lunedì 26 gennaio 2009

Qualcuno scriva le battute a quest'uomo

Dopo l'ultimo, atroce sfondone di ieri, direi che non ci sono più dubbi: costui non tenta neppure di collegare il cervello alla bocca quando la apre per dargli fiato.
Eppure, la soluzione c'è, ed è anche semplice e ben collaudata:

4 commenti:

Licia ha detto...

E se invece gli tappassimo la bocca con del nastro adesivo? Non sarebbe più ergonomico?

Roberta la Dolce ha detto...

Mi sento profondamente offesa come donna dopo ciò che ho visto e sentito al TG, ieri e stamattina.
Il messaggio che sta passando, allucinante, è: "anche se stupri una donna, puoi farla franca".
Da oggi ho più paura di uscire di casa, perché la deterrenza sta diventando sempre meno temibile.
Quanto a "lui", penso a tutte le donne che lo hanno votato e a cosa staranno pensando in questo momento della sua allegra battuta, in un momento e in un contesto in cui, di battute, non volevamo proprio sentirne.
Shock.

Angel-A ha detto...

Come darti torto?... :(
Che pena...

Ari(anna) ha detto...

Non è solo colpa sua.
In questo paese c'è ancora qualcuno (e più) che riesce a parlare per luoghi comuni tipo:

"ma aveva la gonna, quindi che si aspettava!"

oppure

"Non doveva girare da sola a quell'ora, che s'aspettava?"

e ancora

"Se una donna che subisce o ha subito violenza non si ribella e non sporge denuncia, vuol dire che in fondo se lo merita, oppure le va bene così!" .

...Che ci aspettiamo?