martedì 12 maggio 2009

[recensione] Star Trek


Visto ieri sera.
Semplificando, vi dirò cosa mi è piaciuto (molto) e cosa non mi è piaciuto (per niente).
Visivamente, Star Trek è una meraviglia. Fotografia e montaggio sono non solo di altissimo livello, ma anche innovativi e costruiti ad hoc per un film di fantascienza che viene trattato, una volta tanto, come tale e non come una vicenda tradizionale solo ambientata su un pianeta lontano o su un'astronave... spero di essermi spiegato.
Scenografi, costumisti e tecnici degli effetti speciali hanno fatto un lavoro fantastico, col risultato di avere tra le mani un film nettamente superiore, almeno sotto questo punto di vista, all'intero pacchetto di film ispirato alla saga dal 1979 ad oggi... e probabilmente, persino alla trilogia di Star Wars.
Probabilmente, J.J. Abrams non è il genio che molti acclamano, ma ha un modo di girare e un linguaggio cinematografico moderno e assolutamente al passo coi tempi, anzi, probabilmente è uno dei pochi che sta indicando la strada.
Restando nello specifico, ad Abrams è riuscito anche il tutt'altro che semplice gioco di prestigio di imbastire un prequel che non tradisse lo spirito della serie originaria e che al contempo riuscisse ad aggiungere nuovi, preziosi elementi ai complessi rapporti psicologici tra i personaggi, la cui forte caratterizzazione era uno dei punti vincenti della serie creata da Roddenberry.
Del resto, allenato com'è a orchestrare figure multiple e sfaccettate in un serial ricco di personaggi come Lost, l'operazione non sembra essergli costata molta fatica... insomma, la classe c'è, e si vede.
Quello che manca, ma si nota poco, è una trama decente (provate a fermare la gente all'uscita del cinema e a farvi raccontare di cosa parla il film... vi racconteranno di Kirk, Spock, l'Enterprise ma ciò che accade sullo sfondo è solo contorno), dei cattivi degni di questo nome (qui abbiamo dei pelatoni con tatuaggi tribal che dovrebbero essere romulani ma sono privi di qualsiasi carisma), e una sceneggiatura più attenta e meno da videogame.
Personalmente, poi, avrei prestato più attenzione al casting (le licenze fisiognomiche che si sono presi gli autori reclutando gli interpreti di McCoy e Chekov sono a mio giudizio eccessive), e il personaggio di Kirk in tutta la prima parte del film mi ispira simpatia quanto un qualsiasi teppistello di provincia.
Assolutamente guardabile.

PS Sì, c'è anche Nimoy.

2 commenti:

Angel-A ha detto...

L'ho visto ieri sera!!! Ho resistito la prima mezz'ora, poi mi sono addormentata, stremata da una giornata faticosa e da un'altra ora e mezza in piscina...carino l'attore che fa Spok!!! ^_^

Simone ha detto...

Alla fine l'ho visto pure io! Bello finché non salgono sull'Enterprise (mi sono venuti i brividi) poi gli autori hanno deciso che scrivere altro mezzo film non era importante e la storia non ha più alcun senso.

Comunque mi è piaciuto, ma quello bello rimane solo il primo della serie.

Simone

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...