giovedì 2 settembre 2010

Apple, che c'è di nuovo.

Tranquilli.
Questi eventi in cui Apple presenta al mondo le sue novità in campo musicale (iPod e affini) avvengono mediamente una volta l'anno, e stavolta sarò minimalista come i prodotti di casa Cupertino, limitandomi ad un elenco di caratteristiche e a un lapidario commento.
Anche perché ho cose più interessanti di cui parlarvi e ho pure un mucchio di lavoro da smaltire che sembrava aspettasse solo che io rientrassi dalle vacanze.
Iniziamo.

Presentate le nuove funzioni di iOS4, il software iPhone. Ora l’iPhone scatta tre foto in rapida successione con 3 livelli di espozione diversi che combina automaticamente in un’unica immagine HDR.
GameCenter, invece, serve a giocare in rete con qualcun altro che ha un iPhone 4.
Atre novità includono la possibilità di fare upload dei video in HD... sempre che abbiate una rete WiFi abbastanza cazzuta a disposizione.
Commento: carina la possibilità di scattare foto HDR.

Presentato il firmware per iPad 4.2: adesso si potrà stampare dall'iPad in modalità wireless attraverso stampanti di rete configurate in un opportuno Print Center (nuova componente di iOS 4.2).
Poi c'è AirPlay, che rende possibile ascoltare musica, vedere filmati e foto non fisicamente presenti sul proprio iPad ma su sistemi di rete. Come per l'iPhone, anche per iPad vi sarà la possibilità di archiviare le applicazioni in cartelle oltre che al multitasking. L’update sarà gratuito ed arriverà a novembre.
Commento: quando va detto, va detto: DNLA esiste da anni ed è supportato da migliaia di dispositivi. Personalmente, non sento il bisogno di nessuna di queste extra features (l'iPad è praticamente perfetto così com'è, e non ho nessuna intenzione di rallentarlo installandovi aggiornamenti firmware superflui. Il multitasking? per ora non mi sembra irrinunciabile).

Presentato il nuovo iPod Shuffle. Scompare finalmente l'inutilizzabile pezzetto d'alluminio senza controlli (mi ci incazzai QUI e QUI) e viene recuperato il form factor del vecchio – ma molto più funzionale – modello. Immagino che qualcuno, a Cupertino, deve aver fatto uno sforzo supremo per superare l'imbarazzo di tornare "indietro", ma è stato fatto, e onore al merito per questo.
Per pudore, gli hanno aggiunto il Voice Over. Tiene 2 GB e costa 55 euro.
Commento: uno dei rarissimi casi in cui Apple ammette di aver prodotto una cazzata, e probabilmente l'oggetto più interessante presentato ieri.

Presentato il nuovo iPod Nano. Completamente rivoluzionato.
È diventato un quadratino d'alluminio anodizzato con un display da 1,7 pollici multitouch e un clip posteriore come l’iPod Shuffle.
Come il precedente, ha Voiceover, la radio, Nike+. Gli unici pulsanti fisici sono quelli del volume. Autonomia di 24 ore. Eliminata la videocamera. 169 euro il modello da 8 GB e 199 il 16.
Commento: non sempre ridurre le dimensioni è un bene per l'usabilità, e questo Nano ne è il perfetto paradigma. Il suo schermo è troppo piccolo per essere veramente fruibile.
È piccolo per vedere le foto, è piccolo per i filmati (oltretutto, da rettangolare è diventato quadrato), è piccolo per usare il multitouch. E soprattutto, l'abolizione della click wheel rende obbligatorio guardare il dispositivo per usarlo. La rimozione della videocamera è solo un espediente per dirottare chi è intreressato a questa feature sul più costoso iPod Touch... non che questo Nano venga regalato (costa più del precedente e offre meno).

Presentato il nuovo iPod Touch. Com'era prevedibile in un'ottica di economie di scala, ora condivide parecchia componentistica del nuovo iPhone, primi tra tutti il Retina Display e il chip Apple A4.
Il nuovo Touch ha anche Gyroscopio, iOS 4.1, una videocamera frontale e una posteriore con cui registrare video in HD (ma non fotografare, vai a capire), 40 ore di autonomia, e iMovie per rimontare i video girati. I prezzi vanno dai 239 euro per il modello da 8 GB ai 409 per il 64.
Commento: troppo caro: in sostanza, è un iPhone senza modulo telefonico spacciato per iPod che punta a rubare mercato alla PSP o alla Nintendo. Tutta tecnologia ottima, per carità, ma nulla di più che un giocattolo per teenager viziati.

Presentato iTunes 10. Ha una nuova icona (bruttina), fatto apparentemente marginale... ma che sottolinea come "musica" non sia più necessariamente sinonimo di "cd". Apple è stata tra le principali fautrici ad aver "liquidato" la musica dal supporto fisico alla versione digitale da comprare sull'iTunes Store, e c'è anzi da chiedersi come mai non l'avessero fatto prima.
Tra l'altro, Simone ne propone una parecchio migliore QUI.
Icona a parte, il nuovo iTunes include Ping, una funzione che, in sostanza, permette di farsi i cazzi degli altri (degli amici ma anche dei VIP), almeno in fatto di scelte musicali. Una specie di bacheca di facebook orientata alla musica. Ci aveva già pensato Microsoft con Zune Social, con scarso successo.
Commento: iTunes strizza l'occhio a Facebook. Magari Ping avrà più successo di Zune Social, chi lo sa.

Presentata una nuova Apple TV, molto più piccola e nera.
Dietro ha solamente alimentazione, HDMI ed Ethernet, e al suo interno ha il WiFi.
Non ha più l’hard disk perchè, secondo Apple, non devi più immagazzinare niente (e nemmeno sincronizzare): tutto quello che vedi lo vedi in streaming.
I prezzi per il noleggio dei film (sullo store lo stesso giorno dell'uscita del dvd) sono ottimi... almeno in dollari. Il sistema di noleggio è semplificato all'estremo, e la qualità è altissima. Apple TV costa 99 dollari.
Commento: bel concetto. Sul serio. Del tutto inattuabile in Italia per più di una ragione che non sto ora qui a discutere.

16 commenti:

Gloutchov ha detto...

Apprezzabile il passo indietro per lo shuffle. Secondo il mio parere è sempre stato l'iPod ideale. Il Nano è assurdo. Il Touch... no comment, per di più continuo a chiedermi perché non può fare fotografie. Boh.
iTunes 10... bah, ho il timore che rallenterà un pochetto il mio solido, ma vecchietto, iMac G5.

AppleTV è notevole. Mi spiace solo che in Italia non verrà capita. Il videonoleggio da salotto... fantastico! Però ci sta provando anche Mediaset Premium, col suo decoder on demand. Magari quest'ultimo potrebbe fare da apripista per gli eventuali AppleTV del domani. Ma dovremo attendere a lungo. Io, nel frattempo, ho un macmini attaccato al TV ^_^

Simone ha detto...

Il videonoleggio "on demand" c'è su XBox e Playstation da alcuni anni (anche in Italia) e funziona tanto bene che Blockbuster video è fallita. Non mettere l'hard disk sicuramente abbassa i prezzi, ma un po' di memoria per chi ha una connessione non velocissima (o se la rete lagga) io ce l'avrei lasciata.

Delle altre cose mi interessa poco... volevo comprare l'iphone 4 ma è introvabile, perché come è uscito l'hanno preso tutti e come ne arrivano altri la gente se li ruba o si scanna per averne uno. Tutta colpa della crisi! ^^

Simone

Leonardo ha detto...

Incredibile... prima di quest'evento, avevo visto su mille forum foto di quello che si diceva fosse il nuovo Shuffle….e invece era il NANO.
Che dire sono senza parole….Brutto, piccolo come un francobollo, senza videocamera, scomodissimo (per me, da quello che ho visto nei video) da usare….
Apple a questo giro tra il Nano, e itunes ha perso molto…
Buono il Touch, anche se vrei preferito 120Gb di spazio e magari una fotocamera in meno, ma buona….Sta storia dei video HD e delle foto scrause io non l’ho ancora capita.
Si vede che in Usa al contrario che da noi si fanno più clip video che foto…
Io la trovo una fesseria oscena….
Sul videonoleggio on demand dò ragione a Simone, ma non è certo una modalità diffusa... questione di mentallità? mahhh

BlackBox ha detto...

l’iPod Nano potrebbe essere un oggetto interessante. Potevano tranquillamente chiamarlo anche iWatch.
Secondo me hanno tolto fin troppo dalle caratteristiche della precedente generazione: i video (visti e fatti), la comodità di uno schermo decentemente grande, ect.
E’ come se avessero creato un nuovo settore posto tra lo Shuffle e il vecchio Nano, portando l’utenza del vecchio nano inesorabilmente verso l’iPod Touch, su cui vogliono far ricadere più gente possibile, in modo da incrementare ancora l’utenza (e le entrare!) dall’app store.
Non so, ma mi è venuta una gran voglia di comprare il classic, prima che lo tolgono dal mercato.

CyberLuke ha detto...

@blackbox: Classic tutta la vita. Il migliore iPod mai costruito (meglio ancora quello prima, col convertitore D/A di qualità migliore).
Un sacco di spazio e lo puoi montare sulla scrivania come un disco esterno.

@Gloutchov, Simone: in effetti, il videonoleggio da salotto è già possibile, ma pochi lo cagano (o lo sanno).
In Italia ci sono troppi interessi, e per AppleTV la vedo alquanto dura.

dactylium ha detto...

Sai Cyber che, dopo aver aggiornato iTunes, volevo proprio chiederti cosa ne pensavi della nuova icona?
Be', direi che mi hai anticipato nel post.
Una cosa così potrei farla anch'io che non sono certo un guru di AI...
È vero che tu insegni che semplicità e sintesi sono traguardi complessi da raggiungere, ma 'sta volta non mi pare abbiano neppure sprecato un minimo di creatività...

Quanto alla qualità (che tu definisci "altissima") dei contenuti video noleggiabili attraverso la nuova Apple TV, mi permetto di dissentire (se le mie informazioni sono attendibili).
Non si parlava di una risoluzione orizzontale di 720 pixel?
Se è corretto, non mi sembra moltissimo (non paragonabile ad esempio a quella di un blu-ray).
Certo qui c'è la questione dello streaming, però magari negli States bande decenti.
Con le antiquate infrastrutture italiane, invece, temo che lo streaming via Web di contenuti in alta risoluzione sarà sempre più difficoltoso (uno dei motivi per cui Apple TV in Italia resterà negli intenti?).

Bella infine l'idea di Simone della memoria buffer.
Però magari c'è, bisognerebbe capire cosa hanno realmente infilato nella scatola nera.

Un saluto, dacty

Alex ha detto...

Ma quelli sull'iPod Touch siete tu e la Aguilera?
Ma con il Touch non si può telefonare... o sì?

CyberLuke ha detto...

@Simone: un'altra cosa. Secondo me la crisi di Blockbuster non è dovuta al noleggio "in remoto", quanto dal fatto che un po’ tutti i film se li scaricano.

@Alex: con l'iPod Touch non si può telefonare, ma ora (teoricamente) supporta la videochiamata utilizzando FaceTime e una rete WiFi.

Alessandra ha detto...

Menomale che ho preso questo Ipod nano, mi faceva schifo il precedente e quello nuovo ho l'impressione che sarà scomodo. Niente che mi stuzzichi questo giro :(

Francesco Sternativo ha detto...

il fatto che l'ipod touch faccia i video e non le foto fa solo ridere :D

che tristezza cazzo...e la fotocamera per l'ipad non l'hanno ancora "sbloccata"?



.....

Larsen ha detto...

l'unica interessante puo' essere la tv... anche se temo che i contenuti siano o fuffa vecchia, oppure in lingua originale.
per carita', a me non dispiace, finche' sono in inglese :D gia' in francese o tedesco temo di avere problemi.

OniceDesign ha detto...

Aggiungo solo che, sui loghi, le scritte "touch" e "nano" sovrapposte a quelle specie di tratti a matita colorata sono roba da anni '90. Che tristezza, preferisco il minimalismo.

OniceDesign ha detto...

Voglio dire: ok, ci sono i colori, ci sono le impronte digitali a ricordare l'aspetto "touch"... però dai, messi di fianco al logo Apple fanno una figura meschina.

dactylium ha detto...

Chiedo venia per l'errore nel commento di ieri.

In realtà, come si evince dallo stesso sito Apple americano (bastava che guardassi prima di scrivere cazzate...), la risoluzione di film e programmi televisivi noleggiabili su iTunes e fruibili con Apple TV sarà:
HD -> 1280x720 (progressivo)
SD -> 720x480 (quella cui accennavo ieri).

La qualità dell'HD è certamente buona, considerando che la trasmissione è in streaming, però non è eccelsa.
Inutile in tal caso il possesso di un TV FullHD.

Ciao, dacty

Angel-A ha detto...

@Onice: a me quel loghetto piace!!! ^____^
E il nano non mi dispiace... io ho le dita piccole... dovrei riuscire a farlo funzionare bene... mi sembra solo un po' troppo caro.
ps: ma non è proprio di ieri la notizia che blockbuster sta chiudendo??

iSDC ha detto...

Grazie per l'aggiunta della menzione :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...