lunedì 13 settembre 2010

[RECE] Harsh Times - i giorni dell'odio


Devo dirlo: i primi venti minuti (facciamo trenta) di questo Harsh Times non fanno venire troppa voglia di vedere come procede, né di affezionarsi a nessuno dei personaggi tratteggiati su una Los Angeles girata in 16 mm o alla costruzione narrativa inceppata e poco lineare.
Ma, se si ha la pazienza di andare avanti, magari aggrappandosi allo sguardo dolorosamente allucinato di uno straordinario Christian Bale, si viene coinvolti nella vicenda quasi di forza e ci si ritrova alle battute finali chiedendone ancora.
Non tutto funziona alla perfezione: l'esordiente alla regia David Ayer è ancora in cerca di un posto nel mondo di Hollywood e per parecchio (forse troppo), scivola nel melodramma, nel già visto, ma alla fine della fiera riesce a sublimare tutte le suggestioni un po' superficialmente mostrate nel film e a portare il risultato a casa.
Il personaggio di Jim Davies (Bale) non è che sia esattamente il più simpatico del mondo (del resto, come può stare simpatico un veterano della Guerra del Golfo che ha come ambizione entrare in un qualsiasi corpo delle forze dell'ordine, se ne va in giro a cercare una donna da scopare, qualche birra da tracannare, un piccolo spacciatore da rapinare, il tutto trascinando con sé un altro povero cristo la cui moglie è convinta che invece si stia cercando un lavoro?) ma Christian Bale è talmente in forma che forse interpreta il suo miglior ruolo dopo L'Uomo Senza Sonno: psicotico, tragico, umanissimo, e si arriva alla fine del film facendo il tifo per lui, proprio come lo si era fatto per il Travis Bickle di Taxi Driver.
Certo, David Ayer (che per ora, è noto soprattutto come sceneggiatore) non è Scorsese, e rispetto a lui è più prevedibile e ha parecchio meno spessore, in compenso ha maggiore crudezza e immediatezza, oltre ad avvalersi di un direttore della fotografia davvero bravo.
Il resto del cast è di contorno ma regge bene, specie Freddy Rodriguez, che interpreta il ruolo dell'unico amico di Davies, l'unica àncora che tiene assieme i brandelli di morale barcollante del personaggio di Bale.
La regia è sobria anche se, per i miei gusti, tende a ispirarsi un pelo troppo ora a questo ora a quest'altro, ad esempio in alcuni dialoghi d'ispirazione tarantiniana, che forse avrei preferito anche un pelo meno prolissi (e penalizzati da un doppiaggio sciatto, diciamolo).
Montaggio funzionale ma con qualche ingenuità. Colonna sonora ottima (che recupera vecchi pezzi come la storica Reach Out I'll Be There, che mantiene tutta la sua forza proprio come nel 1966).
Insomma, ero partito assai poco convinto della bontà dell'operazione ma – cosa più unica che rara per il sottoscritto – sono stato ripreso per i capelli e al momento dei titoli di coda ero soddisfatto e satollo, tanto da potervelo caldamente consigliare... ammesso riusciate a trovarlo da qualche parte, visto che lo scarso successo al botteghino non ne ha certo facilitato la diffusione nell'home video.

5 commenti:

Yeeshaval ha detto...

Christian Bale mi piace molto, non sapevo di questo suo film e ora parto in caccia.
Ma di che anno è?

CyberLuke ha detto...

Il film è del 2005, arrivato da noi solo nel 2007.
Il dvd si dovrebbe trovare su Internet intorno i 5/10 euro.

Anonimo ha detto...

Ti dò ragione su colonna sonora, fotografia e Bale (che da solo vale la visione del film).
La storia, però, non mi è sembrata nulla di che, parecchi stereotipi, dialoghi che vorrebbero ispirarsi a quelli di Tarantino ma che non gli si avvicinano, e, come sottolinei, un doppiaggio pietoso.
Bella, però, la Longoria!...

Kaneda ha detto...

Quando lo vidi (al cinema) anch'io pensai ad una versione modernizzata di "Taxi Driver", o quantomeno ad un suo omaggio.
Splendida la scena nella quale Bale viene assunto dai federali proprio per la sua follia.

Alex McNab ha detto...

Me lo scarico - lo ammetto senza ipocrisie - stasera, confidando nella tua recensione.
Al contempo ti invito a leggere il mio post di oggi. Azzardo una previsione: "Exam" è un film che a te piacerebbe MOLTO.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...