martedì 26 maggio 2009

[TUTORIAL] Liquid state girl

Questo non è un blog di tutorial.
Come parecchi altri, forse ne saprò di Photoshop più dell'Uomo Della Strada™, ma questo non significa che so anche spiegare come ottengo certi effetti.
Al contrario, altri talentuosi (e volenterosi) designer ce la mettono davvero tutta per mettere assieme affascinanti tutorial mei quali raccontano, step by step, i passaggi per realizzare i loro capolavori digitali, mettendo il loro know how a disposizione del mondo intero, gratuitamente.
È il bello della Grande Rete™.
Forse non è mai troppo tardi per mettersi al servizio degli altri, e così ho messo assieme una cosetta semplice, alla portata di chiunque di voi abbia una copia (piratata?) di Photoshop e voglia stupire parenti & amici con effetti speciali.
Create una donna d'acqua.
FASE 1. Aprite la fotografia di una donna. Può essere Angelina Jolie, la vostra fidanzata, vostra nonna, voi stessi. E fin qui, tutto bene.

FASE 2. Fate una copia del livello con Mela-J (mai lavorare sul livello originale. Potrebbe accadere l'irreparabile, e qualcuno di voi sarebbe capace di farmi causa perché ha modificato irreversibilmente l'unica foto della loro, cara vecchia nonna).
Con Mela-B si aprirà la finestra di dialogo Bilanciamento Colore. Spostate i cursori verso il blu e il ciano fino ad ottenere una tonalità simile a quella che vedete qui sopra. Se necessario, riapplicate il bilanciamento.

FASE 3
Fate un'altra copia del livello, sopra quella che avete appena colorato di azzurro, e, utilizzando Tonalità/saturazione, desaturatela completamente. Otterrete una desolante copia della foto in un triste bianco e nero.

FASE 4
Aprite il menù Filtri. Nella stragrande maggioranza dei casi, la galleria Filtri di Photoshop produce effetti molto standardizzati e per questo motivo cerco di evitarne l'uso il più possibile.
Stavolta aggireremo le intenzioni dei programmatori e utilizzeremo il filtro Effetto cromatura per qualcosa al quale probabilmente questi non avevano pensato.

FASE 5
I valori da inserire dipendono necessariamente dall'immagine sulla quale state applicando il filtro. Nel mio caso, ho scelto un valore basso per il dettaglio (zero) e un alto valore di sfumatura (dieci). Potete (e dovete) controllare il risultato nell'anteprima contenuta nella finestra di dialogo del filtro.

FASE 6
Se applicato correttamente, ora il livello dovrebbe avere un aspetto simile a questo. Una specie di volto di creta dal bassissimo appeal. Ma, abracadabra, ecco che utilizzerete come modalità di fusione del livello la voce sovrapponi... ottenendo un effetto simile a questo:
FASE 7
Procuratevi, usando il motore di ricerca immagini di Google, ad esempio, belle fotografie con tema Acqua. Sono certo che otterrete molti più risultati digitando water.
Selezionate qualche bella immagine ad alta definizione.

FASE 8
Incollate le immagini che avete trovato sopra la vostra donna liquida. Cancellate, ma ancora meglio mascherate le parti indesiderate. L'idea è che spruzzi, getti, cascatelle d'acqua e simili vadano ad integrarsi in maniera quanto più possibile naturale con la vostra fotografia.
Non siate frettolosi in questa fase. Spostate, ruotate, ridimensionate. All'occorrenza usate Altera per adattare i pixel più recalcitranti.

FASE 8
Ci siete quasi. Ricordate che l'acqua è un elemento altamente riflettente, e se non sono presenti abbastanza punti di luce nella vostra immagine, dovrete aggiungerveli da soli.
Utilizzate pennelli di varie misure e date su un livello a parte colpi di bianco puro dove immaginate che la luce si rifletta.

ET VOILÀ!
A questo punto, avete finito. Tutto quello che dovete fare è salvare il vostro file (vi consiglio il formato TIFF, più leggero e versatile del nativo Photoshop) utilizzando la compressione priva di perdita di qualità LZW (QUI un bellissimo approfondimento su questo geniale algoritmo) e spuntando la compressione livelli ZIP che vi permetterà, al misero prezzo di qualche secondo in più per riaprire il file un cospicuo risparmio di spazio su disco.
Buon lavoro e divertitevi.

8 commenti:

Matteo ha detto...

Ottima scoperta, un effetto davvero interessante, che tra l'altro a mio avviso ha ancora altre potenzialità da svelare. Grazie :)

Nemo ha detto...

Un gran bell'effetto, e spiegato anche in maniera semplice chiara!
Ci sono migliaia di tutorial on line, ma il 90% sono in inglese e non sempre tutti i passaggi sono chiarissimi.
Grazie, spero ne metterai altri.

100% FAKE ha detto...

Grande Tutorial, bella idea.

Mi permetto un ultimo consiglio: per rendere il tutto ancora più morbido e fluido, specie se la foto originale ha del rumore di fondo (il famoso "disturbo", si intravede anche nella foto di Angelina Jolie che hai usato), consiglio una passata di Filtro>Disturbo>Riduci Disturbo o, meglio ancora, un plug-in come NoiseNinja...

Angel-A ha detto...

Da applauso!... ^__^
Appena ho tempo, voglio provarci anch'io...

Sauro ha detto...

Risultato molto interessante e carino! Grazie!
Ci vorrebbero su PSDR più tutorial così ...

Alex McNab ha detto...

Molto interessante davvero, vien voglia di provarci...
Un tutorial da conservare, grazie ;-)

Maura ha detto...

MI sembra che non te la cavi male coi tutorial!
Ma mi sa che cose più complicate come i tuoi lavori disseminati qua e là per il tuo blog siano più complessi anche da spiegare...

valexina ha detto...

Mitico!
Non sei per niente male come 'tutorialista'.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...