lunedì 15 giugno 2009

Donne che hanno turbato la mia adolescenza.


Barbara Bouchet
Nata nella Cecoslovacchia occupata dal Terzo Reich, si trasferì negli Stati Uniti fin dalla prima infanzia. Da ragazzino la vidi sulla copertina di Playboy e me ne innamorai all'istante.
Anche parecchi altri, se è solo per questo.
Riuscì a scrollarsi di dosso il pedigree di attrice della prima generazione della commedia sexy italiana riciclandosi nel fitness lanciando una serie di libri e videocassette di aerobica. Splendida anche a cinquant'anni in tutina da ginnastica.

Kate Bush
Vabbè, dai. Non ci sarebbe neanche bisogno di spiegarla. Ma ve la ricordate nel video di Babooskha?


Corinne Clery
Protagonista del terribile Histoire D'O, quasi certamente uno dei peggiori film di tutti i tempi, dove quando era molto vestita aveva addosso un collarino e lo smalto per le unghie. Devo aggiungere altro? È anche una magnifica dottoressa Doufor in 007: Moonraker.


Amanda Pays
La adoravo sin dai tempi del pilot di Max Headroom. Per quanto mi riguarda, quella corsa in tacchi alti sotto la pioggia l'hanno consegnata alla leggenda. Su Leviathan è meravigliosa dopodiché è sparita per sempre dagli schermi.


Lilli Carati
Lo so: alla fine è scivolata nel porno. Ma Lilli (all'anagrafe Ileana Caravati) aveva una bellezza e un'eleganza di lineamenti che sembrava farla galleggiare sopra il mare di schifezze a basso costo in cui si è trovata a fare da protagonista tra gli anni settanta e gli anni ottanta.
E poi all'epoca il silicone serviva solo come impermeabilizzante e i lifting se li permetteva solamente Liz Taylor.

<
Phoebe Cates
Guardandola in altri film, non sembra più eccitante di una qualsiasi ragazzina disneyana che ti fa voglia di offrirle un gelato al pistacchio e di riaccompagnarla a casa per le otto. Eppure, adoro questa donna sin dai tempi di Paradise e, sostanzialmente, è la ragione per cui ho ascoltato più e più volte il 45 giri con la title track da lei cantata. Ognuno ha le sue perversioni.

14 commenti:

The_Joker ha detto...

Ottime scelte, davvero.
Siamo quasi separati alla nascita, se non fosse per Amanda Pays che non conoscevo.
Al suo posto, nella mia classifica, potrei inserire Carmen Russo, pure lei credo al di sopra di ogni sospetto siliconoso.

Angel-A ha detto...

Sto cercando un comune denominatore tra le tue tipe... e quando credo di averne trovato uno, ce n'è sempre una che mi rovina i calcoli... grrrrrrr

Simone ha detto...

E Carmen Russo?! Poi io ci metterei Edwige Fenech e la maestra di Pierino che non mi ricordo come si chiama.

Simone

CyberLuke ha detto...

Si chiamava Michela Miti, e effettivamente era bellissima.
La Fenech non mi ha mai smosso più di tanto, ma vi ricordate una tal Florence Guérin? La poverina si rese protagonista di una terribile trasposizione cinematografica de Il Gioco di Manara, dove l'unica cosa salvabile era appunto il suo visetto d'angelo.

Christian ha detto...

NO... hanno fatto un film da "IL GIOCO"???
Non ci credo... devo vederlo assolutamente... ma si trova da qualche parte??

CyberLuke ha detto...

Non lo troverai.
Spero che abbiano distrutto ogni traccia di quella porcata. Prova col mulo, se proprio vuoi farti del male.
Il fumetto (almeno il secondo capitolo) è enne volte meglio.

Roberta la Dolce ha detto...

Vediamo... ci sono cinque more e UNA bionda.
Cinque hanno gli occhi scuri e UNA gli occhi blu.
Cinque hanno volti delicati e UNA la faccia un po' da zocc...
In effetti, è difficile capire cosa le accomuna. ;-)

Alex McNab ha detto...

Phoebe Cates! Quandi... mmm... nei ricordi!
Comunque anche Amanda Pays, che viene poco citata ma che merita eccome!
Ottimi gusti ;)

Fabrizio Luperto ha detto...

salve cyberLuke, La Bouchet...però prima della commedia scollacciata a cui fai riferimento c'era stato il giallo-sexy, il poliziesco, e sopratutto il capolavoro noir di Fernando Di leo "Milano calibro 9", da cui è sicuramente tratta la foto della Bouchet. Un saluto.

CyberLuke ha detto...

@Fabrizio: giusta precisazione... anzi, doverosa.

Fabrizio Luperto ha detto...

Florence Guérin. Non ho letto "Il Gioco" di Manara. Ma se stiamo parlando di un film dove la moglie di un riccone a causa di non ricordo cosa diventa sessualmente "disinvolta" il film pottrebbe essere francese, non ricordo il titolo originale ma in Italia si chiamava DENTRO FLORENCE (dal nome della protagonista?)
Scusate ma sono un cinefilo, non ho resistito, poi magari ho scritto una stupidaggine. saluti a tutti, complimenti per il blog.

CyberLuke ha detto...

Infatti il titolo era Le Declic... se ci penso, che ci spesi anche un cinquemila per vedermelo al cinema...

Maura ha detto...

Cyber: ma quanti anni hai?
Alcune di queste erano in giro quando io non ero manco nata... ;-D
L'unica che mi ricordo è la Clery, in effetti bellissima donna...

Dama Arwen ha detto...

Phoebe Cates è superlativa e bellissima. Ricordo certi suoi film, quno anche a puntate.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...