lunedì 14 settembre 2009

[recensione] Segnali dal futuro

In realtà, poteva andare peggio.
È un pasticcio di generi, che parte come un horror, diventa fantascientifico e infine mistico-catastrofista, ha un finale epicheggiante ma non epico e addirittura un paio di sottofinali evitabili... ma ai punti strappa la sufficienza.
Alex dice le stesse cose (ma meglio) nella sua recensione.
Detestabili tutti i personaggi, dal primo all'ultimo (l'ennesimo film americano con bambini odiosi nel copione... ormai non commento neanche più), Cage è il replicante di se stesso, ma Proyas dimostra di possedere un certo mestiere e due ore di più che discreto intrattenimento domenicale ci stanno tutte.
Insomma, non è molto ma neanche pochissimo.
Ah... la scena del disastro aereo è quasi migliore di quella finale. Non socchiudete gli occhi.

7 commenti:

Il padrino ha detto...

Sono d'accordo su tutta la linea.
Indubbiamente la scena dell'aereo è davvero fica.

In molti punti il film fatica a reggere se stesso. Nel senso che ci sono diverse, facilmente individuabili, falle.

Ma sono degli effetti speciali da vedere.

Christian ha detto...

Visto anch'io ieri sera: mi e' piaciuto, riesce a tenere vivo l'interesse sino alla fine.
C'e' una puntata di masters of horror che ricorda questo film, e anche un episodio de "Ai confini della realtà'", peccato che non li fanno piu' vedere su SKY Max.

Roberta la Dolce ha detto...

Devo dire che non è dispiaciuto neanche a me! :-)
Per certi versi apre la strada a "2012" di Emmerich che avevi messo come uno degli "imperdibili" della prossima stagione cinematografica... La suspence non manca, gli effetti speciali sono molto realistici (il disastro nella metro è all'altezza di quello dell'aereo).
Sono d'accordo con te che un altro attore, dotato di maggiore espressività, sarebbe stato da par mio preferibile a Cage, ma pazienza. ;-)
Il finale sarà pure mieloso ma è coerente col resto della trama.

Simone ha detto...

Io mi aspetto una cosa tipo Io robot (visto che il regista è lo stesso) per cui non ho proprio voglia di andarlo a vedere. Poi se qualcuno dicesse che è un filmone... ma non mi pare proprio ^^.

Simone

Maura ha detto...

Ma abbiamo visto tutti lo stesso film sto we? Sarà l'effetto delle prime piogge?...
A me è sembrato nulla più che l' ennesima ciofeca cinematografica sulla fine mondo... e senza contare Cage (sempre peggio).
Un film noioso, inguardabile, scontato e malfatto, una storia scollata piena di deja- vu, un finale (nei campi di grano, la coppia di conigli) che appartiene alla comicità involontaria di questi maniscalchi del cinema.

Matteo ha detto...

Un film che più che apocalittico è demenziale. Cage insegna nell'università più importante del mondo una materia come astrofisica e domanda "è caldo il sole?". Mapperfavore.
Poi il finale... sulla linea tanto cara ai cineasti di oggi che amano mischiare in un calderone di mistero e stupoere apocalisse, tocchi di religione veterotestamentaria e - immancabili - gli alieni!
Per non parlare dei personaggi, sempre uguali. Lo stampino è ormai quello: eroe che non crede in se stesso, solo, moglie morta, figlio problematico a carico, incontra donna problematica ma disposta al sogno...

Ah. Io il film l'ho visto in originale. Cage è ancora peggio quando non è doppiato perché bofonchia...

Alex McNab ha detto...

Grazie per la citazione, ovviamente concordo con la tua valutazione.
Credevo peggio e - ahimè - ho visto moooolto di peggio.
Tutto sommato questo "Knowing" è godibile, anche se non è riuscito a convertirmi ai reborn christians :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...