lunedì 12 luglio 2010

Un po' si vince, un po' si perde.

Si è concluso da poco a Roma il festival del fitness... una manifestazione col quale il sottoscritto ha decisamente poco a che fare, se non che una delle aziende presenti in pompa magna, Move and Play nata dalla costola dell'americana Xrkade, si presentava per la prima volta al pubblico con un logo nuovo di pacca progettato da me.
Non era il mio preferito tra quelli che avevo proposto (li vedete più in basso nello screenshot di Illustrator), ma tutto sommato non mi dispiace e al cliente, compresi i "patron" americani, è piaciuto parecchio.Come vedete, ho lavorato su differenti proposte di naming, queste create da una delle nostre copy. Per ogni logo è stato previsto un suo uso a colori, monocromatico e in 3D. Una delle mie proposte è stata accettata quasi subito, con la sola introduzione di una serie di gradienti colorati, ottenuti con lo strumento trama sfumata di Illustrator.
Più sotto, alcune delle declinazioni realizzate una volta che il cliente ha dato il suo ok sul logo.
Noterete che, per contratto, il logo Move and Play andava obbligatoriamente preceduto da quello di Xrkade... ma credo di essere riuscito a farli coesistere senza troppe forzature. Ma, per ogni successo, c'è una sconfitta... ed è particolarmente brutto quando si arriva secondi, c'è poco da fare.
Tempo fa la mia agenzia fu coinvolta nella gara di restyling del logo della Zecca di Stato, dall'impronunciabile acronimo IPZS (Istituto Poligrafico della Zecca di Stato, QUI potete vedere il vecchio logo), e per la quale realizzai alcune proposte (grazie ancora a Matteo per avermi fornito una preziosa ispirazione in una mattina in cui non facevo altro che scarabocchiare sul blocco).
Oggi posso finalmente mostrarvele, con rammarico perché – ormai – carta straccia: siamo arrivati secondi, e nessuno di questi loghi vedrà mai la luce.
Magari la prossima.
Inutile dire che sono molto curioso di vedere il logo vincitore.

17 commenti:

Matteo ha detto...

Il logo move and play m'era piaciuto da subito e questa versione coi colori è anche più accattivante :)

Davvero un peccato la sconfitta dell'IPZS. Il primo logo era veramente bello, elegante e appropriato... chissà chi ha vinto... ardo dal desiderio di vederlo.

Matteo ha detto...

Ah, aggiungo altre due cose. Mi piace molto come hai fatto coesistere i due loghi, sembrano perfettamente integrati.

Non mi piace, invece, la proposta di sito per l'IPZS. Si vede che sei tipo da carta :D

Ariano Geta ha detto...

Comunque complimenti per la vena creativa e l'impegno professionale, da questo punto di vista sarai sempre un "numero uno".

Angel-A ha detto...

A me piace anche la pagina web... ^____^
Tutto pulito, fresco, funzionale.
Peccato x l'esclusione, in effetti arrivare secondi è più bruciante che non arrivare ultimi ( a meno che non foste stati due concorrenti, eh! :DD )...
Consolati, anche Move and play non è per niente male!!

Christian ha detto...

Belli anche tutti i loghi esclusi... complimenti, ottimo lavoro... ma cosa fa la Move and play?

CyberLuke ha detto...

Move and Play è un programma di fitness orientato ai bambini e basato sulla musica e i videogiochi.
Non ho linkato un sito perché è ancora in fase di costruzione... avrei dovuto prendere parte anche alla sua definizione grafica, ma non ho avuto il tempo.

elgraeco ha detto...

Quoto Matteo sul primo logo IPZS. Sobrio ed essenziale.
Peccato.

Anonimo ha detto...

uhm... luca... ma sai che mi hai dato un'idea... mi sa che torno "blogger"...

Anonimo ha detto...

uff... con sto invio compulsivo del piffero :D:D

quello sopra sono io.

Larsen

Roberta la Dolce ha detto...

Il primo logo "NG" mi fa impazzire: nel terzo esempio sembra il baloon di un fumetto, una forma adatta ai bambini e quindi perfettamente in tema... ;-)

VOICEFACE ha detto...

Due gran bei lavori, specie quello per il logo della Zecca per il quale traspare – correggimi se sbaglio – un filo di passione in più che non per il primo, che forse è stato sviluppato con meno entusiasmo (ma sempre ineccepibile tecnicamente).
Ancora complimenti.

CyberLuke ha detto...

Non sbagli.

Yerathel ha detto...

Molto bello il logo Move & Play, anche se non mi piacciono le striature multicolore nella sua versione definitiva, comunque, de gustibus...
Mi associo al rammarico per il discorso della Zecca dello Stato, anche se, sarò sincero, non trovo i loghi particolarmente entusiasmanti (a parte il primo)... ma poi parlo io che di loghi non capisco una ceppa...
Comunque sempre complimentoni :)

Andrea Giovannone ha detto...

Mi sembra "azzeccato", poi il 3D oggi va molto, anche nei loghi, ottima scelta anche nei colori, un bel lavoro Luke. E per l'IPZS aspettiamo di vedere il vincitore.

BlackBox ha detto...

Mi piacciono tutti, tranne forse un paio un po' banali, ma, se posso chiedere, li avete presentati tutti e cinque (mi riferisco a quelli per il Poligrafico)?

Andrea Pettini ha detto...

...io avrei scelto il tuo! Se non fosse che, almeno sui loghi, hai rinunciato alla tua tendenza Barocca ed eccessivamente pomposa!

CyberLuke ha detto...

@BlackBox: non me lo dire.
Io ne avrei presentati due (il numero perfetto per le presentazioni), ma la mia agenzia si è fatta prendere dall'ansia e me ne ha fatti portare cinque.
È servito, difatti... ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...