lunedì 19 aprile 2010

Un brand ci seppellirà.

Questa è un'idea piuttosto interessante.
Poster cinematografici privati di tutta la grafica comunemente utilizzata per questo tipo di media (fotografie, illustrazioni, montaggi etc) e ridotti a un lettering essenziale stampato su un fondo uniforme... e che, in compenso, integrano tutti i brand, in ordine rigorosamente alfabetico, che sono visibili in quel film, occulti o meno che siano.
Sono realizzati dai tipi di Antrepo Design in tiratura limitata a un prezzo che a mio parere è un furto puro e semplice... ma questo non toglie che sia una bella pensata.

11 commenti:

Christian ha detto...

Cioè sti tipi si sono presi la briga di appuntarsi tutti i marchi apparsi in un film e di farci dei manifesti?
E' una cosa al confine tra il colpo di genio e l'immensa cazzata.

Dama Arwen ha detto...

Graficamente sono pulite e mi piacciono molto, ma no, non ce le vedo proprio come locandine di film....

Angel-A ha detto...

Neanch'io... ma c'è qualcuno che se le compra?
E a quei prezzi, poi?

CyberLuke ha detto...

Prima Legge di Internet: Per quanto sia inutile la puttanata che vendi, la platea di Internet è abbastanza grande perché ci sia SEMPRE qualcuno che la compra.
Detto ciò, a me sembra una trovata degna di Andy Warhol.

Gabriele77 ha detto...

Non sono brutti, anche se la loro forza è – giustappunto – nell'idea alla base.
Si potrebbero creare, su questa falsariga, liste della spesa dei VIP o elenchi del contenuto del loro frigo o delle loro borse... ;-)

Matteo ha detto...

Ma che NOIA INFINITA sta roba!

Maura ha detto...

Perché noiosi?
Io li trovo anche decorativi, specie se accostati assieme nella giusta scala cromatica.
E l'idea è buona come un'altra, come suggerisce Gabriele... certo che toglierebbero un bel po' di lavoro a fotografi e grafici.

Uapa ha detto...

Neanche io lo comprerei mai...
Ma dai vari mercatini ho imparato che Cyber Luke ha ragione su un punto: la gente compra un sacco di roba essenzialmente inutile. Poi, magari, arriva a casa e si domanda anche perchè, però intanto l'ha comprata! XD

Alex McNab ha detto...

Sincero? Non mi piacciono granché...
Troppo minimal.
Potrebbe avere un senso, se non cercassero di farceli passare come genialate, perché non lo sono.

Kaneda ha detto...

Alla faccia del minimalismo!
Praticamente, hanno tolto tutto... mi ricordano un po' i vecchi libri Adelphi, con la grafica tutta uguale e solo la fotina che cambiava.
E' chiaro che vogliono spostare tutta l'attenzione sui brand visibili nel film (e già a confrontare le varie locandine si fanno degli importanti distinguo), ma visivamente appaiono un po' "povere".
Personalmente, la grafica dei poster cinematografici mi piace, e non vorrei mai vederla sparire così. ;)

Ettone ha detto...

artisticamente non è male, più che altro la trovo una trovata di "denuncia"... ma di fatto non mi piace molto a livello creativo (sebbene il minimal mi affascini sempre) e nemmeno come locandina...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...