lunedì 28 dicembre 2009

Norme di buon vicinato.

Una sera di Santo Stefano di non molti anni fa, ricordo distintamente, ho invitato a casa alcuni amici intimi.
Abbiamo mangiato, bevuto, giocato alla tombola con la frutta secca, e uno di loro ha portato pure un DVD di quelli... vabbé, avete capito. Basta che cerchiate "Audrey Bitoni" su Google e capirete subito con quale musa avevamo deciso di dilettarci.
Poi sarà stata l'una, l'una e mezza, che ora avevamo fatto? L'una... ho acceso il lettore CD e ho messo, di fila: Twist and shout dei Beatles, Stop the rock degli Apollo 404 e Pretty Fly for a white guy degli Offspring.
A un certo punto, a metà del coretto suona il campanello.
La signora dell'appartamento di fianco. Guardo dallo spioncino: è molto incazzata.
Decido che giocherò in attacco: "Sera-signora-auguroni-scusi-sa-ma-ci-sono-amici-smettiamo subi..."
Niente. "Mio marito", attacca lei, "le-fitte-ci-arriverà-anche-lei-ad-una-certa-età-domani-si-lavora. Noi!"
"Anche noi", dico io e intanto tossicchiavo per evitare che la signora sentisse i mugolii di Audrey in soggiorno... "No, è il gatto"... mmm... "è mezzo persiano..." mmmm, ya, ya... "molto malato. Mi scusi ancora".
Niente. "no-perché-mio-marito-le-fitte-ci-arriverà-anche-lei-ad-una-certa-età. Noi. La-notte-è-fatta-per-dormire. Noi. Il-regolamento-condominia..."
Basta. Cambio strategia: "Vuole una fetta di pandoro? Un limoncello? Lo ha fatto mia nonna... povera nonna... ma lo sa che un po' le somigliava?"
Niente ancora. "No-lei-deve-piantarla-di-fare-confusione-a-quest'ora. Noi. Che-poi-chissà-cosa-fate-di-là-si-senton-delle-urla". Uaaooo, ya, ya... "È il gatto!" Mmmmwwaaaooohhh.... "Sta un po' meglio eh..."
Niente. "No-lei-deve-piantarla-di-fare-confusione-a-quest'ora. Noi. Che..."
"Basta! Insomma, io ho un grande rispetto per gli anziani, la mia libertà finisce dove inizia quella degli altri, sono cose ovvie, credo nel dialogo e nelle buone maniere, però lei non mi lascia scelta. Le dò un consiglio: adesso lei prenda due bei divanetti, li porti davanti al cimitero, lì c'è silenzio e può aspettare la morte tranquilla. Nel frattempo, buon anno".

16 commenti:

Anonimo ha detto...

c'e' gente che piu' invecchia, piu' vive per rompere i coglioni...

Larsen

Dalek ha detto...

La tua vicina se l'è cavata ancora bene...

Marcus ha detto...

Complimenti per la scelta... Con la Bitoni si va sul sicuro! ;) Un po' mi mancano queste serate tra soli maschietti!

Roberta la Dolce ha detto...

Che gatti strani che hai... :-D

dandia ha detto...

Rinuncerei a nascere donna nella prossima vita solo per provare quella complicità schietta e triviale che caratterizza le serate per soli maschi. :)
Certo che 'sti vecchi hanno l'orecchio fino...

Taka ha detto...

però il fotomontaggio fa schifissimo sà? :p

hihihihi ^o^

Ariano Geta ha detto...

Vado controcorrente, e capisco il punto di vista della vecchietta. Sarà che una volta ho dovuto ingaggiare una vera e propria guerra con quelli del piano di sopra che quasi ogni giorno facevano un casino pazzesco in modo particolare fra le due e tre di notte :-/
E' stata una guerra tattica in cui, dopo aver chiesto educatamente varie volte di fare silenzio e non aver ottenuto nulla, sono passato alle più subdole tecniche di guerriglia condominiale (segretissime, non le svelerò mai a nessuno). Risultato: dopo due mesi quelli del piano di sopra hanno traslocato :-D

Angel-A ha detto...

xAriano: sì, ti capisco, io avevo i vicini che sembrava non avessero bisogno di lavorare e facevano SEMPRE tardi la sera, musica, televisione, playstation, chiacchiere una sera sì e l'altra pure... è stato in quel periodo che mi sono dovuta abituare ai tappi per le orecchie, grandissima invenzione dell'ingegno umano!

Alla fine, quando ho capito che questi la mattina se la dormivano fino a tardi, ho preso l'abitudine di prendermi una piccola rivincita: quando mi alzavo (alle 7.15) e mi infilavo in bagno, accendevo la radio a tutto volume e la lasciavo così finché non uscivo... ^__^

Da un anno non ci sono più, e la pace è tornata.

x Cyber: ma che vi guardate, zozzi??!!! ^o^

Leonardo ha detto...

I regolamenti condominiali sono un coacervo di assurdità... mio padre ha fatto l'amministratore per qualche anno e ne ho letto qualcuno e sembrano le regole di comportamento di un lager nazista... in pratica è vietata qualsiasi cosa: annaffiare, stendere i panni, appoggiare la bici al muro, ritirare la posta senza aprire la cassetta con la chiave (giuro!), mettere uno zerbino fuori formato... cose che voi umani...
certo, poi c'è la buona educazione e i suoi ovvi limiti, ma fare casino una o due sere l'anno è accettato e compreso un po' da tutti.... o quasi... ;)

Yeeshaval ha detto...

Potevi accelerare tu la dipartita della vicina...

Ranxerox ha detto...

Massimo rispetto per quello che fa Audrey e come lo fa, e, in genere, per tutti i professionisti seri. ;)
La tua vicina almeno avrebbe dovuto riconoscere questo.

Maura ha detto...

Cyber: se la facevi entrare, quella vedeva la BItoni in azione, ci restava secca e te ne liberavi per sempre.
Dovevi cogliere l'occasione. ;)

Anonimo ha detto...

Certo che la vicina aveva ragione. Mi stupisco che tu non abbia capito quante volte avrà indugiato prima di venirti a suonare alla porta. L'imbarazzzo provato, la rabbia repressa, la vergogna subita. Ti lamenti perchè non cedeva alle tue prese per il culo, pensa a quanto ti ha sopportato PRIMA. Mettici anche la la "gatta" che "miagola"... Ringrazia dio che è salita lei e non il marito se no finivi al telegiornale.

CyberLuke ha detto...

Caro anonimo, sulla sopportazione abbiamo tutti qualcosa da dire, ti garantisco.
Come ti garantisco che la cara signora non era tipa da "indugiare".

Maura ha detto...

Cyber, ringrazia Dio (che, tra l'altro, si scrive con la "d" maiuscola).

Uapa ha detto...

Il mio vicino di casa si alzava alle 6:00 del mattino, convinto di essere un Power Ranger. E cominciava a saltare percasa, ino a far tremare i vetri del nostro appartamento... Il che ti urta i nervi, specie quando poi sua madre ti rinfaccia che ascolti la radio ad alto volume il pomeriggio alle 17:00... quindi capisco il punto di vista della vecchietta...
Però caspita, durante le feste, un po' più di elasticità, signora!!! XD

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...