giovedì 30 dicembre 2010

[RECE] Tron Legacy

Cercherò di dirlo più che per parole, per immagini – che si sa, spesso sono più efficaci.
Questo Tron Legacy, dallo stretto (e limitato, diciamolo) punto di vista del cinefilo non è mica un granché. Il soggetto è un pretesto, la sceneggiatura non funzionerebbe neanche per un film per bambini, i dialoghi fanno schifo, e per di più, il 3D che vi viene propinato è appena percettibile.
Ma, io, nel mondo di Tron Legacy, voglio andarci a vivere. Da subito.
Perché?

Perché sarei vestito in maniera fighissima:
Perché a vestirmi la mattina (anzi, la sera, visto che nel mondo di Tron Legacy è sempre sera e questo è un bene, perché le rughe non si vedono e le luci artificiali spianano tutti i difetti) ci penserebbero tre bellissime vestali vestite di neon:

Perché abiterei in questa casa, che sembra l'ultima dimora di Bowman in 2001, ma più sfarzosa:


Perché su uno dei miei divani ci sarebbe, lascivamente seduta, lei:

E, su un altro, più compostamente ma più ammiccante, lei:

Perché, dopo qualche tentennamento, essendo (banalmente) attratto dalle bionde, alla fine uscirei con lei:

Perché, naturalmente, lei sarebbe rimasta colpita dalla mia moto:

Anche se, per uscire in due, sarebbe più comoda la sua auto:
Perché tutta la mia giornata sarebbe accompagnata da una soundtrack elettro-sinfonica composta in real time dai Daft Punk:


Perché il mio Mac sarebbe un'unica, liscia superficie di vetro nero da accarezzare:

Perché questi sarebbero i mezzi pubblici e non sarebbero mai affollati e mai in ritardo:

Perché questi sarebbero i miei amici, e sarebbe molto stiloso andarsene in giro così nella notte digitale:
Insomma: Tron Legacy è il mio ambiente naturale, ed è chiaro che io sono finito in questa triste dimensione dove non c'è niente di tutto questo per errore, e che passerò il resto della mia esistenza a cercare di tornare dall'altra parte.
Certo, di là è noiosetto assai, almeno finché le sceneggiature saranno firmate da Adam Horowitz, Richard Jefferies, Edward Kitsis e Steven Spielberg (sì, c'è anche lui, ma si è fatto scrivere piccolo piccolo)... magari, ogni tanto, ripasserò a trovarvi.

8 commenti:

Matteo Poropat ha detto...

Da quel che ho letto in giro posso dire che è meglio la tua "rece" che il film. Che non andrò a vedere pur essendo un fan del primo capitolo.

elgraeco ha detto...

No! Lo devo ancora vedere, per cui non ho letto.
Ripasserò.
Magari ti frego qualche foto. ;)

Gloutchov ha detto...

Da quello che ho letto in giro, la morte sua sarebbe azzerare l'audio del film, mettere su la colonna sonora di Daft Punk, e godersi le immagini. ^_^

Ovviamente lo andrò a vedere!

iSDC ha detto...

Forse un giorno qualcuno in questa grigia realtà si farà avanti e ti offrirà la scelta tra la pillola rossa e quella blu neon.
Tu sai già cosa dovrai scegliere e finalmente sarai cosciente nella realtà che ti meriti...

Daft Punk rules.

Larsen ha detto...

in effetti anche a me ha lasciato un po' di amaro in bocca... bello il design dei mezzi, anche se poco originale, gli effetti non sono manco cosi' superlativi... e la storia... bhe'... diciamo che e' fatta per avere un tron revolution all'orizzonte.

tra l'altro mi fa specie la ducati, che non so quanto abbia pagato per essere cosi' presente nel film, considerando che sta tagliando in fabbrica e ha pure buttato una marea di soldi per prendere rossi... bho?

R15 ha detto...

Piccola lista pro e contro:
• pro: grande musica, buon ritmo, ottimi personaggi, veramente spettacolare design sia degli ambienti che dei costumi. Riesce nel compito dell'alto entertainment. Olivia Wilde (che aggiungo a fare altro?).

• contro: si prende veramente troppo sul serio al contrario del primo che era volutamente più (video)giocoso, 3D utile quanto i termosifoni ad Agosto, il protagonista ha un carisma pari ad un nanobyte per tutte le scene dopo quella iniziale.

Maddux Donner ha detto...

Piu ci penso e più mi viene da pensare che mancasse un vero picco finale di excitement, un combattimento ultimo, o qualcosa del genere, una resa dei conti, un crollo della rete non so..sinceramente mi aspettavo di più per il finale, mentre invece il climax dell'azone viene anticipato al combattimento aereo. è una sensazione maturata col tempo, in sala non me ne ero neanche accorto..è come se mancasse la struttra piramidale tipica di questi film, non so, massimo che mena commodo, jake contro quarritch, spiderman vs tutti, jack nel malestrom, anakin vs obi wan..manca quel tipo di confronto.

Roberta la Dolce ha detto...

L'ho visto domenica scorsa... Premetto che non ho visto il "primo" Tron, quindi sapevo poco della storia. Ho trovato le due ore decisamente pesanti, alcune scene erano di un imbarazzante micidiale , la sceneggiatura faceva abbastanza pena e il finale era decisamente scontato :-(
Insomma, l'ottimo comparto tecnico (molto buoni gli effetti e ottima la colonna sonora) non è riuscito a sorreggere il film. Ah, una menzione d'onore aJeff Bridges che mi è piaciuto veramente tanto. Ma forse non è il mio genere....

Ah, dimenticavo, sono d'accordo con te, il 3D è inesistente... Stendiamo un velo pietoso...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...