lunedì 3 maggio 2010

Vedi Napoli e poi il Comicon.

Napoli è una città che, al pari di Roma, è paragonabile a una bella donna da cui non riesco a farmi stregare: la guardo consapevole che non c'entra nulla con me e io mai c'entrerò qualcosa con lei... ma, ogni tanto, questa si volta e mi strizza l'occhio, mostrandomi una faccia così accattivante che non posso – anche se solo per pochi, lunghi istanti – cogliere un messaggio che era rimasto nascosto fino a quel momento, diretto a me e solo a me, e regalarmi un intimo brivido d'emozione.
Niente per cui farmi innamorare, sia chiaro... ma abbastanza per continuare a seguirla con lo sguardo finché questa non sparisce dal mio campo visivo e l'istante si nebulizza per diventare ricordo.
Anche stavolta devo ringraziare Antonella per avermi mostrato una Napoli meno turistica del solito, e avermi affiancato nei due giorni della dodicesima edizione del Comicon, il salone internazionale del fumetto, da quest'anno splittato tra il Castel Sant'Elmo (splendido, elitario, suggestivo ma del tutto inadatto a contenere la massa di appassionati che l'anno scorso non riuscirono neanche ad entrare) e la Fiera d'Oltremare (ordinaria, fracassona, sporca ma con la capienza giusta per ospitare centinaia di cosplayer e gli stand più commerciali della rassegna).
E, a proposito di cosplay, anche quest'anno non posso che constatare che, tra le tante, il Comicon non è la manifestazione dove è possibile vedere il meglio in questo campo... sia tra idee che realizzazioni.
Per il resto, la mia breve permanenza in terra partenopea è stata piacevole, allietata da un paio di buoni amici (ciao Manu, ciao Alessio) e riscaldata dalla giornata più estiva che abbia vissuto da inizio anno.

11 commenti:

Fra ha detto...

La tua spiegazione (quasi poetica) del come Napoli ti affascini ma non ti streghi mi è piaciuta molto e, oltretutto, la condivido!
Anche a me piacciono le foto poco turistiche e molto "vere".

Christian ha detto...

Belle foto, fatte tu?

Kaneda ha detto...

Buzz Lightyear e Woody sono bellissimi.
Ma quella tipa in PVC nero chi è? Una Borg?
Belle foto.

CyberLuke ha detto...

Sì, le foto le ho scattate tra sabato e domenica scorsi.
Anche qui, fotografare Napoli non è facile, senza scadere nella banalità da cartolina.
E mi sono perso scatti memorabili, come una famigliola che mi è sfrecciata sotto gli occhi in Vespa, tutti e quattro senza casco, come se fosse la cosa più normale del mondo.
Ma la magia, quella sì, è difficile da catturare.

Roberta la Dolce ha detto...

Te lo dissi già, hai un gran gusto per le inquadrature, e se magari disponessi di un'attrezzatura un po' più professionale e qualche nozione in più mi faresti una bella concorrenza! ;-D
Venendo a Napoli, anch'io le poche volte che ci sono andata ho trovato difficoltoso "catturare" su pellicola (o memory card) il suo spirito, la sua anima, e dopo un po' ho anche lasciato stare... aspettando che mi chiamasse con la sua voce!
Scusa, è un discorso un po' sconclusionato.... e lunedì.... bacio!

BenSG ha detto...

Sono stato venerdì mattina e sabato pomeriggio a Sant'Elmo e poi la domenica a Oltremare: oltre la distanza dei due quartieri - sia fisica che sociale nonché di pubblico - mi è parso che la divisione fosse fin troppo accentuata fino ad esser avvertita come due eventi distinti e separati.
E non credo che questa discrepanza giovi alla manifestazione, ma in tanti sono tornati a casa felici e contenti, quindi...

Simone ha detto...

Cosplay e panni stesi: un mix impareggiabile.

Simone

Angel-A ha detto...

Foto particolari come sempre!!!
Ho amici e amiche a Napoli,non li vado a trovare da un sacco... a saperlo, coglievo l'occasione!!! ^___^

Licia ha detto...

(hai saltato un NON prima di scrivere COGLIERE)
e su questo non ti quoto, Napoli come Roma sono tanto affascinanti quanto incasinate e non posso fare a meno di amarle di più ogni volta che mi fermo a guardarle. La sua antica bellezza non solo si intravede dietro il caos, ma lo permea e lo ingentilisce...
besos!

lunaa ha detto...

beh direi che Napoli è Napoli...con i suoi eccessi e le sue bellezze.le sue mille contraddizioni.forse basta guardarla DAVVERO mettendo da parte un po' di stereotipi(veri o presunti)o banali luoghi comuni....magari potremmo vedere di più!!!
ciao cyber.mi diverte leggere i tuoi post

CyberLuke ha detto...

Ciao Luuna, e grazie. ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...