giovedì 13 maggio 2010

Questo è solo l'inizio?

Lo so, comincio a suonare come un disco rotto... ma non me ne frega niente.
Più lo vedo e ne sento parlare, più questo aggeggio mi attrae come Christina Aguilera appena uscita dalla doccia.
Insomma, è come se sui nostri tavoli, nelle nostre borse, sotto le nostre mani, dovunque diavolo vi pare, ci fosse sempre stato un posto vuoto per l'iPad.
Questo qui sotto è il secondo spot da trenta secondi uscito per pubblicizzarlo... e, al di là dei toni magniloquenti (Cos’è iPad? iPad è sottile, iPad è leggero, iPad può andare ovunque e dura tutto il giorno. Non c’è modo giusto o sbagliato di tenerlo. È pazzescamente potente, è magico. Sai già come usarlo. Sono 200.000 applicazioni e continuano ad aumentare. Tutti i siti del mondo nelle tue mani. È video, foto, più libri di quanti ne potrai leggere in tutta la tua vita. È già una rivoluzione e questo è solo l’inizio) inizia a dare l'idea di cosa sta per entrare nelle nostre vite.

iPad non è ancora disponibile in Italia, ma si può già preordinarlo sull'Apple Store.
La richiesta, da noi come negli stati Uniti, è stata talmente alta che le date di consegna sono slittate da fine maggio ai primi di giugno.
Come vedete (e come da tradizione), Apple non vi regala niente... continuo a pensare che sia un pelo troppo caro, ma ognuno si farà i suoi conti in tasca.
Dove c'è da gridare al ladrocinio, invece, è leggendo le tariffe che Vodafone ha pubblicato per navigare con iPad 3G in Italia: 5 euro al giorno per un massimo di 500 MB di dati, oppure 30 euro al mese con dati illimitati.
No, dico... cinque euro al giorno.
Mi rivolgo a voi signori della Vodafone e lo farò con le parole più gentili possibili: siete dei ladri. Punto e basta.
E visto che – grazie a Dio – non siete gli unici sulla piazza, mi rivolgerò altrove per collegare l'iPad alla Rete... questa qui sotto, ad esempio, è l'offerta di Tre: 5 euro al mese con il limite di 3 GB di dati (QUI la pagina con la loro offerta).
E sapete, in tutto questo, qual è il bello?
Che dopo l'offerta di Tre, Vodafone, nel giro di mezza giornata, ha corretto le tariffe nel seguente modo: 2 euro al giorno per fino a un massimo di 500 MB di dati, oppure 30 euro al mese sempre con 500 MB giornalieri (QUI la pagina ufficiale Vodafone per iPad).
Sempre un furto, ovviamente... ma constatare che l'offerta giornaliera è stata più che dimezzata rispetto alla precedente è una bella soddisfazione.
TIM – per ora – non è apparsa tra i gestori che forniranno supporto per iPad, ma dovrebbe farlo nei prossimi giorni... e sono proprio curioso di vedere come e dove si collocherà rispetto i due concorrenti.
Ricordo che, in assenza di una rete wireless (quella di casa vostra, del vostro ufficio o una pubblica) per far navigare iPad è imprescindibile aderire ad uno di questi abbonamenti, e che per farlo è necessario acquistare una nuovo tipo di microsim da inserire nell'iPad (la vedete qui sotto, misura 12 mm x 15 mm contro i 15 mm x 25mm delle normali Mini Sim).
Per ora, questo è tutto.
Voi potete chiedervi se un iPad ha ragione o meno di entrare nelle vostre vite... io ho già deciso.

19 commenti:

elgraeco ha detto...

Anche io ho già deciso. Opto per il sì, per far entrare l'I-Pad nella mia vita, anche se preferirei Christina Aguilera che esce dalla [mia] doccia... ma non si può avere tutto. :(

Anonimo ha detto...

grazie, no, passo...

Larsen

Frank Furter ha detto...

Vodafone ladri, ci sta tutta.
I trenta euro al mese di Tre, pur non essendo proprio in regalo, sono una cifra ragionevole.
Ma manco Apple ci va liscia: io ci avevo fatto un pensierino per iPad, ma visti i prezzi ( e la conversione 1:1 tra dollaro USA e euro), mi sa che dovrò ridimensionarmi. Sigh.

Anonimo ha detto...

L'ho provato.

è un cambiamento epocale.
è un computer senza computer.

10 anni avanti, come al solito.

Sono rimaste solo le informazioni. non si accede ai file ma alle foto, ai documenti, alla musica, ai contatti, a...

smarc.

Gloutchov ha detto...

Beh... non devi guardare solo al soldo. 500MB al giorno non sono proprio equivalenti a 3GB al mese.

Diciamo che se vuoi utilizzare l'iPad per stare connesso alla rete, per fare tutto ciò che iPad promette, forse son meglio 500MB giornalieri di 100MB offerti da TRE.

Tutto dipende dal flusso dati che credi di poter scambiare tra il tuo iPad e il resto del mondo. ^_^

Quanto alla scelta tra iPad e l'Aguilera, direi che possiamo essere grandi amici e accontentarci a vicenda. Io ti lascio l'iPad, tu mi dai l'Aguilera che esce dalla doccia.

:D

@smarc:
Cambio epocale... boh! Dipende cosa fai col computer. Diciamo che è una idea epocale, ma forse è ancora presto perché l'iPad possa essere paragonato a un computer. Certe cose sull'iPad non possono essere fatte. Credo che l'iPad sia un buon device d'appoggio al computer.

Leonardo ha detto...

L’offerta della TRE è la migliore e chi ha una buona copertura andrà su quella: poi se uno avesse dubbi, va detto che ha 2 mesi di prova a 2 euro.
Infatti il primo mese di navigazione con 3 è gratuito (sempre 3GB ovviamente) e il secondo mese basta aggiungere 2 euro ai 3 che ti danno già caricati nella SIM. E contando che non c’è il problema di usare la stessa SIM dalla quale si telefona, direi che per provare il tutto secondo me è ottimo. Poi al massimo uno passa ad altro ma per due euri…. :)

Tiziano Brutti ha detto...

ovviamente non l'ho ancora potuto vedere, ma la mia sensazione è in linea con le conclusioni di un blogger che ha potuto provarlo:

"In sintesi: l'iPad è un dispositivo costoso per fruire contenuti altrui. Non è uno strumento di lavoro. Va bene per vedere video, sfogliare Internet, leggere libri. È un dispositivo per passivi. Se volete scrivere, produrre e creare, prendete un laptop e lasciate perdere la moda degli schermi tattili."

fonte: http://attivissimo.blogspot.com/2010/04/ho-provato-lipad.html

CyberLuke ha detto...

Grazie Tiziano, ho letto la prova su strada che hai linkato: pur non avendolo mai tenuto in mano, sono portato a condividere ogni cosa... anche se resto dell'opinione che iPad non è un computer, non è un netbook, non è un tablet e – soprattutto – non vuole essere nessuna di queste cose.
Quello che mi affascina è il suo proporsi come oggetto di nuova concezione, con tutti (e proprio tutti) i suoi difetti e manchevolezze di gioventù, ma meravigliosamente diverso e sfacciatamente incurante del mercato e di quello che le persone credono gli serva. ;)

BlackBox ha detto...

il prezzo é sicuramente non indifferente... bisogna tenere conto però che i prodotti apple hanno una bassissima svalutazione nel lungo periodo quindi, nel momento in cui si va a rivendere, conserva parecchio del suo valore.
Questo infatti é uno dei motivi che mi porteranno a comprare questo accrocchio 16GB 3G. Se vedo che non si confà alle mie esigenze lo vendo dopo l’estate a 500€ e qualcuno che lo compra lo trovo di sicuro... a Cyber, se nel frattempo non se l'è già comprato! ;)

CyberLuke ha detto...

@Gloutchov: mi è venuta un'idea.
Che ne dici di una Christina Aguilera che esce dalla doccia con un iPad scintillante in mano?
Insomma, perché rinunciare a uno dei due? ;)

elgraeco ha detto...

Ma l'i-Pad non resiste all'acqua! :D

Angel-A ha detto...

ahahahahah cyber sei il solito Aguilera-maniaco ^____^
però con un iPhone potrebbe coprirsi ancora meno....

CyberLuke ha detto...

@elgraeco: già, si renderebbe conto che non funziona più e lo getterebbe lontano.
Piano diabolico, nevvero?

elgraeco ha detto...

Il quadro è ben delineato. Complimenti. :D

Anonimo ha detto...

uhm... a proposito di svalutazione: ormai ogni anno fanno uscire la versione successiva (vedi l'icoso che telefona), spendere 800€ l'anno per qualcosa che, appunto, non si sa cosa dovrebbe fare... mha...

a sto giro ti approvo l'aguilera: usata come si deve almeno un'anno ti dura, non devi "scoprire" come funziona, sai gia' cosa ci puoi o non ci puoi fare (a grandi linee diciamo), se gli amici te la chiedono in prestito puoi rifiutare senza sentirti in colpa ma sopratutto non restano i segni delle ditate, e alla luce del sole la si apprezza meglio :D

Larsen

Taka ha detto...

nel post gridi al ladrocinio di vodafone che fa pagare una tariffa decisamente elevata (ma negli standardi italiani ahimè!) per la connessione.
io ti rilancio quello che credo di aver detto anche precedentemente: è un furto anche far pagare CENTO euro in più un modulo integrato di connessione hsdpa.
una chiavetta costa nuova una cinquantina di euro, al produttore costerà un decimo. un modulo interno avrà costi di produzione ancora più bassi!

è una scelta ridicola e vergognosa, che semplicemente non riesco a concepire. perchè non fare uscire semplicemente un modello con wi-fi e modem hsdpa invece di farne due differenti?

insomma, con tutte le cose buone che può avere questo ipad, questa cosa dei prezzi differenti è una bella presa per il culo, e la gente paga contenta di farselo mettere in quel posto. -.-

Taka ha detto...

dimenticavo...

c'è da sperare vivamente che la connessione tramite Tre sia bloccabile su "umts/hsdpa" perchè altrimenti se ti va a finire in gprs son dolori per quanti soldi ti ciuccia!

CyberLuke ha detto...

@Taka: assolutamente d'accordo.
Che Apple ci marci, e alla grande, su ste cose (un'altra è la dotazione di RAM, anche se adesso un po' meno) è una cosa che non ho mai mancato di sottolineare.

Dama Arwen ha detto...

mimportanasega a me!!

XD

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...