lunedì 7 settembre 2009

Un'idea da toccare.

Persino i rumors sembrano andare soggetti alle mode... se fino a qualche mese fa non si faceva altro che vagheggiare di un ipotetico netbook che Apple avrebbe presentato per l'estate, oggi è sulla bocca di tutti il tablet che Jobs e compagni avrebbero in preparazione, una sorta di Macintosh semplificato e ridotto a uno schermo multi-touch da portarsi appresso come visualizzatore di contenuti multimediali di ogni tipo, e all'occorrenza, strumento per navigare in internet, scrivere, disegnare, suonare, fare il caffé e cambiare le gomme a terra.
L'altro giorno parlavo con Maurizio e, accordatici sulla premessa che Apple – nella posizione attuale – potrebbe mettere in vendita qualsiasi cosa, attaccarci il suo marchio e la venderebbe comunque, abbiamo fatto le seguenti considerazioni.
Un tablet Apple ipotetico avrebbe senso solo se:
1) costasse molto meno del più economico dei portatili Apple (950 euro).
2) fosse più piccolo del più piccolo dei portatili Apple: schermo di al massimo 12″, sarebbe grande come un quaderno, lo si infilerebbe dappertutto e sarebbe abbastanza leggero da portarselo in giro senza zavorrare. Dovrebbe comunque avere uno schermo in plastica e non in vetro, perché sarebbe troppo esposto a rotture causate da urti e cadute.
3) avesse una batteria a lunga, LUNGA durata. 6 ore direi che sono proprio il minimo.
4) non avesse capacità telefoniche, perché andrebbe ad erodere quote di mercato di iPhone.
5) dovrebbe comunque fare molte più cose di un iPod Touch, per non diventarne una specie di fratello sovradimensionato andandone ad erodere le quote di mercato (a meno che non tolgano il Touch dalla circolazione, che continuo a vedere come uno strano gemello sfortunato dell’iPhone, ma senza telefono).
6) avesse un lettore DVD integrato e un card reader ma nemmeno una porta USB: di fatto, se ne avesse una (ma anche il bluetooth), gli utenti gli attaccherebbero una tastiera e diventerebbe un portatile a tutti gli effetti, e questo ad Apple non può andare bene.
Inoltre, che sistema operativo dovrebbe montare? Una sorta di Mac OS X "azzoppato" o un OS Phone evoluto? Vi girerebbe, che so, Photoshop o Microsoft Word o verrebbe fornito con una versione speciale della suite iLife o al massimo iWork? E i documenti prodotti come potrebbero "uscire" dal tablet? Masterizzati su CD/DVD o dotandolo di una scheda di connessione a una rete Ethernet?
Personalmente, credo poco a un progetto del genere, anche se ne riconosco delle intriganti potenzialità, specie tra un pubblico giovanile. E del resto, qualcuno in Apple un pensierino deve avercelo fatto, visto che le immagini qui sotto si riferiscono a un brevetto che ha depositato pochi mesi fa... il che non garantisce nel modo più assoluto che si tradurranno in un prodotto destinato al commercio, ma per molti è più che sufficiente per sognare.

13 commenti:

Taka ha detto...

mah, sono anni che sento girare sta voce e finora l'unica cosa che ho visto è il costosissimo modbook.

la tecnologia multitouch è presente in alcuni tablet pc attualmente, ma almeno da chi li usa per disegnare è trovata scomoda rispetto a quella tradizionale.

comunque non condivido la questione dell'usb: è il metodo più pratico per importare ed esportare cose la chiavetta, mentre direi che del lettore-masterizzatore ne potrebbe tranquillamente fare a meno. ;)

P.S.
piacerebbe sapere chi è il folle che ha disegnato quella mano! °_°

Anonimo ha detto...

il disegno della mano vuole significare che solo un'alieno con meta' delle dita palmate puo' usare a pieno questo futuro oggetto del desiderio dei "melomani"... (il riferimento all'opera e' solo legato agli urli dei soggetti prima di pagare il conto :D)

Larsen

CyberLuke ha detto...

@Taka: guarda, fosse per me metterei l'USB pure al frullatore, ma la politica di Apple degli ultimi anni è improntata a una certa chiusura, e se ha in mente che con un suo apparecchio tu devi farci un certo tipo di cose e non altre, stai certo che farà di tutto perché tu possa farci SOLO quelle, anche quando in realtà le potenzialità sarebbero di gran lunga superiori.
È politica.
Se mettessero un'USB sul tablet, un attimo dopo chiunque ci attaccherebbe una tastiera da 20 euro e lo userebbe come un simil-portatile, e Apple venderebbe di colpo meno portatili.
Poi magari mi sbaglio, eh, ma una pensata simile devono averla fatta.

Gloutchov ha detto...

Concordo con Taka al riguardo della USB. Il masterizzatore avrebbe poco senso, se non per vedere film sul tablet. Ormai i dati si trasferiscono tramite memorie di massa (chiavette, schedine di memoria, etc etc) per cui, un ingresso usb, oppure un ingresso per le SD Card, dovrebbe esistere.

Anche il bluetooth non dovrebbe mancare. Esso consentirebbe l'utilizzo di cuffie senza fili, specie ora che pure i dispositivi Touch sono in grado di trasmettere via bluetooth audio digitale di qualità così da permettere l'ascolto di musica (ma anche l'audio dei film, o le composizioni con garageband) tramite cuffie senza fili.

La connessione di una tastiera non andrebbe a "rovinare" il mercato dei portatili... credo infatti che verrebbe usata solo saltuariamente e sicuramente non mentre si è in viaggio. Una cosa è portarsi dietro un oggetto sottile e di piccole dimensioni, un'altra è portarsi dietro lo stesso oggetto con annessa tastiera (che sia a filo o bluetooth è indifferente).

Quanto al prezzo... ho sentito dire che potrebbe aggirarsi tra i 500 e i 700 dollari... boh! mah! chissà!

CyberLuke ha detto...

In teoria, anche iPhone e iPod Touch avrebbero il bluetooth... in pratica, ne hanno una versione "castrata", che può collegarsi solo a ciò che dice Apple.
Tanto oscurantismo è inaccettabile da un'azienda innovatrice.

Simone B. ha detto...

Certo che questo terminale ha scatenato una bella telenovela...
Credo sia praticamente scontato che il SO utilizzao sarà quello di iPhone, piuttosto mi lascia perplesso il costo, che – se mai uscirà – sarà a metà strada tra un iPhone 3GS 32GB e un MacBook bianco. Forse vogliono coprire quella fascia di prezzo, quindi direi sugli 800 euro.
Personalmente, non spenderei mai tanti soldi per una cosa così, ma come dici giustamente, ormai vende qualsiasi cosa targata Apple.
Ma l'evento è domani?

Taka ha detto...

perchè mettere in un tablet pc il sistema operativo dell'iphone? o_O

alla fine apple potrebbe chiamarlo in qualsiasi modo ma non sarebbe nient'altro che un tablet pc slate. ;)
sono in giro da tanto tempo, anche se qui da noi non vanno...
attualmente hanno una potenza paragonabile a quella di un comune portatile di fascia medio-bassa (gli slate, i convertibili invece a quelli di fascia media)

in quanto al prezzo... ne dubito considerato che in media un tablet costa sui 2000 dollari e apple non è certo un'azienda che regala niente a nessuno!
anche se sarebbe bello... >_>

dandia ha detto...

Se mi cambiasse le gomme a terra lo comprerei... :)

Leo ha detto...

Anch'io sono perplesso.
In particolare, non so se al mondo serve davvero un tablet (ma in fondo, si diceva così pure prima dell'iPod), ma volendo proprio immettere sul mercato un nuovo un device portatile, che sia assieme un computer, telefono, lettore digitale, questo deve necessariamente rispondere a due attributi:
1) massima portabilità. Dev'essere quindi leggero, sottile, con uno schermo grande abbastanza per visualizzarci pagine Web, foto e video senza dover stropicciare troppo gli occhi e un’interfaccia di navigazione realmente “user friendly”.
2) estesa connettività (wireless).
In aggiunta dovrebbe essere dotato di batterie dalla durata di 10 e passa ore, chipset 3G, ricevitore Gps, grafica 3D e supporto per video ad alta definizione.
In poche parole un prodotto tecnologicamente avanzato e (almeno sulla carta) e il più funzionale possibile, un prodotto ideale come secondo device elettronico personale.
Non so, magari così concepito potrebbe anche avere successo... ma quanto costerebbe?
Forse ha ragione Cyberluke quando scrive che comunque ne venderebbero, ma fino a che punto Apple può permettersi di spremere le tasche dei suoi utenti?

dactylium ha detto...

Io lo vedrei anche come un fratello sottodimensionato e touch del computer portatile per eccellenza di Apple, vale a dire il MacBook Air.

Poi non so se, immesso sul mercato, eroderebbe effettivamente quote all'Air, o piuttosto al MacBook (Pro) da 13 pollici.

Non lo vedo invece come concorrente di iPhone o iPod touch, perché dovrebbe garantire prestazioni nettamente superiori ed essere più computer e meno palmare.

Ora una cosa che non c'entra nulla coll'oggetto del post.
Volevo sottoporre alla tua attenzione di grafico pro, Cyber, questa carrellata di icone di Snow Leopoard.

clic

Come ben sai, ora la dimensione massima è di 512*512 pixel. C'è davvero da lustrarsi gli occhi.
Mi domando però, a questo punto, se delle icone vettoriali non siano la soluzione definitiva.

Cosa ne pensi?
Grazie.

Ciao, dacty

CyberLuke ha detto...

L'evento Apple è domani (mercoledì).
I tanto vociferati iPod con fotocamera sembrano assai più probabili del tablet, ma ormai ho accantonato qualsiasi previsione quando si tratta di Apple.

Fra le novità di Snow Leopard, quella che interessa tutti gli utenti è il notevole ridimensionamento (verso il basso) delle dimensioni di molte applicazioni di sistema. Questo obiettivo è stato raggiunto grazie all’adozione della Risoluzione Indipendente e alla modifica del sistema di localizzazione.

Le icone di Leander Kahney ricalccano sostanzialmente quelle di sistema: belle e funzionali, quindi. ;)
La Resolution Indipendent, invece, è un sistema – introdotto già con Leopard – che sostituisce elementi grafici bitmap con elementi vettoriali scalabili senza perdita di qualità; questa opzione permette un ridimensionamento delle dimensioni dei vari software (tutti più snelli) proprio perché i vari elementi dell'interfaccia ora sono vettoriali.

Roberto ha detto...

Che dire, sei un vero Apple-guru. ;)
Anch'io sono curioso di vedere cosa presenterà Apple domani. Agli altri, le partite di calcio, a noi gli apple-event con popcorn annessi... l'attesa è la stessa!

dactylium ha detto...

La carrellata sul blog di Kahney presenta in effetti solo le icone di sistema svelate in tutto il loro splendore alla nuova risoluzione.

Si evince una cura per il dettaglio davvero notevole.

Però non ho capito se in SL le icone di sistema siano vettoriali.
Ho più l'impressione, ma potrei sbagliarmi, che si tratti ancora di immagini bitmap di varie dimensioni.

Ciao, dacty

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...