lunedì 15 febbraio 2010

Ma secondo voi...

...cosa aveva in mente Alena Nikiforova, quotatissima fotografa di moda e pubblicitaria, quando ha realizzato questa serie di scatti per incrementare il consumo di latte in Russia?
Poi mi si parla di allusioni sessuali nascoste, eh.

25 commenti:

Christian ha detto...

Secondo me?
Secondo me aveva in mente proprio quello, sì, non ho dubbi.
Ma ha funzionato la campagna?

BlackBox ha detto...

Le immagini sono belle e hanno una certa forza comunicativa: è impossibile non notarle, e sotto questo aspetto direi che la campagna ha fatto centro.
Che poi contengano un'allusione di tipo sessuale, beh, direi che non è certo una novità in pubblicità: semmai, si parla del "limite" che viene spostato un altro centimetro più in là.

elgraeco ha detto...

Non è neppure una novità. Negli Stati Uniti, qualche anno fa, vidi una campagna pubblicitaria simile, anche quella incentrata sul consumo del latte, protagonista era Yasmine Bleeth.
Comunque questi scatti sono di qualità superiore.

Roberta la Dolce ha detto...

Conoscevo la bravissima Nikiforova... ma non per questa campagna, quanto per la serie fotografica dove ha fatto posare delle modelle in una vasca da bagno piena di acqua, riprendendole dall'alto.
L'idea creativa vincente, in quel caso, era nell’aver scelto di inserire del colore al’interno dell’acqua, in modo da creare un effetto visivo sorprendente.
Se le ritrovo, ti mando il link. ;-)

Leonardo ha detto...

Partendo da una pratica non proprio raffinata quale il bukkake (http://it.wikipedia.org/wiki/Bukkake), la tipa è riuscita a realizzare qualcosa di ineccepibile sotto il punto di vista estetico.
Ammetto che non è facile, ci vuole bravura.

Angel-A ha detto...

E con questo abbiamo visto tutto! ^____^

CyberLuke ha detto...

@Christian: a quanto leggo, a seguito della campagna la vendita in Russia dei prodotti lattiero-caseari ha avuto una forte impennata.
@Blackbox: in effetti, è un trucchetto vecchio ma ancora efficace.
@elgraeco: tu ti riferisci alla campagna Got Milk?: manco solo io in quei testimonial, poi ci hanno partecipato proprio tutti. ;)
@RLD: attendo link ansiosamente.

Matteo ha detto...

Belle foto. A livello di pubblicità l'apice della noia, il trionfo dello scontato, l'iperbole della consuetudine, il baratro della scintilla creativa.

elgraeco ha detto...

@ CyberLuke
Sì, proprio quella! Vidi una gigantografia di Yasmine e un po' ci rimasi (secco)... :D

Ho fatto un giro su gugle e devo dire che ci hanno partecipato proprio tutti, hai ragione! Persino Superman, Gollum e le gemelle Olsen! :D

Monik ha detto...

INGENUA MODE ON

Io non ci vedo nessuna allusione.. e poi si sa che il latte fa bene alla pelle.. lo usava anche cleopatra :D.. sarà latte d'asina?

INGENUA MODE OFF

:P

Licia ha detto...

ma solo a me sta passando la voglia di latte tutto d'un botto? :-/

Ettone ha detto...

è lesbica? La fotografa intendo... AH AH...

Bhe... non so come la pensino in Russia, ma è una campagna molto mirata, se il fine è far aumentare il consumo di latte tra TUTTI I SESSI, LE ETA' E LE RELIGIONI, non penso che sia poi così ben riuscita...

Ariano Geta ha detto...

Mi ricorda un film a episodi italiano abbastanza vecchiotto... Nell'episodio girato da Fellini un fervido moralista (se ricordo bene interpretato da Peppino De Filippo) si indigna per un gigantesco cartellone pubblicitario dove una modella molto formosa (Anita Ekberg) tiene in mano un bicchiere vicino alle bocce, e sopra domina la scritta "Bevete più latte"...
Alla fine il moralista impazzisce. Mi chiedo cosa gli succederebbe se vedesse questa pubblicità...

Maura ha detto...

I doppi sensi bisogna saperli cogliere... o volerli ;)
Sono certa che ce n'è tanti che
a) non hanno colto alcunché di erotico in queste foto e
b) l'hanno colto ma fanno finta di non averlo colto.

iSDC ha detto...

Allusioni sessuali nascoste?
Dov'è che si sono nascoste?
^_^

Taka ha detto...

io concordo con Matteo.
aggiungerei anche un abbasta con le supermega photoshoppature della pelle che diventa di gomma. °.°

Alex McNab ha detto...

Anche a me ricorda tanto Got Milk. E comunque con me foto del genere funzionano: le trovo tremendamente eccitanti...
Mi fermo qui perché doppi sensi e volgarità sono in agguato :-P

dandia ha detto...

Evidentemente non rientro nel target cui questa campagna si rivolgeva: le foto sono sì belle, ma non mi attirano particolarmente nè mi fanno voglia di bere latte.

Alex McNab ha detto...

@Dandia: anche a me non viene voglia... di bere latte.

Michiko ha detto...

riconosco la bellezza delle foto, e i nostri ancora fortissimi "tabù"... le foto sono allusive, ma non oscene, mi piacciono. Avrei però tolto il dettaglio del campanellino, ecco sì quello mi infastidisce un po'! Il film di Fellini è "Boccaccio 70", l'episodio "Le tentazioni del Dottor Antonio" - il Genio è eterno! ;-D

Deb® ha detto...

Allusivo senza dubbio e anche ben fatto, però la campanella, mmmmmhh.... la trovo un pò offensiva, elemento aggiunto a mio avviso del tutto inutile ai fini della campagna.

CyberLuke ha detto...

I campanacci credo vogliano richiamare le mucche da latte: probabilmente, neanche io li avrei usati, ma la Nikiforova ha deciso diversamente.
Mi chiedo che commenti ci sarebbero stati se l'autore della campagna fosse stato un uomo, ad ogni modo.

Fra ha detto...

Le foto sono belle, secondo me... ma proprio non mi fanno venire in mente il latte! :)

Angel-A ha detto...

A me il latte piace un casino... e queste foto non mi fanno passare la voglia! ^___^
"Got Milk" è una campagna bella e semplice, certo più discreta di questa, ma mi chiedo se fosse arrivata sui muri e sulle riviste italiane, ce ne saremmo accorti...

Dama Arwen ha detto...

Le foto artisticamente mi piacciono moltissimo. Anche con la pelle photoshoppata effetto gomma.
Con me non funzionerebbero cmq e mai perché non bevo latte e non mi piace.

@Matteo e Taka: concordo con voi sulla "scontatezza" e poca originalità. Il problema è cmq che in italia non siamo abituati a questo tipo di messaggio. Le allusioni ironiche non sono concesse dalla nostra civiltà falso perbenista.
Perché, se ci pensate bene, la pubblicità fa pensare ANCHE alle allusioni sessuali, ma le immagini rimangono cmq "innocenti". Anche la ragazza col seno molto prosperoso la associo alla supermammella di mucca produttrice di latte.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...