giovedì 5 agosto 2010

Carnaby Street. E un paio di pinte di troppo.

Update londinese.
Stamattina raggiungo Antonio a Pret a Manger, che mi prepara un cappuccino pieno di lodevoli intenzioni, ma - saranno le mucche di qui - ancora piuttosto distante da uno italiano.
Poi, mattinata destinata allo shopping, o, almeno, alle vie deputate ad esso... Percorro tutta Oxford Street, sostanzialmente la loro via del Corso, modaiola e fighetta, entro qua e là, salgo su scale mobili, scendo in piani sotterranei illuminati come stadi, vengo salutato da commesse che sembrano le nipoti di Naomi Campbell e vengo squadrato da security man che sembrano i fratelli cattivi di Mike Tyson.
Tocco felpe blu elettrico di Esprit, mi avvicino a completi rosso bordeaux di James Daniels, provo stivaletti da combattimento Dr. Martens, mi faccio tentare da impalpabili camicie Gap .
Ma alla fine, è a Carnaby Street che torno: faccio finta di essere ancora negli anni sessanta, i commercianti di qui lo sanno, ti strizzano l'occhio e ti vendono roba sixty a prezzi da terzo millennio.
Una biondina in impeccabile taglio Mod mi vende due magliette e mi strizza l'occhio anche lei. Sono sicuro che, prima delle nove di stasera, sarà ubriaca come una zucchina come le sue, stilosissime, consimili. "Tutte le ragazze bevono come spugne, qui" mi racconta Benedetta, la ragazza di Antonio.
Ed è vero. Ieri, tornando in hotel, una di queste mi si butta addosso ridendo. Sarà pesata un'ottantina di chili, le volano dalla faccia gli occhialini di metallo che le raccolgo e le riconsegno senza dire una parola. Mi aspetto che spunti fuori qualcuno con una telecamera nascosta, e cerco di fare l'inglese in terra straniera.
Lei si allontana nella notte senza smettere di ridere.
Aveva delle scarpe fantastiche, però: le stesse che ho visto oggi in una vetrina di Carnaby Street.
Semialcolizzate, sì. Ma che stile.

11 commenti:

elgraeco ha detto...

Confermo, il tasso alcoolico è proibitivo laggiù, ma sempre molto stylish.
Molto bello questo tuo diario di viaggio.

;)

laFra ha detto...

evviva lo stile di Carnaby street: unico ^.^

Angel-A ha detto...

^_____^. Le inglesi sono così, ma a volte pure noi italiani/e non scherziamo!
Non troppissimo tempi fa uscii con una mia amica che normalmente non beve, ma se qualcuno le offre del Bayli's... Non riesce a smettere, e a me tocca regolarmente riportarla a casa in stato pietoso. E l'ultima volta, ferme al semaforo, si affaccia dal finestrino e comincia ad insultare pesantemente dei passanti... Io sfodero il mio miglior sorriso e sgommo via!!
Cyb, spero che la prossima che ti si butta addosso pesi cinquanta chili, almeno potresti trovare gradevole la cosa! Bacioo

Alex McNab ha detto...

Pensa che almeno lì in UK hanno almeno la scusa del bere, quando combinano qualche cappellata, invece da noi le ragazze spesso sono "fuori" perché fa tendenza...
Ho detto tutto :-P

claudia ha detto...

il tuo resoconto londinese e' (finora) irresistibile: non posso che essere d'accordo con quelli che ti dicono che hai la stoffa dello scrittore, cosa di cui peraltro mi ero gia' accorta quando mi scrivevi le tue lunghissime lettere scritte a mano!!
quasi quasi mi dispiace di dover partire domani, ma maggiore sara' il piacere di leggerti al mio ritorno.
un bacio.

claudia ha detto...

notiziona dell'ultima ora che forse tu saprai gia': domani a londra si inaugura il piu' grande apple store del mondo !!!
a covent garden....

Ariano Geta ha detto...

Il legame fra inglesi e alcolici è qualcosa di indissolubile, un cordone ombelicale metafisico.
Me ne sono reso conto quando sono stato in Inghilterra per studiare. I pub sono rituali sociali, non ubriacarsi in compagnia significa non essere integrato.

Anonimo ha detto...

luca, non so se riuscirai a leggere questo messaggio;volevo chiederti se ti è possibile mi prenderesti un foulard di burberry so che a londra il prezzo è più accessibile baci roberta

NothingElseMatters ha detto...

Poiché in inghilterra è legale fare sesso consenziente dai 16 anni in sù, questa è l'età in cui una ragazza diventa donna (l'Inghilterra è il paese Europeo con l'età piu' bassa a cui le donne iniziano a fare sesso) e, quindi, degna di attenzione.

la ragazza dai 16 ai 18 anni è sostanzialmente una bambina con il mito della lolita, si veste sexy, è super aggressiva e non si fa scrupoli a fare sesso, il che magari per noi potrebbe essere anche un fattore positivo, ma il problema è che, come accaduto anche a te, è difficile imbattersi in una di loro abbastanza sobria per farlo come si deve. ;)

Silvia ha detto...

Saranno stilose, ma dovrebbero dare una regolata al loro stile di vita! Le inglesi mangiano porcate tutto il giorno e la sera al 90% sono ubriache entro le 22. Prima di fare shopping a Carnaby Street dovrebbero guardare all'alimentazione (macD, burger king e similari) e cercare di regolarsi con la birra...
Ho vissuto a Londra 6 mesi e all'inizio non ci volevo credere, ragazze anche ben vestite in terra ridotte come stracci puzzolenti di vomito... poi ci ho fatto anch'io l'abitudine, ma da qui ad arrivare a capirle ce n'è ancora!!!

Davide ha detto...

secondo la definizione di un mio amico, le ragazze inglesi si dividono in due categorie: quelle che vanno al bar al mattino con il neonato al seguito, e quelle che ci vanno la sera a ubriacarsi. A volte le due categorie coincidono.
cioe’: io personalmente le noto solo le notti dei we, quando per le strade londinesi (abito ad Earl's Court) inizianoa sciamare ninfe bellissime e quasi svestite ( a prescindere dal gelo e i pinguini, loro sono sempre mezze nude) vagano ubriache, urlando, barcollando e abbordando tutto e tutti, tipo quella che ti è caracollata addosso.
per me?? una cosa inguardabile. L’inglese medio invece sembra apprezzare. Perche’ a quell’ora anche lui e’ ubriaco, e da qui arriviamo al sesso: pare che la specie “inglese” intrattenga relazioni sessuali solo il we quando sia il soggetto XX che quello XY sono del tutto ubriachi, secondo la migliore delle tradizioni nordiche.
cioe’: a quel punto lui chiede a lei qualcosa che deve suonare tipo : “ ehi ci stai fichi fichi con me”, e lei a una proposta cosi’ romantica rispondera’ con un muggito che lui prendera’ per un si. Arrivati a consumare l’atto, lei si porra’ supina ( pancia in su), braccia incrociate dietro la testa, e accettera’ passivamente il dimenarsi del tutto conigliesco di lui. La meta’ della volte lui non viene perche’ troppo ubriaco, e l’altra meta’ viene nei primi 30 secondi. Il fatto e’ che, sempre a detta di chi c’e’ passato, non solo il sesso occasionale e’ cosi’ scadente, ma anche quello istituzionale. :(

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...