venerdì 8 gennaio 2010

[The art of] Matteo Borelli

Prendiamola larga.
Interpretare la realtà, in due parole, significa vedere in modo nuovo e trasferire, ad esempio in un'immagine, la propria visione personale del mondo.
Esiste una stretta relazione tra la percezione della realtà e la creazione di immagini (od oggetti) artistici.
Se volete esprimere anche voi il vostro pensiero, traducendo la realtà nella vostra interpretazione di essa, dovrete imparare ad utilizzare il linguaggio visivo, e sforzarvi di comprendere il processo intellettuale che sta dietro la genesi di un'immagine fatta da qualcun altro.
Potete costruirvi il vostro personale punto di vista per fasi successive... attraverso lo studio di un oggetto o di una persona reale progressivamente modificato attraverso un processo di deformazione espressiva o di idealizzazione.
La strada percorsa – ad esempio – da Matteo Borelli è quella della stilizzazione condotta attraverso le affinità delle forme con le parole che esse suggeriscono, ma soprattutto con le suggestioni da esse evocate.
E, volete sapere la cosa più divertente?
Che queste (e altre) grafiche che vi propongo di seguito, Matteo le ha realizzate a tempo di record, durante una sessione di Skype improntata – tanto per cambiare – al puro cazzeggio... e ciò le rende, almeno ai miei occhi, più notevoli di tanta altra roba simile che pure si trova in giro.

16 commenti:

Angel-A ha detto...

Wow, sarebbero dei bei poster... mi piace moltissimo quello di Obama! ^__^

Ettone ha detto...

Belli!!! Forse l'unica che mi piace meno perché non amo quei colori è quella di Valentino, anche se Valentino va alla grande!!!

Bravooo

Christian ha detto...

Semplici, ma intelligenti.
E bravo Matteo. ;)

Uapa ha detto...

Belli :-)

Maura ha detto...

Quello di Valentino è molto azzeccato, ma anche Ray Charles funziona bene come poster... se poi li ha fatti in brevissimo tempo come scrivi, direi che ha una certa predisposizione per questo tipo di cose.
Sarebbe bello vederlo all'opera su temi come quello proposto da te qualche tempo fa sulle serie televisive.

Alessandra ha detto...

Li avevo visti su Facebook, mi piacciono moltissimo. Il mio preferito è quello di Obama :)

Matteo ha detto...

Grazie a tutti per i commenti. In realtà ci vuole una piccola spiegazione. La cosa nasceva come sfida fra me e Luca proprio a proposito di quel post sulle grafiche minimaliste per le serie TV, che non mi impressionarono più di tanto. Allora nacque (per puro cazzeggio) questa sorta di competizione. Luca mi dava un soggetto e io dovevo "graficarlo" entro 3 minuti (con lui che mi pressava via skype, fra l'altro...). Ne uscì fuori questa serie, che francamente è esagerato definire "Art of...", perché sono tutte cose magari carine ma piuttosto semplici :).
In ogni caso, la via minimalista mi attira molto; la rappresentazione grafica di un concetto (più è complesso meglio è) è estremamente affascinante a mio avviso. È una via che seguirò e spero mi porti a risultati sempre migliori, visto anche che l'arte "come-si-deve" sono incapace a farla :D

Anonimo ha detto...

avrei preferito un fondo nero :D
le modalita' mi ricordano un po' il gioco pictionary...

Larsen

Roberta la Dolce ha detto...

Tutti molto interessanti ed azzeccati!
Bravo Matteo! :-)

Matteo ha detto...

Grazie Roberta, felice che tu abbia trovato il post :)

erik ha detto...

3 minuti..??
magari non è arte..ma c'è una grande lucidità in ognuna di queste realizzazioni, complimenti mattè..

Matteo ha detto...

Grazie Erik, in effetti non sono nemmeno l'ombra di un artista :)

avellagfx ha detto...

bella storia, complimenti!

Alberto ha detto...

Siete due cazzari.
:P

Anonimo ha detto...

quello dell'ultimo commento
ero io

Alce

Matteo ha detto...

Oggi siamo a uno "sfigato" e un "cazzaro". Ma so che puoi migliorare! :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...