martedì 2 giugno 2009

Come un Robert Langdon de noantri.

Per questo lungo ponte (in realtà, ieri stavo lavorando al mio Mac esattamente come ogni altro lunedì) è venuta a trovarmi da Torino Claudia, amica di vecchia (anzi, vecchissima) data nonché sorella ad honorem... e mi ero ripromesso di (ri) mostrarle Roma seguendo il cammino degli Illuminati descritto fantasiosamente da Dan Brown nel suo Angeli e Demoni.

In programma c'era quindi una sgroppata epocale a partire dalla "falsa pista" del Pantheon, per ripartire con Santa Maria del Popolo, proseguire con San Pietro, Santa Maria della Vittoria, piazza Navona e concludere in Castel Sant'Angelo.
Alla fine, nonostante i migliori proponimenti, non sono riuscito a mostrarle proprio tutto (Castel Sant'Angelo sarà per la prossima volta) ma spero di essere riuscito a rievocare, con la giusta dose di riferimenti storici ed artistici, alcuni degli scenari più affascinanti della Roma rinascimentale e barocca, atteggiandomi ad un Robert Langdom de' noantri.

Di certo è che:
- ho riscoperto nozioni che credevo andate dimenticate dagli anni di studi di Storia dell'Arte (la sola storia della basilica di San Pietro meriterebbe un film probabilmente anche più avvincente dello stesso Angeli e Demoni)
- ho ripreso in mano il taccuino degli schizzi dopo anni che se ne stava in fondo a un cassetto e ho rifatto la punta alla vecchia Staedler 6B
- ho iniziato a pensare che dopotutto Roma, grazie anche al genio di gente come Gianlorenzo Bernini (illuminato o meno che fosse) non è poi il peggior posto dove potrei vivere.

14 commenti:

dandia ha detto...

L'ho sempre sostenuto. Ti sembrerà strano, ma mi vengono in mente migliaia di posti peggiori di Roma... ;)

Nicla ha detto...

:O anche quando verrò a Roma io mi farai da guida vero?? ^___^
sono contenta che non ti sei dimenticato niente e che hai ripreso in mano taccuino e matita. Baci e buona settimana! :-)

Max ha detto...

Avere una cultura storico-artistica è sempre un'arma vincente!
Prima o poi dovrò farmene una anch'io, dici che sarei pure io affascinante come Langdom o come te? ;)
Ma mi servirebbe anche una Roma da sottofondo!

CyberLuke ha detto...

Cioè tu la vedi come uno strumento per rimorchiare di più? :D
Uhm... allora, secondo il tuo ragionamento, tutti i cicerone e le guide turistiche del mondo tromberebbero come i proverbiali ricci.
Non so perché, ma qualcosa non mi convince...

Roberta la Dolce ha detto...

Ho visto il famigerato film ed effettivamente fa venire una gran voglia di lanciarsi all'inseguimento di simbologie nascoste nella città eterna...
Consiglio a tutti di approfittare di questi giorni in cui non si muore ancora di caldo e di scoprire o di riscoprire la città più misteriosa e più bella del mondo.
Certo, poi se si ha un Robert Langdon personale, tanto meglio! ;-)

Christian ha detto...

Ma "er cuppolone" non è del Bernini, mi pare...

CyberLuke ha detto...

No, infatti. Lo dobbiamo a Michelangelo, che a sua volta si ispirò alla cupola della basilica di Santa Sofia ad Istanbul, progettata da Sinan, il più grande architetto turco di tutti i tempi, contemporaneo di Michelangelo e Palladio.
Personalmente, adoro quella basilica ancor più di quella in San Pietro: ha un equilibrio di forme mirabile che sembra gonfiata dal vento.

Licia ha detto...

ERRATA CORRIGE DALLO STORICO DELL'ARTE: Obietterei sull'imitazione di Aghia Sòphia...Sinan è praticamente contemporaneo di Michelangelo e nessuna evidenza ci dimostra che il nostro Buonarroti sia mai stato a Istanbul...
Una cosa entrambi hanno in comune: prendono elementi dell'architettura classica occidentale o islamica e li reinterpretano alla luce di una capacità tecnica sublime.
E con questo ho rotto l'anima anche oggi...

claudia ha detto...

beh, si', in effetti ho gradito molto avere una guida come te... peccato che il tempo e un po' di pigrizia non hanno giocato a ns. favore.
in ogni caso ho ri-scoperto anch'io luoghi, monumenti e chiese che avevo gia' visitato anni da fa semplice turista, e le ho riviste con i tuoi occhi e con il punto di vista di Dan Brown, che non e' esattamente il mio scrittore preferito, ma sicuramente sa scrivere bene.

Dama Arwen ha detto...

@ Cyber gemellino mancato: ADORO anche io Santa Sofia... O_O

Addirittura mi viene da dire di "Costantinopoli"...
La struttura è simile alla Cattedrale di Sofia

Se ami quel genere di edifici ti consiglio di visitare, a Padova, la chiesa di Santa Gisutina (quella che si affaccia su Prato della Valle).

Matteo ha detto...

DAN BROWN SA SCRIVERE BENE? 8O

claudia ha detto...

x Matteo : beh si' dai, almeno una buona scrittura gli va riconosciuta, poi il contenuto e' quel che e'...
diciamo che se non altro e' scorrevole.
peraltro dopo il codice da vinci non ho voluto leggere piu' niente di lui, perche' non e' proprio il mio genere preferito.

Alex McNab ha detto...

scherzi? Roma è bellissima.
Io amo la mia Milano, ma farei cambio AL VOLO.

Matteo ha detto...

x Claudia: boh, non voglio dir di no. Ma io ho mollato alla prima pagina Il codice da Vinci per quanto lo trovavo scritto male. Forse abbiamo gusti diversi :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...