sabato 30 maggio 2009

Corto è bello, parte 1

Anche se può suonarvi melenso, l'amore supera ogni barriera.
Distanze, vetro, cemento, cubicoli e pareti degli uffici.
Avete dodici minuti? Spendeteli con questo delizioso cortometraggio di Patrick Hughes.
Se vi è piaciuto almeno quanto è piaciuto a me, QUI potete trovare gli altri.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

bellissimo, lo postai tempo fa anche io, molto romantico :)

Maura ha detto...

Anch'io lo conoscevo, fighissimo.
Non credevo avesse colpito particolarmente una sensibilità maschile, ma scopro con piacere di sbagliarmi.
E quante parole inutili vengono sprecate, ogni giorno, sembra dirci!!
A volte, basta uno sguardo.

CyberLuke ha detto...

@Maura: anch'io credo (temo) che il potere della parola sia enormemente sopravvalutato.
Ho conosciuto persone che mi hanno investito di fiumi di parole e ai quali ho cercato di replicare con altrettanta eloquenza, senza arrivare a nulla.
Se mi fossi limitato a leggere i volti che mi guardavano, avrei risparmiato un sacco di tempo e probabilmente avrei risparmiato sofferenza agli altri e a me stesso.

valexina ha detto...

Succede quando si parla linguaggi differenti...

Il corto è dolcissimo, peccato che la magia dell'innamoramento finisce quando si inizia ad aprire bocca
[cinismo mode on].

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...