mercoledì 27 gennaio 2010

Guarda e impara, 18

Forse già saprete che, a seconda dei Paesi, la legislazione in fatto di pubblicità è diversa.
In alcuni Paesi è ammessa, ad esempio, la pubblicità comparativa, che mette a confronto due o più prodotti allo scopo di esaltare i pregi di quello che si sta promuovendo, in altri (come l'Italia) è possibile ma entro gli (stretti) vincoli dettati dall'articolo 3 bis del decreto legislativo 74/92, in altri ancora è del tutto vietata.
In parecchie nazioni è lecito pubblicizzare sigarette, alcool e armi, in altre non potete usare bambini, donne poco vestite, allusioni sessuali di nessun tipo e via così.
Prendete l'America, nazione per parecchi versi sessualmente repressa: la loro legislazione in materia prevede – tra le altre cose – che gli annunci pubblicitari non possono fare affermazioni che lascino intendere che la propria capacità di attrazione sessuale (o, addirittura le prestazioni sessuali) saranno accentuate dalla scelta della birra, vino o liquore "corretti".
Il che ha un senso, dopotutto.
Al contrario, il Giappone non ha nessun vincolo in questo senso... e la Ogilvy giapponese ne ha approfittato per stampare questa serie di annunci quando si è trattato di lanciare la birra Corona sul mercato nipponico, con il payoff grind in deeper.
Troppo espliciti?
Dipende da dove vivete, signori.

15 commenti:

elgraeco ha detto...

A me non dispiace, ma qui sarebbe IMPOSSIBILE.

:P ciao!

p.s.: occhio! La seconda immagini (su 4) non si vede! ;)

elgraeco ha detto...

Be', ripensandoci -scusa per il doppio post- mi sovviene una pubblicità di una compagnia telefonica nostrana che non andava troppo per il sottile, il cui motto era "Liberi di scegliere" e il sottinteso sessuale era molto esplicito...

ri-ciao!

Ettone ha detto...

Niente male...

Bhe, in TV e sui giornali da noi c'è di peggio e dopotutto i particolari di questa campagna non sono così sconci... trovo molto più triste, diseducativo, volgare, di basso livello, vedere persone in TV che litigano con altri alzando la voce... o ancora peggiooooo: persone che nei reality show fanno a gara di ignoranza... e non sanno rispondere a domande del tipo "chi è il Presidente della Repubblica"...

A mio figlio/a insegnerò a godersi l'erotismo, anche con una buona birra, ma soprattutto cercherò di fargli capire che è studiando e impegnandosi nel lavoro che si ottengono risultati, non andando a farsi internare per giorni sotto all'occhio delle telecamere...

Oggi ho le mie cose... AH AH AH

Matteo ha detto...

Be' sono realizzate in modo molto elegante, nulla da eccepire. Mi rimane l'impressione però che sia un artificio molto a buon mercato quello del sesso in pubblicità e che rappresenti una sorta di scorciatoia della creatività. :)

Angel-A ha detto...

@ettone: sono certa che saresti un buon padre, ma tanti ragazzi vengono traviati strada facendo... altro che donnine (legate o meno!) ^___^
Poi, si sa, il sesso è sempre stato un motore molto potente per spingere qualsiasi cosa... ricordo, quando ero appena una ragazzina, mio padre che tornava a casa con una copia dell'Espresso assieme al giornale, e io pensavo che fosse una rivista hard, c'era sempre una donna nuda in copertina ad accompagnare qualsiasi argomento, sociale o politico che fosse...

BlackBox ha detto...

Vista la notevole diffusione dell’eros nella realtà odierna, mi viene quasi da commentare che quest’ultimo ha quasi perso il suo lato trasgressivo.

Voglio dire, questa campagna mi piace, le foto sono ben scelte, ma ho dei dubbi sull'effettiva carica erotica del nudo.

Sempre più spesso viene proposto all’improvviso, tra uno spot di assorbenti e uno di vino da tavola, facendo perdere così qualsiasi richiamo sessuale (più o meno).

Poi, certo, va contestualizzata e vista in un Paese come il Giappone che vede il sesso (e i suoi simboli) in maniera molto diversa dal nostro.

Andrea Hack ha detto...

Wowowowow!!! Audace!

Roberta la Dolce ha detto...

Certo che inventare una pubblicità nuova per una birra non dev'essere mica facile….io mi ricordo (bene) solo quella della Budweiser con le formiche e "Disco Inferno",m e credo che i creativi quella volta si erano fumati l'impossibile per concepirla! :-D

Se consideriamo questa... per certi aspetti potrebbe essere piuttosto forte e nonostante tutto ha una certa eleganza, non mostra nulla ma fa sottintendere, insomma punta a stimolare una risposta anche mentale da chi guarda. Bella! ;-)

Yeeshaval ha detto...

A me attizza assai.
Pur appartenendo all'altra metà del cielo ed essendo fiera della mia eterosessualità.
L'allusione e il gioco sono lisi e abusati, ma se funzionano con me mi immagino coi maschietti.

Christian ha detto...

Beh, non è mica detto che ogni volta che vedo una donna nuda (e poi in questo caso, in effetti, è più
quello che viene sottinteso che non quello che viene mostrato) corro a comprare il prodotto che reclamizza.
Anzi, in taluni casi, mi posso soffermare talmente sulla modella che manco mi ricordo cosa pubblicizza... :D

Simone ha detto...

Il sesso per vendere qualcosa?! Inimmaginabile... ^^

Simone

Anonimo ha detto...

bhe', molto belle ed eleganti (come foto dico), ma il nostrano "la patatina tira" col mitttico rocco secondo me e' su un'altro livello :D

il video:
http://www.youtube.com/watch?v=i_NcUmuTrvk

Larsen

(ps. definire birra la corona e' come definire donna amanda lear...)

Taka ha detto...

non l'ho capita... °.°

Ettone ha detto...

@Angel-A: ti do ragione, cmq con il mio messaggio non ho voluto dire che l'erotismo nei media sia sempre bene accetto, trovo anch'io che se ne faccia spesso un uso fuori luogo al pari della maleducazione e della pochezza umana... Sono il primo a fare uso dell'erotismo, ma cerco di diffonderlo nella "mia" arte che ognuno è libero di criticare e di non guardare, ma non l'ho mai usato in una campagna tra le tante realizzate in parecchi anni di carriera per promuovere prodotti...

Il discorso di base è che sono la cultura e l'educazione a mancare e la colpa non è di chi fa le campagne o di chi mette in onda il Grande Fratello tantomeno dalle leggi che le regolano, ma di coloro che danno importanza a queste cose rendendole fenomeni di massa aumentando così ascolti e vendite...

Fra ha detto...

Certo forse è un po' troppo sessuata considerato che si parla della Corona!! però, non c'è che dire... ci sanno fare... chissà cosa succederebbe se una pubblicità del genere fosse trasmessa qui...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...