martedì 14 aprile 2009

Torniamo a sognare.

Per come la vedo io, la fantascienza è un genere praticamente morto nel cinema odierno.
Non ancora sepolto... ma hanno già iniziato ad inchiodare la bara.
Per uno di quei casi in cui non si capisce bene se è il mercato ad aver pesantemente influenzato il pubblico o viceversa, questo genere di film è andato gradatamente scomparendo dalle sale, lasciando il posto agli splatter-horror, autentico must tra le nuove generazioni, più interessate a squartamenti e torture alla Hostel che a viaggi nello spazio e civiltà aliene.
Probabilmente, gli horror sono anche meno costosi da produrre (immagino che il sangue finto si acquisti un soldo al barile), ma questo non è sufficiente, a mio giudizio, per cassare un genere che più di ogni altro lascia spazio alla fantasia di un autore, venendo (più o meno ragionevolmente) a patti con la sospensione d'incredulità dello spettatore.
Ed è per questo che apprendo con grande piacere dell'imminente uscita (a metà giugno negli USA, per lo meno) di Moon, thriller psicologico ambientato nello spazio e con il sottovalutato Sam Rockwell come protagonista.
Niente mostri coperti di scaglie, alieni saggi e illuminati o rutilanti robot assassini, ma qualcosa di più sottile e inquietante. Una cosa alla Philp K. Dick.
Forse.
Il trailer, per adesso, mi ha conquistato.

10 commenti:

Matteo ha detto...

Non è vero che il cinema di fantascienza sia morto. Semplicemente, ormai si producono solo boiate, da Mission to Mars a Sunshine... questo Moon sembra essere più intimo, speriamo bene.

CyberLuke ha detto...

Sunshine, rivedendolo, non era tutto da buttare.
Ci hanno ficcato a forza un personaggio che non serviva a niente, e ha sciupato il resto.
E "Mission to Mars" ormai ha dieci anni.
"I Robot" è la storia di Will Smith incazzato coi robot, "Ultimatum alla Terra" è un remake, "Matrix" si è svenduto ad Hollywood con due sequel mediocri e per il resto abbiamo una fraccata di supereroi in tutina.
Che noia.

Matteo ha detto...

Hai rivisto Sunshine????
Cmq c'era anche Alien vs. Predator 2...

Simone ha detto...

Il cinema di fantascienza è vivo e vegeto, in confronto almeno alla narrativa di fantascienza.

Questo mi pare interessante, ma (dal trailer) forse è un po' troppo introspettivo, no? La fantascienza credo abbia successo o semplicemente sia bella quando si amalgama al periodo in cui viene realizzata.

Per dire, l'uomo va sulla luna e allora c'è un ottimismo, una voglia di guardare oltre, ed ecco star trek o dopo un po' Star Wars e compagnia.

Qualche anno fa è uscito i figli degli uomini, film forse troppo violento ma che ricalca incredibilmente bene tutte le paure reali di oggi, solo in chiave appunto fantascientifica.

Il problema oggi è che se un libro di fantascienza lo scrivi, non c'è praticamente alcun mercato dove provare a farlo leggere... tolto il premio Urania e non so nemmeno io cos'altro.

Simone

CyberLuke ha detto...

E qui ci risiamo: mode.
Certo cinema (o certa letteratura) è o non è di moda.
Il momento storico è importante, certo.
Abbiamo scoperto che sulla Luna non c'è niente.
Che far volare gli Shuttle è costoso e che basta subappaltare alla gente sbagliata per farli esplodere in volo.
Che su Marte non ci andremo.
Che gli UFO erano un'invenzione.
Che i radiotelescopi di Arecibo non captano un bel nulla.
La gente è talmente disincantata e presa da altri problemi che non crede più a niente di ciò che "potrebbe essere".
Ed è un peccato.
La fantascienza è potente perché fa sognare.
Ma viene ormai bollata come stupidaggine senza fondamento.
Come se le commedie hollywoodiane fossero invece realistiche.
Attualmente, i supereroi tengono ancora, ma appena si esce un po' dagli stereotipi, si fa la fine di "Watchmen": disertato dagli spettatori.
Quanto alla letteratura di fantascienza, è anch'essa clamorosamente demodé.
Ma devo dire anche che trovare qualcosa di decente tra quel poco che arriva sui nostri scaffali, non è facile.
Accetto, come sempre, suggerimenti.

Sauro ha detto...

Beh! Dai, tra poco esce anche Star Trek ... dovrebbe essere molto bello ...
Questo Moon non l'ho mai sentito e ora non posso vedere il trailer (forse stasera), ma quando si tratta di SF non mi tiro mai indietro...

Simone ha detto...

Secondo me, è che sono gli autori per primi a non aver ben compreso cosa piace al pubblico nella fantascienza.

Le commedie stupide e da due soldi piacciono perchè parlano di sentimenti e di sensazioni che la gente sperimenta davvero, o che sogna di sperimentare.

Per me non è solo questione di moda: nel momento in cui la fantascienza si aliena totalmente da chi guarda, come gli ultimi guerre stellari o altre robacce uscite ultimamente, non c'è più alcun contatto tra autore e spettatore (o lettore) e il gioco è finito.

Durante la guerra fredda i vari 1984 e Fahrenhei 451 erano perfetti. Poi c'è stato il boom tecnologico e la fantascienza si è adattata.

Ora siamo in un periodo di crisi, recessione e paure indefinite, direi xenofobe. Un film o un libro che facesse leva su questo credo funzionerebbe.

Riguardo alla letteratura non c'è veramente nulla. In genere ci si ostina a riproporre i classici che si vendono sempre, mentre di nuovo arriva giusto qualche straniero... non per farmi pubblicità, la Delos ha una collana in cui pubblica romanzi brevi di fantascienza che hanno avuto successo all'estero. Io non li seguo molto, ma puoi provare a darci uno sguardo.

Simone

Sauro ha detto...

La serie SF della Delos non mi è nuova, ma il problema dell'editoria italiana è che non mi pare proporre molto ... pubblica ciò che è sicuro, sperimentato, già provato che venda ... oltre non va ...

Roberta la Dolce ha detto...

La SF è un genere che seguo poco, sia al cinema che in libreria... forse perché mi sono mancati i buoni consigli! ;-)
Ma sono sempre aperta a suggerimenti.
E questo "Moon" sembra promettente, poi l'attore mi piace molto!

Giuseppe Nicosia ha detto...

Anche secondo me il cinema e la letteratura di fantascienza non sono morti, ma le idee nuove sono un po' latitanti. Forse c'è un po' di difficoltà a tirare fuori qualcosa di davvero originale.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...