mercoledì 24 giugno 2009

Io comunque c'ho il ragazzo!

Se ricordate bene, una delle cose intriganti dei programmi peer-to-peer (è inutile che fate quelle facce, tutti ne avete almeno uno) è la possibilità di vedere che canzoni ci sono nel computer di chi sta in rete in quel momento... che è un po' come entrare di nascosto a casa di uno mai visto prima e sbirciare la sua collezione di dischi.
La seconda cosa intrigante è la funzione di messaggeria istantanea che consente di scambiarsi messaggi con le persone dalle quali in quel momento stai scaricando una canzone.
Ovviamente, non ho saputo resistere né all'una né all'altra.
Così ho cominciato a rompere i coglioni scientificamente a tutti quelli che mi downloadavano le canzoni.
"Ma ti piace sul serio?" "Non trovi che sia un po' moscia come canzone?" "Lo sai che diavolo ti stai scaricando oppure ti sei sparato un cannone?"
È bellissimo, è come se uno andasse davanti a Ricordi o la Fnac, si mettesse in piedi su un seggiolino e cominciasse a fare un pippone a tutti i ragazzini che escono con i loro dischi di Britney Spears e Giusy Ferreri nella bustina. "Ravvedetevi! Fate penitenza! Convertitevi!"
Devo confessare che quando ho scoperto la funzione istant messaging ho subito caricato sul mio Mac le canzoni più orribili che ho trovato.
Le canzoni di Sanremo per esempio. Ogni sera mi metto lì davanti al Mac e aspetto che qualcuno abbocchi all'amo.
Quando parte il download di La Forza mia, zac!, parto con la filippica.
Per adesso, sono riuscito a far desistere una ragazzina di Latina dallo scaricare la canzone di Giusy Ferreri. In cambio le ho dato un remix di Nobukazu Takemura. Rarissimo.
Quando ti intrufoli nei PC della gente coi messaggini istantanei c'è sempre un'ambiguità di fondo.
Fa un po' chat, e sulle chat – vuoi o non vuoi – si finisce col parlare di sesso e magari la conversazione prende una piega strana.
L'altro giorno tra le mie canzoni civetta ho scaricato il pezzo che si sente nei titoli di coda di Zoolander, Relax dei Frankie Goes To Hollywood, reinterpretato in chiave nu-metal dai Powerman 5000. Una vera coattata. La sera ho acceso il Mac e mi sono appostato come un condor. Una tale – Alita, mi pare _ ha cominciato il download di Relax e io non ho resistito a fare il rompicoglioni.
Cyberluke: Lo sai che sta nella colonna sonora di Zoolander?
Alita: sì l'ho sentita oggi a Radio Dee Jay
Cyberluke: Ma Zoolander l'hai visto? Ti è piaciuto?
Alita: sì ma non mi ricordavo il titolo della canzone
Cyberluke: Bè, a ogni modo è una cover dei Frankies Goes To Hollywood. Ma se ti piacciono le colonne sonore e magari i film 'de paura', devi ascoltare i Goblin. Profondo Rosso, Phenomena e Io non ho sonno!
Qui è successo l'imprevedibile.
Alita: Li ascolterò di sicuro. Io comunque ho il ragazzo e sto andando a letto.
E che c'entra?... Vi sembra che io stessi cercando di rimorchiarla? A me no.
Cyberluke: e allora?
Alita: allora non mi va di restare a chattare fino a tardi
Cyberluke: non è mica quello che ho detto.
Alita: be' tu hai detto che non hai sonno e io ti dico che invece ne ho e comunque sono fidanzata
Cyberluke: Io non ho sonno è il titolo di un film.
Silenzio.
Cyberluke: Allora ciao.
Alita ha lasciato la chat.

21 commenti:

Francesco Sternativo ha detto...

HAHAHAHAHAHAHAH

che cogliona questa!!!!!

Fra ha detto...

:)) ah ah ah!!!!
- Io non ho sonno...
- ... e io c'ho il ragazzo!!!

Eh sì, sempre a tentare di rimorchiare voi maschi... con questi subdoli, ambigui e sottili metodi... solo per confondere le ragazzine inesperte (che comunque c'hanno il ragazzo!)

:))

Simone ha detto...

Ahaha, fantastico. Ma dì la verità: se ti diceva che non aveva sonno neanche lei tu gli rispondevi allo stesso modo? ^^

E io con le chat a caso o chiuso, ho avuto esperienze spiacevoli... e soprattutto SCONSIGLIO FORTEMENTE a chiunque di usare una webcam ^^.

Simone

CyberLuke ha detto...

@Simone: penso sarei sbottato a ridere.
E, che tu ci creda o no, non ho mai rimorchiato in una chat, salvo quella volta che mi spacciai per una ragazza e uno ci credette nonostante fossi piuttosto improbabile... ci dovrebbe essere un mio post da qualche parte a riguardo.
Non ci riprovai mai più.

Angel-A ha detto...

Ma LOL
Questa era una cretina completa e tu un marpione!!! (scherzo) ^__^
Però l'idea di importunare chi scarica le tue schifezze è bellissima!! Se ne hai altre racconta!!!

Nihil ha detto...

Meno male che i goblins non hanno scritto la colonna sonora di "ho voglia di te".

CyberLuke ha detto...

Ecco, quello sarebbe stato più imbarazzante... :D

Roberta la Dolce ha detto...

Ahahahahah ma sei stato fin troppo inglese!!! :-D Io mi sarei rotolata giù dalla sedia... e, parlando di chat, anni fa ne fui sedotta anch'io, ricevendo ben presto ogni sorta di proposta, dal matrimoniale alla... "prestazione occasionale!""
E' un mondo che non mi attira, e in cui leggo tanta solitudine e mancanza di volontà di approcciarsi in modo "tradizionale" agli altri, che sia per fare amicizia o trovare un compagno/a.

Matteo ha detto...

Ah mo ho capito che tipo sei... di notte, nel buio a importunare la brava gente che lavora sul web. Cmq, a scanso di equivoci, anche io c'ho la ragazza...

Francesco Sternativo ha detto...

ah comunque é ovvio che sia andata a finire cosí....ti credo questa ascolta radio deejay... :)

viva 105!

Fra ha detto...

Mi avete fatto venire in mente una cosa... Quando, dieci anni fa e oltre, la notte avevo l'insonnia, chattavo (con mirc). Per fortuna la webcam non c'era (o almeno io non l'avevo di certo).
Di solito chattavo con un paio di amici (non usavo la chat con scopo di attracco!), ma una sera mi sono finta maschio (mi chiamavo Pippo) e ovviamente nessuno mi calcolava minimamente. Poi ho mandato un messaggio ad un tale che, vedendo il nome maschile, mi rispondeva a monosillabi... annoiata, poi gli ho detto che ero donna e ho attratto la sua attenzione, anche se non ci credeva, pensava fossi omosessuale. Oltretutto, siccome non ricordo perché, spuntava da qualche parte il nome di mio padre, lui pensava che il mio vero nome fosse Felice (il nome di mio padre, appunto!). Quando sono riuscito a convincerlo che ero femmina, era notte fonda, mi è venuto un gran sonno e l'ho salutato.
Non mi sono mai più finta maschio e, dopo poco, ho smesso pure di chattare su mirc.

Alex McNab ha detto...

Fantastico!
La gente è fuori (tu compreso, eh eh eh)

Andrea Giovannone ha detto...

Grande Giove!!!
Chissà a quale Zoolander si riferiva!!!

Anna ha detto...

Chattare mi ha sempre incuriosita... ma per me sarebbe impossibile visto che a malapena riesco a rispondere alle email! il mio lavoro mi tiene abbastanza impegnata dalle 8 e mezza di mattina fino alle alle 8 di sera salvo il pranzo e altri imprevisti vari! cmq credo che soprattutto la mattina sia difficile per tanti collegarsi e chattare...il problema non è se chattare o meno ma...avere del tempo libero! ciao! e complimenti x il blog

Maura ha detto...

Sei un pazzo furioso... ;D

Anonimo ha detto...

purtroppo il sw pitupì che us^H^H^H^H^H^H^H che credo essere più diffuso praticamente non ha un sistema di messaggistica e tende a favorire l'anonimato degli utenti.

peccato perché in effetti potrebbe essere divertente. ad esempio, se fossi un cool hunter musicale mi interesserebbe sbirciare le conversazioni di chi si scarica brani.

tempo addietro so che esistevano dei sistemi pitupì centralizzati, cioè qualcuno doveva assumersi l'onore e l'onere di tenere una macchina sempre accesa e collegata in rete, che permettevano sia chat singole che pubbliche.

quello era davvero un metodo fantastico di diffusione di cuRtura musicale, soprattutto quando l'ambiente era di nicchia e internazionale.

purtroppo questo tipo di sistemi non sono più diffusi perché è ovviamente facile individuare il "gestore" del tutto (anche se tecnicamente non un bit di ciò che si scambiano gli utenti passa per la sua macchina).

la cosa carina era che potevi vedere le liste dei vari utenti, farti un'idea dei loro gusti, della loro competenza su come catalogavano il tutto... quindi potevi chiedere consigli prima di imbarcarti un un download

potevi (anche se non sempre la cosa era gradita) chiedere di aprire "slot" (download preferenziali) magari offrendo in cambio qualcosa.

insomma, si creavano vere community. che figata che era.

Taka ha detto...

ai tempi in cui kazaa non era ancora in circolazione, ricordo che si usava mIrc per scambiarsi file. potevi navigare dentro l'hard disk di un utente direttamente e prendere quello che ti serviva... °_°


(certo, c'era anche chi non gradiva! ^o^)

Nicla ha detto...

Ah ahah ahahaha! Troppo divertente!

Sogno ha detto...

Uahahahahaha!
Troppo spassoso il siparietto...
"io comunque c'ho il ragazzo!"

Ti ringrazio,comunque, per aver portato sulla retta via una ragazza di Latina (dove abito io, spero non ancora troppo a lungo)... una alla volta... chissà , magari un giorno avremo un mondo migliore. :)

alemarengo ha detto...

Mancavano le virgolette, no? Eh...! ;-)

mAs ha detto...

ahahahah meraviglia!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...