mercoledì 7 aprile 2010

[RECE] Daybreakers

In America è rimasto tre anni in freezer per mancanza di fondi per finirlo, e adesso che dilaga in tutto il mondo la vampiromania, ne è stato tentato il lancio (da noi con il pretestuoso sottotitolo L'ultimo vampiro)... ma, col senno di poi, poteva anche restare dov'era.
Peccato, perché l'idea di base (una società di vampiri civilizzati che ha preso il posto della nostra e che vive dopo il tramonto nelle metropoli usando gli umani come mucche da sangue) non era completamente da buttar via, e alcuni scorci di "realtà alternativa" sono ben tratteggiati e meritano di essere visti.
Del resto, i due registi (tedeschi d'origine, australiani d'adozione) Michael e Peter Spiering hanno attinto da selezionata filmografia di genere, a cominciare da Thirst (semisconosciuto horrror fine anni 70) passando per il Vampires di Carpenter per finire con Matrix e la sua sequenza più suggestiva, quella degli esseri umani coltivati in batteria, mai più sfruttata per tutto il deludente seguito della trilogia.
Di questa immagine, nel montaggio finale sopravvivono due brevissime sequenze e il bel poster... e, considerato anche il cast (Ethan Hawke, Williem Dafoe e Sam Neill), la speranza di assistere ad una piccola gemma nascosta poteva anche essere lecita.
E invece: sceneggiatura prevedibile, caratterizzazione dei personaggi (sia visiva che psicologica) stereotipata, regia senza sprazzi, sfondoni plateali, deus ex machina basati sul nulla, colonna sonora dimenticabile. Nonostante gli ettolitri di sangue finto impiegato, non spaventa e non emoziona.

Non mi entra in testa che, quando sento puzza di operazione commerciale, certi film me li devo tenere per una tranquilla serata su Sky.

7 commenti:

elgraeco ha detto...

***ATTENZIONE! POSSIBILE SPOILER***



Il TOP (negativo) si raggiunge quando scoppia la ribellione, a causa della barista vampira dal braccino corto. E ho detto tutto. Pessimo, davvero pessimo.

CyberLuke ha detto...

Ma no!! Quella è l'unica scena che mi ha convinto...

Yeeshaval ha detto...

Recensione tagliente... ah, che nostalgia dei dolci "baci" di Nosferatu/Murnau/Herzog....

Roberta la Dolce ha detto...

Beh... a me tutta sta moda vampiresca mi ha stancato già da un pezzo... personalmente, sono rimasta all'"Intervista col vampiro"... che aveva anche quello un cast fantastico (Tom Cruise, Brad Pitt, Kirsten Dunst, Antonio Banderas e Christian Slater).

Angel-A ha detto...

MI era venuta una mezza idea di vederlo... meno male che me l'hai fatta passare... ^____^

Marcus ha detto...

Scaric... ehm, visto ieri.
Un grande spreco di attori (Dafoe sembra sempre sul punto di dire "ok, ma quando mi pagate?"), effetti speciali decenti ma non si sono certo sprecati... e poi che è sta storia che bastano dei Ray.ban a proteggere un vampiro dalla luce solare?
Vabbene tutto, però non prendeteci x il culo... dai...

Lory88*__* ha detto...

Ti dico solo che mi sono addormentata... il che, per un film horror, direi che non è il massimo... ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...