mercoledì 25 febbraio 2009

Distinguiamoci...

Un'altra volta vi parlerò più diffusamente dello sfortunato film Sound Of Thunder, tratto da uno dei più bei racconti di Ray Bradbury... oggi, mi limiterò a disquisire brevemente sul "lavoro" (virgolette d'obbligo) di adattamento fatto in Italia sulla copertina del DVD, a iniziare dalla traduzione del titolo che è diventato, con una libera interpretazione, Il Risveglio del Tuono... ma questo, signori, è il minimo.
Inizierò col mostrarvi la copertina orginale del film.

Forse non entrerà nella Top Ten delle dieci locandine più belle di tutti i tempi, ma è ben più che dignitosa. 
Vagamente inquietante, equilibrata nei pesi e nei contrasti cromatici, con un buon trattamento grafico sui caratteri del titolo.
Sufficientemente elegante per funzionare anche come un'ipotetica copertina di una riedizione letteraria della raccolta di racconti da cui il film, come dicevo, è stato tratto.
Ora... ecco cosa sono riusciti a partorire nel nostro belpaese.

Un disastro. QUI potete vederla più grande.
Tre fotogrammi del film (a bassa risoluzione, Gesù, salvaci) impaginati uno sull'altro con un bordino bianco su una versione monocromatica e incredibilmente stiracchiata di uno di essi.
Titolo del film e degli attori digitati con la prima font che è saltata fuori nel menù di Corel Draw.
Una soluzione che deve aver convinto così tanto i suoi realizzatori da ripeterla, microscopica e indecifrabile, anche sulla costolina del DVD.
Ora, voglio pensare che il distributore italiano di questo B-movie (e non "colossal fantascientifico dell'anno" come millanta il sottotitolo italiano...) non abbia avuto accesso, per qualche oscura ragione di diritti, all'immagine dell'originale americano... ma anche in questo caso, un adolescente talentuoso con una copia piratata di Photoshop avrebbe tirato fuori qualcosa di meglio.
Nel nostro paese, fare i grafici non è molto considerato.
Meglio il calciatore o il presentatore televisivo.
Ah, qui sotto il mio personale adattamento.
Dieci minuti di Photoshop, contando una pausa per andare in bagno.

4 commenti:

Angel-A ha detto...

^_^ Ma il film, almeno, com'è?!

Anonimo ha detto...

ma quella cover non e' del film "the butterfly effect"?

larsen

CyberLuke ha detto...

@Angel-A: il film non è un capolavoro, ma si lascia guardare. Del resto, basandosi su un racconto tanto suggestivo come quello di Bradbury, era difficile farlo brutto. Anche la sceneggiatura è piuttosto buona.
Dove pecca, è negli effetti speciali, girati in economia per via della bancarotta in cui occorse la casa cinematografica a metà della produzione.

@Larsen: quella che dici tu è questa:
http://iconsoffright.com/news/butterfly.jpg

Roberta la Dolce ha detto...

Si vede che lo fai per mestiere... ;-)
(e per passione, voglio sperare!)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...