mercoledì 31 marzo 2010

Allora ci si vede stasera.

Va detto: a Roma, qualsiasi anfratto, localino o sottoscala abbastanza grande da accogliere un palco, due microfoni e un paio di casse da concerto dà asilo a chiunque abbia velleità artistiche e sia convinto che il mondo sarebbe un posto migliore se a fargli da colonna sonora ci fosse la loro musica.
Ogni sera non c'è che l'imbarazzo della scelta tra gruppetti pseudorock, metallari tatuati in canotta nera, esordienti avanguardisti, coveristi selvaggi e jazzisti dell'ultim'ora in t-shirt di Miles Davis.
Ma se stasera volete sperimentare qualcosa di diverso, vagamente a metà strada tra i Tangerine Dream e i Kraftwerk, ma con un tocco vintage assolutamente personale, passate all'Aran Pub (dietro piazza dei Re di Roma) ad ascoltare gli Star Robot System... Max è da parecchio che sta lavorando duro a questo live zero, e gli faccio volentieri un po' di pubblicità.
Io sarò quello in prima fila con l'aria finto annoiata.

(e, certo che sì, i manifesti del concerto glieli ho fatti io.)

update: QUI trovate uno screenshot del manifesto... realizzato completamente in Illustrator.

10 commenti:

Yeeshaval ha detto...

Non sono di Roma, sennò sarei venuta.
Se non altro, per la curiosità.
Molto bello il manifesto, spirito costruttivista.

Chicca88 ha detto...

Concordo, bellissimo il poster! :)
Ce lo fai vedere più grande?

Simone ha detto...

Io stasera mi sa che studio Anatomia. Il poster pare davvero riuscito, complimenti.

Simone

Sandro71 ha detto...

Quella musica non è il mio genere, ma il manifesto mi piace un mucchio.
Molto azzeccata la scelta di usare solo tre colori (poi, l'uso del rosso, nero e bianco fa un po' nazionalsocialista, ma è d'impatto sicuro).
Se lo vedo in giro, magari me ne porto uno a casa! ;)

Anonimo ha detto...

El Lissitzky docet.
Bravo Luca.

myADVlife ha detto...

mmm commento colto!!
volevo farlo io :(
kmq si! Bravo!!
ci ho provato anche io ma i risultati andrebbero ancora migliorati (e non modificati dal cliente=( )

Dama Arwen ha detto...

La locandina mi piace un sacco... un mix tra il futurismo e Osamu Tezuka anni '60…

elgraeco ha detto...

Bellissimi i manifesti! ;)
Peccato non essere a Roma...

Anonimo ha detto...

...l'aria "finto annoiato"? MA non sei già nella fase della noia dell'annoiato? C'è bisogno di fingere?:-)

Andrea Hack

SRS ha detto...

eh,eh
,-)

(SRS)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...