martedì 19 ottobre 2010

Lion?


Domani Steve Jobs parlerà di qualcosa, qualcosa che ha a che fare col mondo Mac, dopo essersi sollazzato (ma anche sollazzato noi, ammettiamolo) con iPod, iPhone e iPad.
La copertina dell'evento, Back to the Mac, fa intuire l'ingresso di un nuovo felino nella famiglia Apple, il MacOS 10.7 Lion, dopo Cheetah (10.0), Puma (10.1), Jaguar (10.2), Panther (10.3), Tiger (10.4), Leopard (10.5) e Snow Leopard (10.6).
Inutile dire che sono molto, molto curioso.
Se è in programma un remind dell'interfaccia (più che un restyling, che chi ha voglia di usare qualche plug-in può già procurarsi da solo), potrebbe essere qualcosa mutuato dall'iOS... anche se personalmente credo poco all'implementazione del touch sui computer desktop.
Spero non puntino sul 3D, che complica solo le cose, ma si concentrino su una più elevata semplificazione ed automatizzazione di tutti i processi... magari un Automator facile da usare, un QuickTime che legge ed esporta tutto, una gestione delle font migliorata e una velocizzazione delle dannate anteprime in QuickLook (che potrebbe essere più che un'inutile fighetteria se solo le caricasse in real time).

E se poi si decidessero a dare una svecchiata al case del MacPro, che risale al 2003, non sarebbe male.

PS ma quanti termini da geek ho usato in sole venti righe?

PPS in effetti, guardandolo meglio, l'invito suggerisce qualcosa che haa che fare col 3D.
Qualunque cosa sia, mi auguro sia migliore della soluzione proposta da Bumptop (nel video qui sotto)... e cioè qualcosa che non aggiunge realmente un vantaggio operativo per l'utente.
Sempre secondo il mio modo di interagire col computer, naturalmente.

7 commenti:

Leonardo ha detto...

Il 3D potrebbe essere bello ma bisognerebbe vedere se riescono a far si che sia seriamente utilizzabile e stabile; ne ho provati un paio, anche per Windows, e (anche colpa del fatto che non erano integrati con l’OS) andavano in crash ad ogni soffio di vento.
Se poi ogni applicativo che parte lo manda in vacca o non si allinea neanche minimamente all’interfaccia grafica generica diventa irritante.
Io penserei piuttosto ad ampliare con una carrettata di features il Finder che mi sembra veramente poverello.
Per quanto riguarda iLife sono molto curioso, magari anche di un sistema di editing in iMovie che non funzioni solo con il mouse.

Ferruccio gianola ha detto...

Per Natale ho intenzione di ragalarmi un Mac (la tredicesima a volte serve). Li uso sul lavoro, ma non sono un grafico e quindi più consigli e suggerimenti dai... io li vengo a leggere:-)

BlackBox ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
BlackBox ha detto...

Condivido l’opinione di chi considera un desktop 3d inutile e pacchiano.
Poi ovviamente bisogna sempre vedere come è realizzata l’idea, però mi sembra un’aggiunta superficiale.

Brickness ha detto...

Ma il fatto che sull'invito ci sia una meletta in 3D secondo te vuol dire qualcosa?...

Gloutchov ha detto...

Sono curioso... perché in fondo Apple ha sempre trascinato l'evoluzione delle GUI. Chissà cosa tireranno fuori. Magari la Dashboard (che ora non uso praticamente mai...) potrà lanciare le App di iPad e iPhone, magari il Finder diventerà degno di questo nome, magari verranno implementate piccole utility che ora si trovano come freeware di terze parti (penso a Hyperdock...) magari, magari... ma se io sto ancora lavorando con un iMac G5, dubito che questo nuovo SO cambierà la mia vita.

Ma chi lo sa... forse è pure ora di aggiornare il mio iMac.

Simone ha detto...

Per me presentano l'iPhone 5! :(

Simone