martedì 8 febbraio 2011

Una cosetta semplice.

In genere, non dò troppo risalto a quegli spot pubblicitari che impiegano risorse e mezzi che sfamerebbero un caseggiato per dieci anni.
Non farà la storia, ma tre minuti del vostro tempo se li è guadagnati.

21 commenti:

Matteo ha detto...

Davvero notevole, adoro questo genere di spot :)

NeverEndingStory ha detto...

Una cosetta in economia, insomma.
Ma cosa produce questa Batelco?

Christian ha detto...

Proiettato su uno schermo tipo IMAX e in 3D farebbe venire la tachicardia a tutti.

CyberLuke ha detto...

La Batelco (contrazione di Bahrain Telecommunications Company) si occupa di telecomunicazioni.
E il messaggio che vuole lanciare è che l'immaginazione di ognuno di noi è infinita, ma le idee si possono anche realizzare: bringing ideas to life.
Questa clip è stata realizzata dall’agenzia FP7/BH in un anno di lavoro... e, se vi interessa, QUI trovate un filmato col making of.

Angel-A ha detto...

Come dicono gli anglofoni (quelli fighi)??
Awesome!!!! ^______^

Anonimo ha detto...

Ma a voi la sequenza con le due formula uno nel centro commerciale non vi ha ricordato la scena nei Blues Brothers???!! :D
(notevole, come sperperare un milione di dolllari in computergrafica di prima qualità!!!)

BlackBox ha detto...

Ecco, appunto... Le idee sono una cosa, la loro realizzazione un'altra...
La differenza tra le 2 può essere un milione di dollari... ;)

Yeeshaval ha detto...

x Christina: quando hai detto "tachicardia" volevi dire in realtà "cagozzo", vero?

Luca ha detto...

Ma la cinepresa montata sull'elicotterino (nel making of)?
E' un'idea geniale... devo dire che Il making of mi è piaciuto persino più del film, ma mi sa che sono un caso a parte dato che mi piace molto da sempre la produzione.
Il film è tecnicamente un gioiello di effetti speciali ma niente di più, a parer mio. L’idea che sta alla base non potevano realizzarla più…semplicemente? :D Non so, dopo un pò che lo guardavo avevo la sensazione che fosse un gran polpettone, tutto slegato e più che altro un virtuosismo tecnico.

LUIGI BICCO ha detto...

In effetti nemmeno io amo particolarmente questo genere di spottoni roboanti, ma a parte qualche "fintezza" qui e lì, devo ammettere che c'è un grande lavoro, dietro.

Forse la parte dello skate ne risente più delle altre.

Eccellenti invece le trasformazioni dell'auto e della metro.

CyberLuke ha detto...

@Luca: l’effetto speciale fine a se stesso non interessa neanche me.
Ma, nel caso dello spot Batelco, l’effetto speciale è un buon mezzo per comunicare la tagline: l’immaginazione infinita trasformata in realtà.
Lo vedo fine alla comunicazione e non a se stesso, e ci sta.
@Luigi: la mia parte preferita sono le F1. Forse perché, effettivamente, mi richiamano alla mente la scena della Bluesmobile nei Blues Brothers. ;)

Izzy ha detto...

Ooook.
Mi spiace fare la figura dell'ignurante che non capisce niente, ma vabbé, sono quello che sono.

Sarà spettacolare e via dicendo, ma tutte 'ste scenate trovano il tempo che trovano.
Il messaggio esposto è banale e completamente schiacciato dai virtuosismi grafici, perde di significato dopo tre minuti di soli sbrilluccichii. Se avessero fatto un video futurista avrei capito. Ma gorilla giganti, allucinazioni calcistiche, macchine di formula uno che corrono per i palazzi, e draghi di sabbia che prendono vita, mi sanno solo di “minestrone della valle degli orti”. Hanno fatto il video fikko, a scapito della comunicazione.
Un esercizio di stile dell'azienda che ha lavorato sulla computer grafica, niente di più. Come cliente non sarei contento.
Anche perché la realizzazione sarà comunque ottima, ma a puntare solo sulla cg si finisce per subire confronti inappropriati. Computer grafica per computer grafica, mi verrebbe da confrontarlo con il trailer del nuovo Deux Ex, e nonostante quest'ultimo sia completamente in cg (quindi un prodotto sostanzialmente differente dal video della Batelco), non c'è storia.

Ps: Cavolo! Quel Luca mi ha bruciato sul tempo. Giuro che non avevo letto il suo commento né quelli dopo :(

Ariano Geta ha detto...

Sicuramente spettacolare, però con quel tipico difetto di certe pubblicità che puntano troppo sul marchio, ovvero la necessità di essere già conosciuto. La mia prima domanda é stata "Cosa è la Batelco?", e se non ci fosse stato Luca a dirmelo sarei rimasto col dubbio, perchè dallo spot non si capisce quale sia il loro prodotto.

Anonimo ha detto...

Sono abbastanza d'accordo con Luca, Izzy e Ariano.
La tagline è stupenda, e va bene: Il fatto è che l’immaginazione infinita è traducibile, secondo me, con immagini molto più emotive che pungono nel cuore piuttosto che una serie di cose assurde, semifantascientifiche e anche un po' slegate (si passa da un orango a degli aerei a una casa con 1000 palloni a una metro etc ), semplicemente per una ragione spaziale: la macchina da presa era lì e succede quello. Poi si gira di là e succede quell’altro.

Lorenzo ha detto...

molto bello, sono d'accordo con luigi, la parte dello skate è un po' sotto tono, e la parte delle F1, oltre che al mitico film dei Blues Brothers, ricorda anche una scena del film Driven con Stallone, film di puro intrattenimento che ti fa porre un unica domanda per tutta la durata...
come hanno fatto a far entrare Stallone in una macchina da F1?

Ettone ha detto...

in effetti lo spot è bello, ma non trasmette la minima idea di chi è Batelco...

Grazie Cyber per le delucidazioni

Ps, al momento comunque il mio preferito rimane quello della Volksvagen "The force"

Uapa ha detto...

Che caciara di posto :-D Però è bello :-)
Spero che molte di queste idee possano davvero realizzarsi e non rimanere solo idee... Ma non quella del tizio che gioca con tutti quei palloni, vi prego, alrimenti per me, che abito sotto ad un drogato di calcio, è la fine ç_ç

Taka ha detto...

al di là degli effetti tecnici su cui non mi pronuncio, fa sicuramente emozionare il filmato. :)

carino anche il making of.
e poi, quanto tempo che non vedevo il biped di max. :D

Gloutchov ha detto...

Rimango a bocca aperta!
E la macchina che si compatta e parcheggia nello spazio di uno scooter la vogliooooooooooo!! ^_^

Deb® ha detto...

BELLO!! Peccato non esserci... nel futuro! ;)

Anonimo ha detto...

Secondo me è una pacchianata diseducativa. (i tecnicismi non servono a nascondere l'infantilità del messaggio che, forse, è voluta. Forse).

N.A.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...