lunedì 1 giugno 2009

Guarda e impara, 16

Quando un creativo riesce a confezionare un efficace messaggio pubblicitario senza mostrare il prodotto reclamizzato, raggiunge indubbiamente un obiettivo ambizioso.
In Italia non ne vogliono neanche sentir parlare, ma altrove, nel mondo civilizzato, ci sono parecchi esempi.
Quella che vedete in alto (cliccateci sopra per vederla più grande) è una spassosa pubblicità Nissan per la Altima, un coupé ad alte prestazioni, destinata al mercato americano.
L'agenzia è la TBWA\Chiat\Day.
Inutile immaginare cosa avrebbero proposto sugli italici cartelloni, vero?

13 commenti:

Simone ha detto...

Fammi indovinare...
L'auto e una donna nuda?
Solo una donna nuda?
Una donna nuda e un particolare dell'auto che richiama il fallo?

Matteo ha detto...

Classico esempio (come quella della Durex) di pubblicità che non mi piace. Troppo poco immediata, il cartellone 6x3 si legge per 1,5 secondi, nei quali non capisci nulla da questa pubblicità. Sicuramente sarà inserita in un contesto di marketing in cui in altre forme il prodotto si vede, eccome...

Simone ha detto...

A me piace, più che altro è divertente l'idea delle galline che scavano il tunnel. Concordo sul fatto che sia poco immediata (ci ho messo un po' a capire che faceva la gallina accanto al buco ^^).

Simone

Roberta la Dolce ha detto...

A me invece ha fatto sorridere... e la trovo efficace, anche se non mostrare il prodotto è una scelta rischiosa, oltre che improponibile in Italia.
Molto "iuesseì", comunque, anche nell'ambientazione.

Jackrussell ha detto...

In Italia?
Probabilmente, oltre varie donne nude lascivamente sdraiate sul cofano avremmo avuto il solito giovanottone rampante fotografato al volante con aria soddisfatta, da vero re della strada, con uno slogan tipo "La strada è MIA".

Matteo ha detto...

Poi ho un'altra obiezione. Una macchina si vende molto in relazione al suo aspetto estetico. Non farla vedere ad un acquirente medio (come me) può risultare molto sospetto... in ogni caso, mi ripeto. A vederla qui è carina e fa sorridere. A vederla per 1,5 secondi su una highway nemmeno la si nota...

Anonimo ha detto...

bhe' :D e' un'auto di nicchia eh...
quindi non e' per tutti in teoria.

sempre sul tema, senza far vedere l'auto, e tenendo le galline, io avrei messo una gallina completamente spennata dall'altro lato della strada, e una nuvola di piume con un'effetto scia verso l'orizzonte...

larsen

Anonimo ha detto...

Spezzo una lancia in favore dell'autore della pubbli: negli USA esiste un'infinità di barzellette che iniziano con la domanda "perché il pollo attraversa la strada?": è evidente che questa pubblicità fa riferimento a quelle barzellette.

Antonio ha detto...

A me piace anche se non è istantanea, comunque ovviamente inefficente su un 6x3!

ciao Luca :D

CyberLuke ha detto...

Non è detto che sia un'affissione, magari (ma non ne sono certo) era destinata alla stampa, nel qual caso il tempo di fare il collegamento e aprirsi in un sorriso c'era.
Inoltre... se non si inizia mai, il pubblico non sarà mai educato a nuovi meccanismi cognitivi.
So che molti non ci credono, ma io sono tra quelli fermamente convinti che il pubblico vada "educato".
Dovessero volerci generazioni intere.

Matteo ha detto...

Il pubblico deve essere educato e siamo d'accordo. Ma se c'ho 1,5 secondi per guardare la cosa per quanta educazione possa avere non la noterò mai. Se poi è per un giornale un altro paio di maniche. Anche se rimango dell'idea che per un prodotto dal forte impatto estetico non mostrarlo può essere controproducente. Per non parlare della finezza che probabilmente l'utente medio aspirante a quell'auto non coglierebbe...

Licia ha detto...

Sì, la gallina spennata secondo me avrebbe aiutato la comprensione per i poveri cristi che non hanno la sensibilità di Cyberluke... ;-)

Sauro ha detto...

Bellissima. In effetti fare pubblicità senza mostrare il prodotto è piuttosto controproducente, ma non è detto che questa immagine sia la sola della campagna.
Se fossi stato io a proporre questa cosa, avrei inserito questa in un paginone di una rivista di settore, verso l'inizio, mentre in un paginone successivo, anche non immediatamente successivo, una foto con la stessa ambientazione, la macchina in bella vista.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...