deep, Non hai mai dormito così profondamente.
Capita?
Io ci ho messo un secondo più del dovuto... e ho riflettuto.
Anche se mortificato da centinaia di clienti (e da ancor più fruitori) privi di ironia, humor o semplicemente senso del bello, sono ancora appassionato di comunicazione pubblicitaria.
E farne di qualità richiede intelligenza, spirito d'osservazione, pensiero orizzontale.
Spesso, da questo blog, mi avete sentito parlare con tristezza della situazione della pubblicità in Italia: non è colpa dei pubblicitari, o meglio non solo loro, ma di un intero stato di cose che sdogana esclusivamente un certo tipo di pubblicità, indirizzato a una massa che non è mai stata educata e cresciuta a un livello di comunicazione superiore a quello dei classici modelli aspirazionali: famiglie più felici della nostra, modelle molto più belle delle nostre mogli/fidanzate, modelli più atletici, avventurosi e seducenti di noi, e via invidiando.
Alla fine della fiera, il messaggio che viene veicolato è sempre lo stesso: acquista questo prodotto, e sarai come loro, o almeno ti ci avvicinerai.
Siamo assuefatti a questo tipo di messaggi: in un certo senso, il consumatore medio nonché fruitore della pubblicità non si aspetta altro che questo, e puntualmente viene accontentato.
Compra quella data automobile o quel dato profumo con la subliminale promessa che sarà più felice, ben sapendo, nel suo intimo, che non sarà così; ma lo fa lo stesso, e tutti sono contenti.
Il sistema funziona abbastanza bene, e a nessuno va di rischiare di modificare i termini dell'equazione: lo so (e lo comprendo) ben io che avendo presenziato ad innumerevoli briefing riuscivo a percepire la preoccupazione principale del cliente: non fare un buco nell'acqua, non perdere credibilità, clienti, ascolti, vendite, affluenze.
Di questi tempi, la Poltrona è l'Unica Cosa Veramente Importante, e se per mantenerla salda sotto le terga il prezzo è restare ancorati a vecchie, stantie ma rassicuranti formule (il detersivo che lava più bianco, il frollino più tenero per i nostri bambini, l'automobile che ci fa risparmiare al distributore e via banalizzando), i pubblicitari sono i primi a non osare (fatte le dovute eccezioni, ovviamente).
È un discorso che vale un po' dappertutto, ma nel nostro Paese vale ancora di più.
E quindi?
Quindi, continuo a postare campagne oltreconfine: e se anche voi, come me, non le capite subito, non è perché siamo più stupidi di francesi, inglesi od olandesi.
È che siamo ineducati alla buona pubblicità.

6 commenti:

datzebao ha detto...

Molto carina, non ci ho nemmeno messo molto a capirla :)
Al tuo ragionamento aggiungo: l'essere abituati alla brutta pubblicità porta a NON guardare più la pubblicità. Certo, magari in questi casi il logo è piccolo e il claim discreto, ma viene sicuramente più notato e interiorizzato di tanti strilli all'italiana...

Anonimo ha detto...

tieni anche presente che nessun cliente "tipo" italiano accetterebbe di legare il proprio prodotto ad un'immagine "negativa" come un'obitorio eh...
e non importa che la connotazione sia ironica.

larsen

spasquini ha detto...

Molto carina! Davvero.
E torna il concetto di logo piccole che si vede meglio di quello grande ... perchè lo cerchi!
Cacchio vedi quell'immagine e, abituato a vedere loghi immensi, claim chiassosi ecc... dici, ma perchè questo cartellone è così? E inconsciamente ne cerchi l'autore, il senso, non guardi passivamente lo spot, ma lo assorbi, lo interiorizzi.

CyberLuke ha detto...

A proposito di "voglio il logo più grosso": quanto dite che occupa qui?
http://i11.ebayimg.com/08/i/000/dd/f6/551e_1.JPG
Il 30% di tutta la pagina pubblicitaria?

spasquini ha detto...

Forse il 25%, mna è talmente ingombrante che soffoca il testo dell'annuncio ... vedi come è compresso?

Roberta la Dolce ha detto...

Istruttivo... divertente e istruttivo! :-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...