lunedì 4 gennaio 2010

I sei film che vorrei vedere nel 2010 (ma che nessuno girerà mai).

1) Robocop Reborn

Confesso che ci avevo sperato... ma sembra che non ci siano dubbi. Dopo un primo rinvio al 2011, Darren Aronofsky ha spostato a data da destinarsi il reboot di Robocop.
Il regista di Requiem for a dream e The Wrestler è attualmente impegnato nella produzione di The Black Swan, chiudendo nel cassetto un progetto che – a mio dire, ma da Hollywood non è che arrivino molte telefonate al sottoscritto chiedendo il mio parere su questioni annose come questa – possiede enormi potenzialità, essendo penetrato a fondo nella memoria e nell'immaginario del pubblico.
Ma se qualche ricco produttore hollywoodiano fosse tanto folle da affidarmi il compito di riportarlo in auge sui grandi schermi, non avrei esitazioni in proposito.
Gli farei sganciare un bel po' di verdoni pur di avere una stella di prima grandezza come J.J. Abrams al timone e Johnny Depp nel ruolo di Alex Murphy-Robocop, perfetto martire e neo-Lazzaro cibernetico.
Senza il minimo rispetto per la censura, ne farei un violentissimo action-movie fantascientifico dalla fotografia livida e metallica. E senza l'ombra di un happy end.

2) Batman: the Dark Knight Return
Chi ha letto la graphic novel del 1986 firmata da Frank Miller, probabilmente più noto alle grandi masse per 300 e Sin City, sa di cosa parlo.
Abbiamo sul tavolo la migliore storia di Batman mai pubblicata e una delle migliori storie a fumetti di sempre mai scritta... e se non siete d'accordo, sono problemi vostri.
Dimenticate le fighetterie alla Christopher Nolan con Christian Bale che va in giro in Lamborghini e flirta con affascinanti assistenti del procuratore. In questa storia, Batman ha sessant'anni suonati e ha appeso il mantello al chiodo da un bel pezzo.
È solo un'anima tormentata che si è rinchiusa nel suo palazzo e fissa stolidamente ai notiziari TV la sua città divorata boccone dopo boccone dai criminali che ha combattuto per una vita intera.
Finché, un giorno accade qualcosa e l'uomo pipistrello torna in azione un'ultima volta.
È da quando la lessi la prima volta, più di vent'anni fa ormai, che pensai che un volto segnato come quello di Clint Eastwood chiuderebbe nel modo più degno immaginabile la parabola del supereroe più umano che la letteratura ci abbia mai consegnato.
Certo, ormai il vecchio Clint comincia ad essere fuori gioco per sopravvenuti limiti d'età, ma tra effetti digitali e controfigure sono certo potrebbe regalarci ancora un'eccellente prova d'attore, oltre che da regista (quale ha dimostrato a più riprese d'essere) magari con la consulenza del vecchio Frank, col patto di tenersi alla larga dalle fumetterie dei già citati 300 e Sin City... due prodotti ibridi che, per inciso, hanno poco da spartire col cinema vero, a mio avviso (so che mi attirerò gli anatemi di molti, ma pazienza).

3) The Tommyknockers
Terrificante il servizio reso da John Power nel 1993 a uno dei migliori (e più sottovalutati) scritti di Stephen King, che probabilmente reputò il suo corposo romanzo di quasi 800 pagine più adatto ad una miniserie TV che ad una trasposizione cinematografica... di fatto, autorizzando una porcheria a basso budget insalvabile sotto qualsiasi punto di vista (nella puntata finale appaiono persino gli alieni, che nel romanzo sono morti da secoli e secoli).
Il plot è più kinghiano che non si potrebbe.
Una donna cammina nel bosco e inciampa in qualcosa sepolto nella terra. Visto che si trova nel suo territorio, inizia a scavare... e lentamente disseppellisce quello che sembra un gigantesco disco volante.
Man mano che l'oggetto torna alla luce dopo secoli, la gente del paesino di Heaven inizia a cambiare.
Sinistro e geniale, avrebbe meritato miglior fortuna sullo schermo... e, visto che di progetto di fantasia si tratta, penso in grande e vedo bene una sua rilettura da parte del vecchio John Carpenter, che pure fece del best-seller di zio Stephen Christine un ottimo prodotto da grande schermo.
Affiderei alla splendida e un po' inquietante Michelle Pfeiffer il ruolo di Roberta Anderson, la scrittrice che scopre il manufatto e a Mel Gibson la parte di Jim Gardener, poeta e scrittore semialcolizzato che assiste inorridito alla metamorfosi dell'amica e dell'intero villaggio di Heaven.

4) Tecniche di seduzione
Non fatevi ingannare dal titolo.
Si tratta del sesto romanzo di Andrea De Carlo, pubblicato nel 1991 da Bompiani, e, tolta qualche pretenziosità qua e là, è probabilmente la migliore opera di narrativa italiana che abbia letto... sebbene la mia biblioteca si limiti ad ospitare qualche Ammaniti, Benni, Morozzi, Licalzi e un paio di Fontana.
La storia è cattiva, verosimile e raccontata con stile davvero, davvero buono. Al limite dell'irritante.
La caratterizzazione dei personaggi e l'ambientazione sono magistrali e per nulla banali.
A dirigere vedrei un Marco Bellocchio e nel ruolo di protagonista l'eccellente Valerio Mastandrea... e come suo contraltare, il sempre validissimo Michele Placido e la Crescentini che è sempre un gran bel vedere.

5)Marilyn
A quasi mezzo secolo dalla sua scomparsa, è praticamente incredibile che non sia ancora stato dedicato un film a una delle più grandi icone pop mai esistite... specie considerando le circostanze misteriose in cui Norma Jean Baker, al secolo Marilyn Monroe, ha scelto di abbandonare questa valle di lacrime e che, assieme alle vicende che ne hanno alimentato il mito, costituirebbero l'ossatura per un film biografico di successo.
Del mio debole per Christina Aguilera sapete già, e probabilmente di come in passato abbia "giocato" a vestire i panni della Monroe... e, visto che difficilmente la vedrò protagonista in un soft-core a basso costo da scaricare illegalmente (purtroppo), mi piace sperare che un giorno qualche major hollywoodiana la prescelga per riportare sullo schermo la leggenda.
Alla regia vedrei bene un Martin Scorsese, che al suo attivo ha più di un film biografico, e come direttore della fotografia Emmanuel Lubezki che fotografò stupendamente Il mistero di Sleepy Hollow di Tim Burton.

6) Il pianeta proibito
Stavo quasi per dimenticarlo... inoltre, nessuna classifica di questo tipo è completa senza un remake.
E io darei il braccio destro per veder riportato sul grande schermo il film che contiene praticamente tutti gli archetipi della fantascienza: l'astronave, il pianeta misterioso, lo scienziato folle, il robot senziente, il mostro, la fanciulla in pericolo.
Il Pianeta Proibito è il gioiello della corona dei film di fantascienza anni cinquanta, e meriterebbe una rilettura a firma di, uhm, vediamo, David Fincher?
È da sempre che vedo Anthnoy Hopkins un perfetto dottor Morbius, e nessuno meglio di Scarlett Johannson potrebbe rivestire il ruolo di sua figlia Altaira... quanto al design di Robby, lo lascerei quasi inalterato ma lo farei animare dal grande Stan Wiston.
La terribile battaglia coi mostri invisibili dell'Id sarebbe invece affidata alla Industrial Light & Magic di Lucas.
Vi ho convinti?

14 commenti:

Simone ha detto...

Complimenti per le locandine, un paio sembrano "vere".

Io vorrei vedere un bel film tratto da Mozart di Atlantide con un budget multimilionario, un "io scrivo" reinterpretato in stile commedia italiana brillante/sentimentale, il cartone del libro dei gatti e una miniserie televisiva ispirata alla sindrome di Reinegarth.

Tanto a sognare ci vuole poco... e comunque pure Batman con Eastwood non è male, me lo vedrei volentierissimo.

Simone

Richard The Rough ha detto...

Il poster di Tecniche di Seduzione che hai fatto è super grafica svizzera minimalista. Buono buono.
E il libro me lo leggerò dato che mi hai pure incuriosito.

Tommyknockers è il romanzo di King che più mi è piaciuto (e vidi a spezzoni pure la serie tv quando avevo 10-11 anni e mi ricordo solo degli alieni con la faccia da cane macrocefalata) anche se le pagine sono tante e sintetizzarlo sarebbe davvero un'impresa (od uno sfacelo, come succede quando traducono in due ore libri da 500 pagine in su).

Dark Knights Returns per come lo hai definito te non fa una piega (hai mai pensato di fare lo sceneggiatore/produttore/vattelappesca?). Perfetto.

E la Aguilera è quello che è percià va benissimo. Sia in Marylin che in un soft-core.

E i cast tecnici/attoriali scelti azzeccati.


p.s. personalmente io farei pure "The Nightrunners / Il lato oscuro dell'anima" tratto dal romanzo di Joe R.Lansdale e lo farei fare o a Tarantino o a Tim Burton (due differenti stili di grottesco e due differenti visioni ma ce li vedrei)

Nicla ha detto...

Belle come stile, ma come idea di film non mi interessano (forse l'unico è Marilyn).
Io vorrei vedere un film tratto da "Sai tenere un segreto?" di Sophie Kinsella. Spassosissimo, anche se non saprei a chi dare la parte dei protagonisti.

Matteo Poropat ha detto...

Le locandine sono stupende! Le hai realizzate tu?

Ettone ha detto...

FANTASTICHE... mentre le facevo scorrere (e secondo me hai scritto furbescamente tanto per non farle vedere subito tutte) mi dicevo: "Questa è da Luke... sì sì... anche quest'altra è da Luke..." poi sono arrivato all'ultima e sono scoppiato a ridere perché ovviamente è "PROPRIO DA LUKE"... AH AH

Alex McNab ha detto...

Fantastico questo post, complimenti!

Dunque, il più probabile (si fa per dire...) è il reboot di Robocop. Per quanto l'originale, seppur datato, sia ancora attualissimo.
Il meno probabile è Batman. Figuriamoci se, ora che la macchina da soldi funziona, introdurranno qualche variante. Comunque, per dovere di completezza, ammetto che Bale/Batman mi piace tantissimo.
Riguardo all'Aguilera, beh, la vedrei piuttosto in un film erotico-chich. Ma forse è meglio che non accada mai, perché potrei morire d'infarto alla prima scena.
Troppo bella...

Alex McNab ha detto...

PS: ti copierò l'idea di questo post, ma adattandolo a "i romanzi che vorrei leggere nel 2010" :-)

Ariano Geta ha detto...

Allora non sono l'unico affezionato a Robocop? Pensa che io guardavo pure la serie televisiva che trasmetteva Italia 1, anche se era decisamente inferiore rispetto ai primi due film (sul terzo stendiamo un velo pietoso).
Come diceva Alex, grandiosa l'idea di questo post. Non te lo copierò solo perché non sono in grado di immaginare quel che vorrei leggere o guardare al cinema nel 2010...

Christian ha detto...

Beh!... a me il terzo "Robocop" non è dispiaciuto per niente... certo, il regista era un novellino però seppe metter su un'idea stiracchiata qualche intuizione registica,e comunque riparò a falle di sceneggiatura e problemi di budget con un certo ritmo...
Pure io aspettavo il reboot di Aronofsky ma ci ha tirato il pacco. :(
Bella la tua scelta di Johnny Depp, anche se con ogni probabilità non lo vedremo mai!

Matteo ha detto...

Non si può dire che tu non sappia ciò che vuoi... :) Mi interesserebbero tutti questi film, particolarmente un Batman col Clint protagonista. Depp in Robocop mi lascia un po' perplesso, gli si toglierebbe gran parte del potenziale interpretativo. Io ci metterei Nicolas Cage in quel robot e ce lo lascerei a sudare per tutte le riprese (così, solo per cattiveria :D)

elgraeco ha detto...

Ciao!
Riguardo Forbidden Planet, sembra che qualcosa la stiano facendo...

http://io9.com/5114815/new-forbidden-planet-is-a-prequel-after-all

Complimenti per il tuo lavoro! ;)

CyberLuke ha detto...

Grazie per i complimenti... in realtà, stavo solo giocando (sì, Matteo, i finti poster li ho fatti io).
Simone: credo che, sotto sotto, vedere il proprio libro/racconto portato sul grande schermo sia il sogno di ogni scrittore. Un cartone da Il gatto che cadde dal sole lo vedrei benissimo, mentre della Sindrome di Reinegarth più che una miniserie tv ci vedrei un bell'episodio di Ai confini della realtà.
Richard: The Nightrunners non l'ho letto: indagherò.
Tommyknockers è semisconosciuto, e i riferimenti al (breve) periodo in cui King era cocainomane sono palesi. Meno male che qualcuno se lo ricorda ancora.
Nicla: non ho più visto I love shopping... com'è venuto? Meritava?
elgraeco: grazie della news, non lo sapevo.
Ok, anche Jams cameron potrebbe occuparsi di Forbidden Planet, ma... un prequel? Mah...

Angel-A ha detto...

Ahahahahah sei un pazzo ^__^

erik ha detto...

passo troppo poco tempo sul tuo blog, ed è un peccato, mi perdo sovente delle chicche d'alto livello al limite dell'eroico.. sei sempre un bullone sopra gli altri

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...