lunedì 27 settembre 2010

Vuoi un'avventura?


Questa è comparsa stamattina sulla mia barra di Yahoo mail.
Ok, la tipa è vestita come in genere piace a me... e io di sicuro non sono un bacchettone.
Ma perché un brand come Yahoo deve sputtanarsi con questa roba?

16 commenti:

CLAUDIA ha detto...

1° Perche' C-Date paga bene il suo spazio pubblicitario e a yahoo non gli fanno schifo i soldi, da qualunque parte provengano
2° perche' la gente e' innegabilmente attirata da questi messaggi, e ancora di piu' gli uomini, che vedono un culo, due tette e un tacco a spillo e son gia' li' collegati via web con il filo di bavetta.

Uapa ha detto...

Mmm... Perché Yahoo Italia fra le notizie in primo piano mette anche notizie di oltre 2 mesi fa? E perché la mia e-mail non è più così protetta da spam e cavoli vari? Forse non c'entra nulla :-S o forse ultimamente si stanno lasciando un pochino troppo andare :-$

christian ha detto...

Non voglio credere alla tesi di Claudia tette/tacco=uomini sbavanti... e non per difendere il mio sesso, ma anche solo perché io non sono così e conosco un sacco di gente che non è pronta a precipitarsi a fare clic su un banner che gli promette chissà quali favolistici incontri.
Anche se mi sa che questo è uno di quei banner che rende quanti più clic vi si fanno sopra...

claudia ha detto...

@christian: anche a me piacerebbe non credere a questa tesi, e ti fa onore dire che tu non sei cosi', forse io ho incontrato gli uomini sbagliati, ma fra questi non ne ho mai trovato uno che non gli venisse l'occhio a palla per l'accoppiata tette/tacco o tette/culo.

CyberLuke ha detto...

@Claudia: ma come!... E io?

claudia ha detto...

@luke: tu sei uno dei peggiori!

Angel-A ha detto...

Money is money! ^_____^
Non credo che yahoo ci dirà mai quanti soldi prende da C-date... e finché non è roba illegale, immagino che la sola domanda che si ponga è: "perché no?"

CyberLuke ha detto...

@Angela: perché potrebbe avere anche un ritorno d'immagine negativa, magari?
Va bene i soldi, ma Yahoo non è proprio l'ultima arrivata... scegliersi con un pelo più d'attenzione i propri inserzionisti no?

Gaetano C ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
claudia ha detto...

@cyber: ma sei ingenuo se pensi cosi' ! cosa vuoi che gliene freghi a yahoo del ritorno d'immagine negativa !
te l'ho detto, per un tot che si scandalizzano o gli da' fastidio una pullbi cosi', ce ne sono il doppio che corrono a cliccarci sopra!!

Gaetano C ha detto...

per claudia (e chi la pensa come lei): i preconcetti sono una gran brutta cosa. solo perchè in giro ci sono tanti maschi che fanno del sesso facile la loro ragione di vita, non vuol dire che automaticamente il genere maschile sia così. personalmente, sono abbastanza stufo di subire sulla mia persona le disillusioni e le incazzature di donne che hanno incontrato – come claudia – l'immancabile superficiale di turno e che le ha rese prevenute verso tutto il genere maschile.
e' come se io dicessi che, visto che alcune mie ex si sono comportate da tr.ie, allora tutte le donne lo sono. non funziona cosi'.
questi servizi di incontri fanno leva sulle fasce più "disperate" o ingenue della popolazione internet, e, sono d'accordo con cyberluke, non fanno bene all'immagine di yahoo. d'altra parte, noi non conosciamo le cifre di questo accordo, quindi anche noi stiamo facendo illazioni basate sul niente... per quello che ne sappiamo, c-date potrebbe essere proprieta' di Yahoo! :-D

CyberLuke ha detto...

No. L'immagine pubblica che trasmette un brand, oggi come mai nella storia, è tutto.
Vale più dei tuoi prodotti, più dei tuoi servizi, più del tuo logo, più di ogni cosa.
Costruirne una è un lavoro che richiede anni, una quantità di risorse smisurata e non ha alcuna garanzia di successo.
Inoltre Yahoo è americana, e gli americani sono ancora abbastanza puritani da mettere in crisi un presidente per uno scandaletto sessuale.
Questa C-date è abbastanza innocua, ma da qui a pubblicizzare un servizio di accompagnatrici poco ci manca.

elgraeco ha detto...

Le statistiche di google analytics, tanto per dirne una, dicono che i clic cui banner pubblicitari sono rarissimi, a prescindere dai contenuti "scosciati". La maggior parte degli introiti deriva dalle semplici "visualizzazioni".

E sono d'accordo circa il ritorno d'immagine. Ovvero, credo che il visitatore tenda, volente o meno, ad associare il prodotto all'immagine ivi pubblicizzata. In questo caso Yahoo si lega a un'agenzia per appuntamenti. Lecita, ci mancherebbe. Però...

Roberta la Dolce ha detto...

Spezzo anch'io una lancia per i maschietti... Anch"io, naturalmente, ho incontrato "allupati" a diversi stadi, compresi quelli che si farebbero fatti la ragazza del proprio migliore amico se solo questa gliene avesse dato l'opportunità... ;-) Ma cliccare su un banner per rimediare uno straccio di appuntamento chissà dove chissà con chi richiede un certo grado di disperazione, e la normale pigrizia (caratteristca, questa, anche lei ricorrente) impedisce di fare una scelta simile.
Parlo per la mia esperienza, sia chiaro, ma sono abbastanza convinta di ciò... Insomma, secondo me non è che non cliccano perché sono bravi, ma perché troppo pigri e non abbastanza disperati! ;-D

Nicla ha detto...

Sorvolo sulla bassezza che può raggiungere il genere umano su internet (ma in generale nella vita) e prendo l'occasione per complimentarmi per il restyling dell'header. Molto carino e molto più te! ;-) :-*

Luca B ha detto...

se a qualcuno interessano delle modeste e personali considerazioni su banner e posizionamento:

http://luca.boccianti.com/?p=209

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...