sabato 4 luglio 2009

“iPhone ASS?!”

È sabato. Visto che Kappa è da tre mesi che latita con le sue Desktop Tales (amico, tutto bene da quelle parti?) per sorridere devo rivolgermi oltreoceano con i siparietti di Geek Culture.
Traduzione fatta a braccio dal sottoscritto, accontentatevi.
E ora andate pure in giro per saldi.

12 commenti:

Anonimo ha detto...

contando che scalda come un fornetto e si impalla come un vecchio pc overclockato, ho idea che l'ass sia quello dell'utonto che lo compra :D

Larsen ;)

Simone ha detto...

La mia prima macchina fotografica digitale è stata una Canon ASS 10 allora ^^. Ecco perché me ne sentivo tanto attratto in maniera subliminale!

Simone

CyberLuke ha detto...

@Larsen: non fare il puzzone, adesso.
iPhone è un oggetto caro ma funziona bene...e ne stanno vendendo a strafottere.
http://www.melablog.it/post/9128/att-iphone-3gs-e-stato-un-successo

@Simone: dici che ci sono messaggi subliminali nascosti nei nomi dei prodotti? È un'ipotesi interessante. Devo rifletterci.

Anonimo ha detto...

oddio :D non faccio il puzzone :D
ma se usi il gps per un'oretta, prepara il ghiaccio, o ti si scolorisce la scocca :D

Larsen

CyberLuke ha detto...

Apple stessa ha ammesso il surriscaldamento degli iPhone 3GS.
Dieci anni fa avevamo computer con una piastra a lamelle e una ventola che girava a 3000giri sul suo processore a 600MHz.
Oggi abbiamo iPhone, con una batteria a ioni di litio e una cover di plastica sopra il suo processore a 600Mhz con accanto un trasmettitore hsdpa a 7mbit e un ricevitore gps.
Bizzarro che nessun ingegnere a Cupertino si sia chiesto se avrebbe scaldato un po' più del "tollerabile".
Ma vedrai che il nuovo iPhone avrà la sua brava ventolina per abbassarne la temperatura. ;)

Luca B ha detto...

traduzione ok.

Anonimo ha detto...

certo luca :D la ventolina :D
e sara' piu' caro grazie a questa nuova feature! :D
sara' il nuovo "wind.phone", oppure "swirl.phone" o "air.phone" :D

e qualche altro pirla fara' la coda per accaparrarsi questo incredibile ritrovato della moderna tecnologia :D

toshiba monta cpu da 1Ghz ;) e non mi risultano ancora in rete problemi ti questo tipo.
ammettere di avere un problema (come le scocche dei macbook pro che si crepavano, o altre amenita' simili) e' un buon primo passo :D
il secondo sarebbe quello di ammettere di non saper progettare le cose ;) se non per renderle piu' fighette ;)
l'icoso ricordo che in italia, senza contratto costa da 500€ a 700€ e passa a seconda della versione... non propriamente un'oggettino regalato ;)

Larsen

I'm a PC ha detto...

Io che sono più tecnico per mentalità e formazione dico solo che il comportamento di iPhone è tutto sommato elettricamente e strutturalmente normale e in linea con altri dispositivi simili…
La questione è che quando si parla di Apple tutti “scendono in campo” a dare la loro versione e ciò che si verifica ovunque (riscaldamento di uno smartphone… uso il termine giusto, non surriscaldamento, rovente o altro), diventa automaticamente “un problema” su un prodotto Apple.
Purtroppo il marketing genera emozioni e spesso disinformazione (iPhone ne crea molta leggendo sul web, sia perchè è generalmente ambito e genera aspettativa, sia perchè le chiacchiere, fondate o meno, alimentano una sorta di “mito”… chi lo usa per quello per cui è stato concepito lo apprezza, per funzioni e anche per design certo, ma ha modo di valutare quanto ci sia di vero in ciò che si legge in giro)

Anonimo ha detto...

guarda, l'htc diventa tiepido, quindi si, si scalda quando lo stresso un po', ma non rovente...
non so se hai visto le foto in giro delle scocche icoso bianche addirittura brunite dal calore...!!!
le testimonianze dicono che non si riusciva nemmeno a tenerlo in mano...

e' normale che si scaldi un po' con l'uso intensivo (nav gps oppure giocando a qualcosa di stressante per l'hw), ma non che si scolorisca o che sia difficile da tenere in mano!!!....

Larse

I'm a PC ha detto...

Larsen: da ing. in telecomunicazioni ti posso assicurare che di normative e progettazione ne ho viste parecchie e quelle sulla temperatura di esercizio di un determinato prodotto permettono di fissare dei limiti operativi.
Questo perchè non stiamo parlando di tecnologia militare mission-critical ma di un prodotto consumer. Quelli che posso sembrarti degli errori di progettazione sono dei limiti dell’elettronica in quanto tale.
Se hai preso in mano uno schema tecnico di un qualunque circuito integrato (dalle didattiche porte logiche ai microprocessori), noterai che il produttore del componente stesso ne definisce temp max e minime di esercizio (spesso anche molto ampie, ma mai illimitate). Oltre quelle ti DEVI fermare, a meno che tu non sia disposto a vedere l’oggetto funzionare in modo inaffidabile o ad andare in fumo. Questa è tecnologia costruttiva, non sensazioni o desideri.

ZacMcKraken ha detto...

Sì però chi se ne frega SCUSA! Se tu mi vendi un oggetto a un sacco di soldi a me interessa fino a un certo punto che c'hai i problemi di proggettazione. Deve funzionare e basta!!!

Anonimo ha detto...

Il problema vero è che più si aumenta la potenza, più si aumentano i consumi ed il surriscaldamento. Un cellulare non dovrebbe eseguire applicazioni 3d ed avere un processore così potente perché di fatto per quello che deve fare un cellulare non serve.
Si cominciano ad avere su telefonini gli stessi problemi che si hanno sui pc, e questo non è un buon segno.
Io sono dell’idea che un cellulare debba fare il cellulare senza troppi fronzoli. Più cose un dispositivo fa, peggio le fa e più problemi ha. I dispositivi specializzati funzionano meglio e sono più affidabili, senza contare la maggior durata della batteria, cosa secondo me fondamentale.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...