lunedì 17 maggio 2010

Ed eravamo tutti fighissimi.

uesto weekend sono andato a tagliarmi i capelli.
Estigrancazzi, commenteranno molti di voi. Va bene. Il fatto è che sono andato in uno di quei negozi appartenenti a quella catena col nome francese (perché, come in ogni luogo comune degno di questo nome, ristoranti e parrucchieri, se sono francesi, fanno molto più figo, voi andreste a farvi tagliare i capelli da un barbiere thailandese?), quelli dove è tutto bianco, pavimenti, muri, soffitti, t-shirt delle sciampiste, i clienti sono avvolti in tuniche bianche di garza. E tutti leggono HairStyles, sotto nuvole di strani gas, con sottofondo di house.
La parrucchiera che mi ha preso in custodia mi ha toccato un po' la testa e mi ha detto: "Ti vedrei con un taglio vivace... un po' asimmetrico, che renda però giustizia al tuo viso. Che ne dici?"
Taglio vivace? Ma che cazzo significa? Ho fatto di sì con la testa. Mai contraddire una donna che ha delle forbici così vicine alla tua testa, ho imparato. Lei ha iniziato a lavorarmi. Io stringevo nervosamente l'iPhone nella mano, l'unico oggetto personale che mi era stato consentito di tenere con me, al momento di avvolgermi nella tunichetta di garza bianca.
Nel multispecchio di fronte si moltiplicavano le teste colorate, i camici bianchi e le copertine di HairStyles e io, piano piano, sono riuscito a chiudere gli occhi e a pensare all'anestesia. Al cloroformio. All'etere. Perché non è possibile avere l'anestesia dal parrucchiere? Sarebbe bello. Entri, una biondina ti sorride e ti mette una mascherina di plastica dorata sul viso, ti addormenti sbirciando nella sua scollatura quando è piegata su di te e ti risvegli che è tutto finito. Invece lei, che è una mora, le forbici in una mano e i miei capelli nell'altra mi ha chiesto: "Non hai problemi a portarli un po' alla disperata, vero?"
Alla disperata? "No, nessun problema".
"Vuoi qualcosa da leggere?"
"Vorrei qualcosa che si accordasse al mio taglio. Hai Nietzsche? Kierkegaard? L'Uomo Ragno?"
"No, abbiamo solo HairStyles".
"Ottimo. Grazie".
"Ti spiace se ti metto del balsamo alle mandorle?", mi ha chiesto e io non capivo se a parlarmi fosse lei o la modella che mi guardava da HairStyles e allora ho detto: "Metti tutto quello che ti pare". E ho continuato a sfogliare HairStyles.
È passato del tempo e un po' sono stato meglio, quasi mi sono dimenticato di essere lì, perso com'ero tra set bellissimi color panna e violetto e modelle venezuelane fotografate da eredi eretici di Alvar Aalto in vernissage scintillanti ai quali non sono stato invitato. Bellissime, è tutto bellissimo, mi piace, e allora, quando ho alzato gli occhi, finalmente ho capito.
Eccomi. Sono bellissimo, ora. Sono io. Sono a pagina 52 di HairStyles.

21 commenti:

Fra ha detto...

così... adesso hai dei vivaci capelli alla disperata?
(machecaz significa????)
perché non metti una foto a taglio finito? :) così, se mi piacciono, la prossima volta me li faccio fare vivacemente disperati pure io! :)

Anonimo ha detto...

ecco una buona ragione per seguire le orme del vecchio larsen...
macchinetta per capelli: 10€ alla lidl, per tutto il resto c'e' mastercard.

faccio da solo, ogni 2 settimane do una ripassata alla capoccia, senza dovermi sorbire idiozie :D

bella l'epoca in cui c'erano i barbieri eh?
entravi e ci trovavi i soliti vecchi che litigavano di calcio, dopo 10 minuti che eri dentro, t'avevano tirato nella discussione.
"barba e capelli" era tutto quello che dovevi dire, e non ti rispondevano con: "vivaci alla disperata??"
per non parlare poi delle riviste zozze quand'ero ragazzino :D
okok, adesso alle medie gia' fanno le orge, noi s'era decisamente piu' innocenti ed ingenui...

Larsen

Maura ha detto...

Qualche volta ci sono andata anch'io in quella catena di parrucchieri, non mi sono trovata particolarmente bene ma manco troppo male, e comunque a me fanno domande meno da cerebrolesi tipo "va bene l'acqua?" e "come li vuoi?", a cui almeno so dare una risposta sensata. :)

Taka ha detto...

a me un parrucchiere son almeno dieci anni che non mi vede.
si fa tutto a casa a decespugliare la mia vivace capigliatura! :p


in tutto questo non ho capito se il taglio ti piace?
ma in ogni caso non ti preoccupare, due giorni dopo non sarai già più in grado di replicare da te l'acconciatura che t'han fatto... -.-

Anonimo ha detto...

che bello sapere che esite chi si fa problemi per il taglio di capelli ed il look apposito....

altri (io), abbiamo altri tipi di problemi di capelli
vedi alla voce calvizie...:)))

by desperado

Francesco Sternativo ha detto...

si ora voglio una foto del dopo :)

Angel-A ha detto...

Fo-to! Fo-to! ^____^

Uapa ha detto...

Ma dai, consolati: i capelli "Vivacemente Disperati" suonano un po' meglio dei capelli "Alla Nazareth" (definizione del mio prof di Storia e Filosofia) che ho avuto io per un certo periodo! XD
Mi unisco ai cori che chiamano in causa la foto del dopo! ;-)

C0cca84 ha detto...

hai fatto bene ad avvisare del tuo cambio di look, se per caso vedevo in giro per roma un taglio alla disperata non sarei stata capace di trattenermi dal saltargli addosso...ora almeno so che sei tu ^_^

Ettone ha detto...

dalle mie parti dicono in dialetto:
"T'ei propi un bel fanciot"

Gloutchov ha detto...

Foto! Foto! Foto! Foto!

Io vado da Antonio. Calabrese. Bravo. Parla poco. Due figlie che fanno i disegni a un tavolino colorato in un angolo del negozio. Tajacavil, altro che... ^_^ L'unica volta che son stato in un posto come quello, dicendo sempre sì alle domande strane che mi venivano poste, mi son trovato sotto un casco e della stagnola tra i capelli... avevo voglia di piangere!! :D

Ariano Geta ha detto...

Probabilmente la lettura della rivista è inclusa nel prezzo...

Dama Arwen ha detto...

Esatto!
Come di Francesco, LA FOTO VOGLIAMO!!!

E quoto anche il Taka!

CyberLuke ha detto...

C'è poco da vedere: immaginatemi vivace & disperato.

Taka ha detto...

faccio fatica ad immaginarti vivace a te :p

Simone ha detto...

Io vado ogni sei mesi in un posto dove praticamente credo di essere l'unico cliente maschio. Non mi piace tagliarmi i capelli non perchè non mi preferisca con un aspetto curato, ma perché è proprio una gran rottura di palle andare lì e perderci mezzo pomeriggio.

Poi un periodo portavo i capelli lunghissimi e non li tagliavo praticamente mai... ma quelli erano altri tempi.

Simone

Roberta la Dolce ha detto...

@Simone: prendi un appuntamento, e invece di mezzo pomeriggio ti parte un'ora! ;-)
Io dal parrucchiere mi rilasso, per due o tre ore non penso a niente, sfoglio le riviste idiote... e ora ti cercherò su Hair Style! :-D
ps comunque anche a me fanno domande di questo tipo... "ti vedo più selvaggia/fatale/magica/aggressive"... :-DDD

dandia ha detto...

Anch'io recentemente sono uscita da quel posto candido, "alla disperata" più che mai.
Ho imparato, che, tra tanti sì, qualche no ogni tanto conviene piazzarlo...

Anonimo ha detto...

...sul fatto che tu sia "bellissimo" ho dei dubbi, indipendentemente dalla pag.52 di HairStyle!
Andrea Hack

Hirilaelin ha detto...

A disperato! :D

Nicla ha detto...

Anche io uso il decespugliatore come Takkino!

ps non so come mi ero perso questo meraviglioso post!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...