venerdì 15 gennaio 2010

Le stampanti che arrivano dall’inferno.


Immagino abbiate tutti avuto a che fare con una stampante.
Immagino che tutti, almeno una volta, l'abbiate guardata con un misto di rabbia e frustrazione e abbiate provato l'impulso di afferrarla di peso e scaraventarla giù dalla finestra.
La stampante è un oggetto che serve a una sola cosa: stampare, e quando si rifiuta di farlo (più spesso di quanto non ci si dovrebbe aspettare) accampa un sacco di motivi semplicemente assurdi.
Le stampanti, al contrario di altre tecnologie, fanno tanto schifo e sono tanto inaffidabili oggi come lo erano nel 1995.
Credo che siano state mandate qui per instillare rabbia, odio e altri sentimenti malevoli nel cuore di tutta l'umanità, e che facciano quindi parte di un piano del Maligno in persona.
L'acquisto
Siete attratti dal fatto che le stampanti sono diventate straordinariamente economiche.
Non vi soffermate troppo sul fatto che la cosa sia già sospetta di per sé.
Normalmente, le stampanti esposte nei megastore d'elettronica hanno seducenti superfici di plastica lustre e ogni loro caratteristica è descritta con un punto esclamativo: stampa su carta! ha un tasto d'accensione! ha qualcosa che si illumina!
Potreste perfino imbattervi in uno di quegli scanner/stampante/fax combo... ilche significa che farà schifo in tre cose invece che solo in una.
L'installazione
Arrivate a casa tutti gasati per il nuovo acquisto.
Aprite lo scatolone, disimballate l'infernale marchingegno, attaccate la spina.
A volte, la spina è un modello americano o giapponese e non va bene per la vostra presa.
Altre volte, il cavo di alimentazione o quello di collegamento al vostro computer non è nemmeno presente nella scatola, e dovrete tornare al negozio, incazzati come furetti, per farvelo dare.
Nel frattempo, la stampante si guarderà attorno in casa vostra e mediterà come fare il danno peggiore possibile.

Il software
I driver che trovate inclusi sono vecchi come Windows 3.1.
Dovete scaricare quelli nuovi da Internet.

Il rumore
Se vi eravate mai chiesti che rumore producesse un robot che viene alle mani con un altro, ora, grazie alla vostra stampante, lo saprete.

Stampante "qualità fotografica"
Le stampanti sono ottime per stampare le vostre foto preferite... se avete bisogno di stamparne un paio all'anno.
La qualità di stampa degrada irreversibilmente, e non alla velocità che vi sareste aspettati.

Distruzione della carta
È una funzione bonus nascosta in ogni stampante.
La carta viene accartocciata e dilaniata nei rulli e nelle viscere della stampante fino a renderla uno straccetto inutilizzabile.
Si attiva secondo un processo casuale e assolutamente imprevedibile per l'utente, ma studi approfonditi hanno dimostrato che la sua incidenza aumenta esponenzialmente con l'uso di costosa carta fotografica e, naturalmente, direttamente proporzionalmente alla vostra fretta di produrre una stampa.
Per estrarre la carta inceppata, dovrete aprire cofani e sportelli vari e sperare di non toccare con le dita parti sotto tensione o bollenti.

Messaggi d'errore
Le stampanti moderne hanno dei display, che rappresentano la loro interfaccia di comunicazione con voi.
Rarissimamente forniscono indicazioni utili.
Il più delle volte, inviano criptici messaggi d'errore usando termini generici come load e paper mescolate ad altre parole a caso.
Non cascateci: cerca solo di farvi perdere le staffe.

Cartucce d'inchiostro e colori.
O il componente-base dell'inchiostro per le stampanti è il sangue d'unicorno, o ci stanno fregando a tutti.
Lasciando per un attimo da parte l'assurdità del costo delle cartucce che supera abbondantemente quello delle stesse stampanti, un altro aspetto allucinante di questi oggetti demoniaci è che si rifiutano di fare il loro sporco lavoro se tutti i colori non sono pieni.
E, ah, non crediate di poterle fregare stampando in bianco e nero.
Un' altra cosa.
Anche se va contro ogni legge fisica, le cartucce delle stampanti scadono.
Non vi illudete che la stampante non se ne accorga solo perché non riesce a leggere la data stampata sulla confezione.
Si rifiuterà di funzionare finché non ne comprerete di nuove.
Vi conviene avere una scorta di cartucce con la data di scadenza più lontana possibile che non uova fresche in frigo.

Idiosincrasie temporali
La vostra stampante si bloccherà - sempre - alle due del mattino mentre state provando a stampare il rapporto che dovete consegnare la mattina dopo.PS Grazie a Matteo che mi ha aiutato nell'adattare questo Post. ;)

24 commenti:

Angel-A ha detto...

Le dannate stampanti mi hanno rovinato ben più di una giornata lavorativa.... e sì che, tar stampanti personali e stampanti dell'ufficio, ho avuto a che fare con almeno una dozzina di modelli.
Carta inceppata, carta segnalata mancante quando il cassetto era pieno, inchiostri che si esaurivano alla velocità della luce, strisce assurde sulle stampate.
Mi è successo di tutto.
E sempre quando quella stampata mi serviva con URGENZA.
Ho pensato persino che mi portassi appresso qualche forma di malocchio mecanico... ^___^

Simone ha detto...

Ahaha, fantastico, è tutto vero!

10 anni fa stampavo con una stampante ad aghi, che faceva il rumore tipo di un trattore e la sentiva tutto il condominio e palazzi limitrofi!

Ci metteva ore a stampare un lavoro, per cui la lasciavo lì e quando tornavo spesso e volentieri trovavo la carta tutta accartocciata perché se anche il rullo s'inceppava continuava a tirare.

Ora semplicemente magari ci stai 10 ore per configurare la stampa fotografica, poi ti fai 2 conti e vedi che la stampa da qualche servizio online ti costa 100 volte meno e molte meno incazzature.

Simone

Christian ha detto...

In ufficio abbiamo comprato una costosa stampante laser, più veloce e più silenziosa ma anche molto più difficile da usare di quella vecchia.
Già trovare i driver giusti è stata un'impresa.
Inoltre dobbiamo sempre dirgli due volte di stampare, perché una sola non gli basta.
Ci chiede sempre un sacco di informazioni che noi non sappiamo (tipo quanto è spessa la carta che stiamo usando) e non c'è verso di non farle fare che a modo suo.
La stiamo odiando tutti come se fosse una nuova collega rompicoglioni.

Hirilaelin ha detto...

Grazie, Luke. :D

Maura ha detto...

Stavolta concordo con Simone: i service di stampa digitale sono una salvata.
Ormai li usiamo anche per tirature basse (qualsiasi cosa sopra le 30 copie), mandiamo il documento per email e dopo un'ora massimo due abbiamo le stampe sulla scrivania.
Stiamo in tal modo anche più accorti a cosa stampiamo e non sprechiamo carta.
Una stampante ci è rimasta, ma la usiamo veramente poco, è una vecchia inkjet Epson che non ha mai sbagliato un colpo, ormai stampa malissimo ma alla segretaria va bene.
E, sì, pure io a volte credo che le stampanti abbiano un'anima. Nera.

Fra ha detto...

:D ho riso tantissimo!!!!
Messaggi di errore con parole a caso (il culo di tua sorella... :D ), idiosincrasie temporali, distruzione della carta e ustione delle dita... :)
Anni fa, quando ero ingenua (più di ora) ho comprato una di quelle combinazioni di stampantescannerfotocopiatrice... l'avrò usata un paio di mesi, consumando un bel po' di cartucce che costavano un botto. Poi ho comprato una laser hp, il cui toner mi è durato quasi due anni (probabilmente non è sangue di unicorno!). Qualche tempo fa ho provato ad usare la stampantescannerfotocopiatrice per fare una scansione, ma non mi ha fatto procedere perché le cartucce erano esaurite... io avevo pensato "e chissenefrega", dopo aver letto la tua guida ho capito... ovviamente, non posso fare nemmeno le fotocopie. Fortuna che l'avevo pagata poco, ora è un soprammobile ingombrante sulla mia scrivania.

Uapa ha detto...

Mannaggia la miseria, l'ho letto a lavoro e a momenti scoppio a ridere in faccia a degli ospiti importanti! XD
L'ultima cosa che ho stampato sono stati i testi delle canzoni presenti su PopArt dei PSB... Di lì in poi, vengono fuori solo stampe a strisce... Solo in quattro colori: rossiccio, celestino, giallino e grigiastro... Ma in tinta unita, mai combinati insieme per creare nuovi colori...
WHIIIII TRZZZ TRZZZ TRZZZ GHHHHH!!!

CyberLuke ha detto...

Uhmm... cioè, fammi capire: se la stampantefotocopiatricefaxscanner è senza inchiostro, si rifiuta di fare anche una scansione?

Angelo ha detto...

Giusto di recente ho letto un test comparativo su varie marche e modelli... se lo ritrovo te lo posto.
Le défaillance più vistose ci sono state nelle prove di velocità per i modelli a getto d’inchiostro: non fidatevi di ciò che sta scritto a caratteri cubitali sulle confezioni, la velocità reale è molto inferiore.

Barbara ha detto...

Sì, perché voi non conoscete la tragedia di installare una stampante su un altro computer e scoprire che non trovate più il CD e i vecchi driver (che andavano bene su quel "vecchio" sistema operativo) sul sito non ci stanno più.
Quanto al fatto che con un kit di toner e mezzo ti ci ricompri la stampante, è allucinante sotto il punto di vista ambientale... mi immagino una collinetta composta esclusivamente di stampanti a getto d'inchiostro gettate via perché ila loro ricarica è antieconomica.

Fra ha detto...

Sì... senza cartucce non fa scansioni (una volta per fargliene fare una le ho dovute comprare) e nemmeno le fotocopie!! Ma, lo hai detto tu, sono strumenti infernali! :))

Gloutchov ha detto...

Eh..eh.. e quando si rifiuta di stampare solo i pdf? la stampante è maligna... a volte neppure da segni di vita, altre volte stampa un foglio con su scritto: "OFFENDING COMMAND!"

E io di offending poi ne faccio tanto... ma tanto... ma tanto!!

Roberta la Dolce ha detto...

Le stampanti sono vive e coscienti: non c'è dubbio.
Io ne ho avute solo due.
Un po' seguendo consigli vari un po'seguendo la razionalità, poco tempo fa ne ho comprata una nuova: una hp in offerta perchè non più esistente quindi fondo di magazzino (sul sito hp la da come
prodotto non più in commercio)... e scelta anche in virtù del fatto che:
- costo totale delle cartucce della vecchia: 65-70 euro
- costo della stampante nuova: 69 euro
-la nuova è pure multifunzione con lettore di schede di memoria, che a me fa parecchio comodo.
Il problema quale è? semplice: le cartucce mignon!
Se c'era una cosa che non mi aspettavo erano le cartucce da 5 (leggasi cinque) ml.
Quelle della stampante vecchia erano da 42 ml quella del nero (e quella in dotazione di primo acquisto da 21ml) e ci sono andata avanti la
bellezza di 2 anni e mezzo, stampando in modalità bozza e normale.
Ora con questi "bicchierini da caffé" che ci stampo?
Aggiungeteci che il sito hp non è certo un modello di chiarezza.

Ettone ha detto...

semplicemente geniale... bell'articolo ;)

e pensa che io ho appena preso il mac (come tu in pvt sai) e avevo una stampante laser HP 1018 che guarda caso è l'unica a non avere driver per il mac... ce li ha il modello 1015 e 1020... che culo è?

Anonimo ha detto...

e chi di noi non ha mai avuto a che fare con le stampanti a cera della tecktonics??

io dovevo lottare sia con un plotter grande formato (3 metri) sia con la stampante a3 plus...

piccolo dettaglio: "l'inchiostro" erano veri e propri cubetti di cera.

ulteriore dettaglio: sopra al plotter c'erano delle specie di binari/cartucciere di caricamento per sti cubetti lunghi 50cm...

altro particolare: erano lente come la quaresima!!!!

unisci tutto, aggiungi che si stampavano anche i 6x3, conta che per farne uno ci volevano piu' di 10 ore, aggiungi che con una ricarica del plotter stampava si e no 2 metri lineari...


arghh!!!!! se ci ripenso ora mi viene l'ansia :D
le corse in orari assurdi per ricaricare la stampante, i costi paurosi (un set di 4 blocchetti cmyk per quella a3plus costava 300.000 lire... per una stampa 6x3 i blocchetti andavano via come la cocaina in parlamento!!!).

Larsen

Alex McNab ha detto...

Tutto VERISSIMO.
Odio le stampanti.
La penultima che ho comprato non ha funzionato nemmeno una volta. Disimballata faceva così cagare che ho rifiutato il cambio con una dello stesso modello (ho preferito un inutile buono acquisto in cambio).
Ora mi sono stufato di fare mutui per comprare l'inchiostro e ne ho presa una laser.
A quanto pare va un po' meglio del previsto, ma ogni volta che l'accendo incrocio le dita...

Ariano Geta ha detto...

:-D
Era da tempo che non ridevo così. A momenti il mio capo si accorgeva che mi stavo sganasciando, ma non me ne sono preoccupato perché nel caso glielo facevo leggere e si sarebbe sganasciato anche lui

Alessandra ha detto...

Nooo Luca devo comprare una stampante fra un pochetto per la casa nuova, non so cosa prenderò ma mi hai messo paura a leggere queste righe. Cosa mai mi dovrò aspettare?:P Cmq io ho sempre avuto Canon a casa e mi sono sempre trovata bene, ne dovetti cambiare una ma solo perchè un fulmine la rovinò insieme a due telefoni, per fortuna eravamo assicurati. :) Non posso dire lo stesso sul lavoro, mamma mia stampanti lente, che si inceppavano e i capi che non le volevano cambiare (tanto la loro a laser funzionava) :S

GinCastelli ha detto...

Le stampanti hanno vita e personalità propria: quando hai bisogno di loro per lavori importanti e soprattutto urgenti... ti mollano!

ma vogliamo parlare delle cugine? le fotocopiatrici? altra razza bastarda... ne ho una che è pensionabile ma non la mollo perché una nuova mi mette ansia!

Yeeshaval ha detto...

"Nossignore. Hahahaha. Fottiti".
Giuro che questo messaggio potrebbe essere comparso ben più di una volta sul display della mia stampante,

Nicla ha detto...

Stupide stampanti.

Inutili e mefistofeliche! Grrrrrr!

:-P

LupoBianco ha detto...

le stampanti, come ogni altro oggetto tecnologico, percepiscono le doti del padrone e si comportano di conseguenza.

tutto qui.

Meequi ha detto...

Ahahah maledette stampanti, quante ne ho passate >.<
Adesso devo dire che con l' ultima multifunzione che ho comprato mi trovo abbastanza bene, ha solo i difetti che non fotocopia a computer spento e che le cartucce costano il triplo. In compenso però, questa stampa anche se è presente solo il giallo, anche se poi non si vede niente.

In ogni caso non la uso quasi mai (sarà a secco da quando è cominciata la crisi), quindi forse a lei va bene così. :)

CyberLuke ha detto...

@Lupobianco: cosa vorresti insinuare?

@Meequi: om effetti, un testo giallo su bianco è un bell'esercizio per la vista.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...