venerdì 27 novembre 2009

Famosi in tutto il mondo.

Negli ultimi anni ci siamo guadagnati una brutta fama oltreconfine.
E quando, dopo che nelle barzellette, finiamo negli spot pubblicitari, è il segno che abbiamo toccato il fondo.

24 commenti:

Christian ha detto...

Deprimente...

Sogno ha detto...

Non solo Berlusconi, ma anche la mafia :)
Siamo uno zimbello planetario.

Nihil ha detto...

volete altri spot come questo? ce ne sono a bizzeffe anche in olanda!
http://www.youtube.com/watch?v=ohveG2p9ADo

http://www.youtube.com/watch?v=Wkb5BTAx45Y

o in germania

http://www.youtube.com/watch?v=rGbxpAPqyfI&NR=1

http://www.youtube.com/watch?v=F7A1khRjNq0

credo ci siano altri esempi... ma è inutile andare avanti.

Guardiamoci allo specchio, seriamente: la maggioranza degli italiani è in condizioni mentali vergognose, la restante parte che magari ancora ha il cervello che cammina non ha la voglia o non può cambiare l'andazzo generale.
Negarlo? Inutile. Dicendo così si scredita anche l'Italia che ragiona? meglio, così magari si incazzano e cambiano qualcosa.
La finissero tutti di incazzarsi solo se la squadra finisce in serie B e cominciassero a protestare per le cose giuste!

mcnab75 ha detto...

Vorrai dire quando FINISCE in tutto il mondo...
Non è il mio presidente.

Simone ha detto...

Quello che mi scoccia è che pubblicità idiote come questa vengono prese seriamente o come fossero un giudizio politico attendibile o "super partes". La musica col mandolino rappresenta la mafia. Ok, wow, che ridere. Ma sì, i napoletani devono essere tutti mafiosi, lo dice la pubblicità di Le Monde!

Simone

Giovanni ha detto...

trovo molto più inquietante e spaventevole la "visione" immediatamente precedente (quella della maafia, per intenderci). E poi, che cazzo vogliono i francesi di LeMonde? Loro hanno come presidente Sarkozy che quanto a donne non mi pare che si comporti tanto meglio.
E poi, diobono, almeno sono donne!

eccheccazzo!

N.A.

CyberLuke ha detto...

@Simone: questa pubblicità, tutt'altro che idiota, è solo un segnale.
Uno dei tanti, che arrivano a pioggia da chi ci guarda da fuori e forse vede meglio ciò a cui noi siamo assuefatti.
E screditarli è da sempre una delle armi preferite di chi occupa certe posizioni ed è fermamente deciso a non mollarle.

CyberLuke ha detto...

@Giovanni: i mangiarane non sono simpatici neanche a me, e il buon Sarkozy ha i suoi begli scheletri nell'armadio.
Detto questo, a questa stregua, nessuno può dire più niente, perché si può trovare qualsiasi cosa che sia appena meno che integerrima nel pedigree di chiunque.
Troppo comodo.
Abbiamo un ducetto da due soldi che si autoproclama il miglior premier degli ultimi 150 anni e il minimo che possiamo aspettarci sono gli sfottò.
Abbozziamo e cerchiamo di migliorarci.

Simone B. ha detto...

C'è ancora qualcuno che cerca di mettere una toppa alla mafia.
Quando è una Vergogna con la V maiuscola, e stiamo a cavillare se c'è uno spot col mandolino sotto.
Che ipocrisia.

Maura ha detto...

Non solo: c'è ancora qualcuno che cerca di mettere una toppa al Berluska.
Anche se sodomizzasse una bambina in diretta tv, ormai, ci sarebbe qualcuno che lo giustificherebbe.
QUESTO è spaventevole.

Barbara ha detto...

Viviamo in un Paese dove si vota CONTRO qualcuno piuttosto che PER qualcuno... se dall'altra parte è ancora peggio, non è una scusante per tenerci i cialtroni che abbiamo adesso.

Le prese per il culo internazionali non ci arrivano solo dalla Francia, svegliatevi.

Giovanni ha detto...

Purtroppo è vero che il nanerottolo è il migliore premier che abbiamo, magari non da 150 anni ma dai tempi del mascellone si. Vorreste per favore indicarmi i nomi di primi ministri italiani dal dopoguerra che possano essere presi ad esempio?

Ciampi? mai eletto da nessuno.
Prodi? l'uomo dell'euro.
Dini? lo scippo delle pensioni.
D'Ulema? bombe sui Serbi.
Andreotti? non è mafioso, no.
Amato? ISI/ICI, Tassa sulla salute etc.
Craxi? oops.
Fanfani, De Mida, Leone etc?

Berlusconi all'estero fa ridere e in italia fa piangere, ma sta solo facendo quello che hanno fatto finora tutti gli altri: danni. Solo che i comunisti vorrebbero avercelo loro il loro primo pagliaccio al circo. Tutto qui.

E non incazzatevi se vi definisco comunisti, è quello che siete ma ve ne vergognate per i trascorsi dei Comunisti (quelli con la C maiuscola). Chi sostiene il berlusca (ma io no, eh? io no, io non sono razzista... però...) spesso lo fa in apnea, come diceva Montanelli: turandosi il naso.

in amicizia
N.A.

Simone ha detto...

Secondo me chi è tanto fissato a dire sempre che gli altri statti europei sono "meglio" all'estero non c'è andato mai. Ogni cosa che succede c'è qualcuno che dice "solo in Italia solo in Italia" quando versioni personalizzate di lodi vari e immunità, mafia, zoccole, razzismo, droga e tutto il resto sono in ogni paese e anche peggio e di più.

Il fatto è che se i segnali li diamo noi allora siamo razzisti e intolleranti, se ci prendono per il culo invece stiamo tutti lì a giustificare quello che ci è stato detto. I politici italiani forse rappresentano semplicemente quello che siamo, un popolo di senza palle.

Simone

CyberLuke ha detto...

@Giovanni: non è una buona ragione per tenersi il meno peggio.
Come ha scritto qualcuno, votare contro e non per qualcuno è una gran tristezza.
C'è un sacco di gente, indipendentemente dal suo colore politico, che, anche se non finisce sui giornali, sono i veri eroi di questo Paese, riuscendo a mantenere la propria famiglia camminando sul filo mentre da sotto qualcuno gli tira sempre più freccette, e tutta questa gente si merita qualcosa e qualcuno di meglio dei Berlusca, Prodi, Andreotti, eccetera eccetera eccetera.
Poi non so di chi parli quando ti riferisci ai "comunisti", per me quella parola è desueta quanto "velocipede", ed è buona solo per colorire un po' i discorsi (e lo stesso vale per "fascisti", sia chiaro).

@Simone: come già detto, il fatto che all'estero si sguazzi nella melma come e peggio che da noi, non è una giustificazione. Anzi.

Gaia ha detto...

Incredibile come a qualcuno gli tocchi il Nano si indignano peggio che se gli rigassero la macchina.

(firmato, una che non ha mai votato PCI, nel caso ve lo chiedeste...)

Simone ha detto...

Cyber: no che non è una giustificazione. Solo a sentire certi discorsi a volte pare di vivere nel paese peggiore del mondo, ma non è vero.

Sarebbe da chiarire questa schizofrenia che tutti dicono di odiare Berlusconi, che poi però invece ha vinto e lo amano tutti (anche troppo, visto i trascorsi della sua vita privata). La cosa notevole è che senza il casino che hanno tirato su a sinistra quando si è presentato a quest'ora Berlusconi non esisterebbe più, mentre senza Berlusconi non esisterebbe questa sinistra, della quale è l'unico collante.

Io proporrei di proporre (ehm) altri politici un pochino meglio degli attuali, cosa impossibile finché il 99% degli esseri umani pensa Berlusconi = Lazio e Antiberlusconismo = Roma e come gli tocchi la bandiera del cuore s'inviperisce e insulta tutti abbasso Lazio Roma merda e chi non salta va in serie B.

Simone

The_Economist ha detto...

Comunisti? fascisti? Berlusconi? Prodi?
Ma che differenza fa?
All'interno di un sistema marcio, con senatori ultrasettantenni, con politici dalla carriera trentennale, con amministratori nominati dal Potere, possono esistere solo mele marce.
Non ci sono distinzioni di colore.
Il sistema italiano è strutturato in modo che chiunque riesca a raggiungere una di quelle poltrone foderate di rosso, potrà fare i suoi comodi.
Chi non si adegua non fa carriera e quando, di solito per caso, arriva a un posto di comando, non vi resta a lungo. Il sistema se ne libera con le buone o con le cattive. Può valere per un magistrato rompicoglioni o per un qualunque consigliere comunale che metta in discussione un piano regolatore che favorisce la speculazione edilizia.

Maura ha detto...

E' incredibile quanto diventino sempre più fantasiose le giustificazioni dei sostenitori del nano...
Del resto, ogni regime che si rispetti, ha sempre avuto i suoi scribacchini che mettevano in fila le paroline giuste.
Ma mai come adesso devono arrampicarsi sugli specchi.

Anonimo ha detto...

c'e' da dire che questo tipo ci "eventi" vengono fuori quando parti che compongono l'esecutivo (l'opposizione fa parte dell'esecutivo) si fanno uscite in stile tonino con la sua vergognosa pagina comprata sui giornali stranieri eh.

senza contare che, per quanto vi possiate sbracciare nel dire che l'informazione e' pilotata dal pdl, non e' storicamente vero: giornali, giornalai e giornalisti sono tutti per la maggior parte di sinistra... sono una sparuta minoranza quelli di destra, e spesso al "confino" in testate prive di spessore.

il problema dell'italia, non e' misterB di turno (tanto ce ne sara' sempre uno), ma gli italiani... e questo dai tempi dei romani, non e' storia recente il lassismo e il modo di fare tutto italiano.

Larsen

Licia ha detto...

Oh, ma com'è che qdo si parla di Berlusca tutti ce l'hanno con lui, ma ha vinto le elezioni? Io non l'ho votato e sì, sono comunista, per quanto desueto sia...ma se tutti non lo reggono, mi fate conoscere qcuno che l'ha votato?

Giovanni ha detto...

Quoto Larsen, quoto Simone.
Gaia e Maura voglio tranquillizzarle: NON SONO un berlusconiano, sono LEGHISTA!
TIÈ! Razzista, becero, ignorante, rozzo, intollerante, secessionista e antidemocratico (mica come i B.ravi R.agazzi dei centri sociali) e ho pure l'alitosi. Che schifo.

Eppure il mio primo voto lo ha preso il PDUP (chi se lo ricorda il Partito di Unità Proletaria?), poi i radicali, poi i verdi e adesso la lega. Un bel percorso, eh?

Ma un percorso ovvio, perchè da quando questa sinistra "sinistra" insiste a frignare che è tutta colpa di qualcun altro (adesso del nanetto cattivo, prima dei borghesi, prima ancora dei padroni) e continua a cincischiare come una verginella biancaneve invece di proporre cose concrete (perdio, che capiscano anche i laziali e i romanisti!), il tappetto continuerà a sbeffeggiarci tutti.
Se solo i tromboni del partito-che-era-comunista-ma-che-adesso-se-ne-vergogna avessero accettato la candidatura di Grillo alla segreteria, adesso ci sarebbe una chance di avere una specie di alternativa/opposizione come minimo non appiattita sulle solite fregnacce buonisto-piagnucolose.

Per battere un buffone come berlusconi ci vuole un comico come grillo. Ma per fortuna(??) non lo hanno capito. Non c'è dubbio che qualunque sia il governo in carica è quello che gli italiani si meritano: io mi dolgo soltanto di essere in un paese occupato.
E lanciatemi pure tutti gli anatemi che volete. :-P

Uapa ha detto...

Non provo grande simpatia per i cugini Francesi, mi spiace :-S
Detesto le generalizzazioni, l'Italia non è solo questo... Ma capisco che purtroppo è anche questo...
D'altronde finché la gente non si sveglia e non fa sentire la sua voce, partendo dalle piccole cose, del tipo "Che caspita fai, fumi sull'autobus?" non riusciremo mai a toglierci di mezzo certe piaghe... E a scrollarci di dosso certi giudizi...
ogliamo cambiare e fare la rivoluzione, ma all'atto pratico buona parte si tira indietro...
L'Italia non è solo questo ç_ç

Anonimo ha detto...

E un pensierino sulle elezioni... Siete davvero convinti che esistano destra e sinistra? E che davvero siano gli uni contro gli altri? E che magari considerino davvero i risultati delle elezioni?
Paghiamo questi signori ogni mese con le nostre tassaccie e non ho visto ancora nessuno che abbia fatto qualcosa per l'Italia.
Sinceramente mi sto cominciando a stancare.
Dai, ci ritroviamo tutti davanti al Parlamento per ricordargli più o meno civilmente che lavorano per noi? ^^'

Planetary ha detto...

Ops, manca il mondo a forma di fungo nucleare, ma guarda te :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...