domenica 8 febbraio 2009

[Recensione] Yes Man

Jim Carrey è uno dei pochi attori contemporanei capace di accollarsi da solo l'intero peso di un film, fosse pure dai presupposti un po' ingenui e sceneggiati al limite del banale, ed uscirne tranquillamente vincitore, tale è la sua bravura e la sua simpatia... come unico effetto collaterale c'è che i suoi personaggi finiscono con l'assomigliarsi tutti (il Fletcher di Bugiardo Bugiardo, lo Stanley di The Mask, il Bruce di Una settimana da Dio, e via citando), ma per i suoi fans (tra i quali me) questo potrebbe addirittura essere un pregio.
Vedere un film con Jim Carrey significa ritrovare un vecchio amico e diventare immediatamente solidali con lui e le sue (dis) avventure al limite del surreale.
Yes man non fa eccezione, probabilmente non c'è una sola inquadratura senza di lui, i comprimari sono un po' troppo caricaturizzati, la storia d'amore tra lui e Zoey Deschanel ha un andamento prevedibile, ma lo spasso è tale che poco importa: bastano le espressioni di Carrey (a volte, un semplicissimo movimento degli occhi) per giustificarne la visione.
E, ah, la Deschanel è semplicemente deliziosa.

2 commenti:

spasquini ha detto...

Verissimo! Jim fa della vera commedia.
Il film, visto la settimana scorsa, è piacevole, scorrevole, significativo e divertente.
Consigliato!

Angel-A ha detto...

Eheheh visto anch'io...
MI sono spatasciata dalle risate....stavano per buttarmi fuori dal cinema... ^_^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...