giovedì 8 aprile 2010

[The ART OF] Marco Grob

Bizzarro che siano disponibili così poche notizie su un artista tanto in gamba e che ha lavorato con un numero sorprendentemente alto di clienti e volti noti... non ha una pagina su Wikipedia, ma in compenso il suo sito – pulito e ben fatto – offre una panoramica esaustiva del suo lavoro.
Sto parlando di Marco Grob, fotografo svizzero che ha iniziato la sua carriera come assistente e ha finito con lo specializzarsi nei ritratti e nella fotografia pubblicitaria.
Ha fotografato personaggi come Seal, Boy George, Lady Gaga, Steve Jobs e Barack Obama per riviste come Time, GQ, Marie Claire, Elle, Cosmopolitan, Die Zeit, Style.
Spulciando nel suo portfolio, scoprirete clienti del calibro di Levis, Adidas, Nike, Seat e Louis Vutton.
Nel 2007 è entrato a fare parte dei dodici "eletti" Hasselblad Master contribuendo alla realizzazione del più prestigioso calendario del settore.
Non usa troppi fronzoli e il suo stile mi piace moltissimo.
Il mio consiglio di oggi è: cercate le sue fotografie (il suo sito è un ottimo punto di partenza) e studiatevele.
C'è da imparare un sacco.

14 commenti:

Matteo ha detto...

Foto davvero molto intense. Belle anche quelle di Obama, un po' diverse dallo stile solito suo. Chissà se riuscirebbe a far diventare affascinante e carismatico pure me...
quella sarebbe una sfida :D

Roberta la Dolce ha detto...

Conosco il lavoro di Grob, è uno dei miei idoli, un grandissimo!! Ha un modo di usare le luci assieme morbido e radente, è asettico e caldo allo stesso tempo... Mi piace la selezione che hai fatto delle sue foto, ma è proprio difficile trovarne una che non sia bella... :-)

Rob71 ha detto...

Le sue foto pubblicitarie non mi atraggono particolarmente, ma i ritratti sono straordinari, in primis quello di DiCaprio, che fa sembrare quasi un alieno (anche se sospetto ci sia un po' di postproduzione nelle cromie)....
Dovrebbe essere l'autore, se non erro, dell'ultima copertina di "Time".

Maura ha detto...

Notevoli, davvero notevoli

Taka ha detto...

non c'è bisogno che ti dica quale mi piace di questi ritratti, vero? ^o^

Uapa ha detto...

Perché mi ricorda Caravaggio?
E... Forse sto per dire un'altra cavolata, ma l'ultima foto non è la signora in giallo? (blush)

Ettone ha detto...

Se devo essere onesto quelli che hai scelto per l'articolo son ritratti che non mi affascinano... non so perché ma questo stile HDR non mi attrae... invece sul sito ci sono ovviamente dei capolavori...

Invidia on per il fatto che a lui la Hasse gliela daranno gratis...

anche se a riguardo ci sarebbe da aprire una discussione infinita... e sono giunto alla conclusione che sebbene la Hasse dia e abbia prestazioni superiori alle altre macchine ha cmq un prezzo non proporzionato al valore di un oggetto digitale... Per cui diciamo che la Hasse sta alla fotografia come la Ferrari sta all'automobilismo... Ovvero, te la prendi solo se te la puoi permettere ma non per un reale bisogno... anche se poi quando schiacci con la Ferrari li polverizzi tutti... ;)

Licia ha detto...

Tutte intriganti, ma il ritratto di Jeff Bridges è quello che mi acchiappa di più. Sì Uapa, è la Lansbury, che però non ha fatto solo la signora in giallo, ma numerosi capolavori prima e dopo!
La tettona chi è? Gnokkissima. ;-)

CyberLuke ha detto...

La rossa è Christina Hendricks.
Forse l'avete vista sul set di Mad Men.

Angel-A ha detto...

Bellissime! O____o
Mi piacerebbe essere fotografata da uno così... nuda, vestita, a cavallo, come gli pare...
Il ritratto di Brisges è straordinario! ^____^

Matteo ha detto...

Finalmente su sto blog si vede la foto di una donna come si deve!

Deb® ha detto...

Grazie per la segnalazione!

Taka ha detto...

Mattè, quanto c'hai ragioneeee!
però non ho capito se sia tutta robba sua.


oddio, forse ti riferivi alla donna in giallo? °_°

Antonio ha detto...

Grazie Luca, molto interessante :) A presto!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...