venerdì 11 marzo 2011

Non preoccuparti... vedrai che andrà peggio.

Appunto.
Ieri sera hanno portato mio padre in ospedale.
Caduto in casa e fratturato una gamba.
Il che, alla veneranda età di ottantasei anni portati peraltro non troppo bene, non è proprio il massimo.
Che cosa trovare di buono in tutto questo?
Che, all'incrementare delle disgrazie, quelle di solo ieri mi sembrano già delle bazzecole.

UPDATE: il simpatico vecchietto è appena uscito dalla sala operatoria, con una testa di femore nuova in vera plastica.
Per oscuri regolamenti ospedalieri, non posso ancora vederlo ma l'ho salutato per telefono.
Ora, lo aspetta la riabilitazione e un bel ciclo di fisioterapia.
Mi aspetto sempre di vederlo crollare come un castello di carte, fragile e dimagrito com'è... ma spero che il peggio sia passato.

27 commenti:

Marcus ha detto...

fossi in te, ora starei molto attento a come attraverso la strada...
(era solo per sdrammatizzare. auguri per tutto, in fondo a un certo punto le cose possono solo migliorare...)

Ettone ha detto...

anche se solo virtualmente sappi che ti sono vicino... e soprattutto capisco cosa significhi avere una sfiga dietro l'altra...

Gloutchov ha detto...

Cerca di non concentrarti sugli eventi negativi. Non che questo li attiri come fosse una calamita ma, a vedere solo le storture si rischia di credere che ci siano solo quelle.
Concentrati sui particolari positivi... probabilmente è l'unica via di fuga.

Nel frattempo, inizia una ricerca per capire chi ti ha fatto il malocchio. Io ho già avvisato in plancia di lanciare un siluro fotonico non appena individuato il bersaglio! ^_^

erik ha detto...

luca..che dire.. niente di probabilmente utile.. solo: forza e guarda avanti.

Deb® ha detto...

Di solito capitano tutte insieme, una via l'altra ma questa naturalmente è la più brutta. Mi dispiace per il tuo papà. Però cerca di essere positivo, [cuor contento il ciel l'aiuta] altrimenti attiri le negatività e le sfighe :) Un abbraccio!

La firma cangiante ha detto...

Sfighe a parte, più che altro auguri per il tuo papà. In fondo il brutto colpo è toccato a lui :(

claudia ha detto...

che dire ?
sono abbastanza senza parole.
purtroppo con l'eta' di tuo papa' era da mettere in conto che prima o poi succedesse qualcosa di simile.
siamo fragili, siamo molto fragili, e umani.
ma non puo' piovere per sempre.

Uapa ha detto...

Alla faccia del malocchio :-S
Capisco bene la situazione, anno scorso è toccato a noi con nonna, 93 anni, pigra e tastarda come pochi esseri al mondo.
So che dirti di non preoccuparti non serve, ma mi sento di dirtelo comunque.
Primo, perché riescono a rimettere in piedi persone oltre i novant'anni, ovviamente la loro collaborazione è fondamentale.
Secondo, perché tuo papà deve prendere da voi solo coraggio e positività, non paura, altrimenti si butta giù!
Mi hanno parlato bene del San Raffaele e, personalmente ci siamo trovati bene anche al Policlinico Umberto I e al Policlinico Italia, dove si occupano proprio di riabilitazione; poi ognuno valuta in base alla propria esperienza...
In bocca al lupo e un abbraccio forte... Mi organizzo per fare una contro-macumba che scacci questo momento di sfiga! :-*

CyberLuke ha detto...

Grazie... cmq è al San Camillo, e il reparto di ortogeriatria alle undici e mezza di notte fa un certo effetto.
Roba da Dylan Dog.

Anonimo ha detto...

Ciao Luke. So cosa vuol dire, ho passato anche io un lungo periodo così, una sfiga dietro l'altra, piccole e grosse per più di 2 anni. Puoi solo cercare di non farti travolgere dallo sconforto o meglio, pensare che quando sarà passata dovrai riprenderti dallo sconforto. Adesso cerca qualche punto fermo e aggrappati lì, passata la bufera dovrai rimboccarti le maniche; sempre che ti restino, le maniche.
Coraggio.

Nonu Aspis

Hirilaelin ha detto...

Porca miseria, Luke.
Vorrei poterti dare una mano in qualche modo, ma non so come. Se viene in mente a te, chiedi, eh!
Un abbraccione.

elgraeco ha detto...

Un abbraccio, Luca.

Ariano Geta ha detto...

Spero che il tuo papà si riprenda bene, la cosa importante è questa.
Riguardo il periodo nero... sei a Roma, fai il romano e datti una toccata sui gioielli di famiglia.

Angel-A ha detto...

Un super bacio!!! Come ti hanno già detto... non può piovere per sempre!!!! ^________^

Alberto Camerra ha detto...

Triste notizia. Te lo scrive qualcuno che il padre lo ha perso non da molto.
Ecco; forse la positività è da ricercare in questo. Nonostante la gravità dell'accaduto non è irreparabile.
Hai la mia vicinanza.

Jack ha detto...

Un abbraccio e tieni duro!

Alessandra ha detto...

Mi dispiace, speriamo che si rimetta presto. Un abbraccio

Silvia ha detto...

Ho letto oggi entrambi i post, nel giusto ordine cronologico, e se già quello di ieri mi sembrava sufficiente, quello di oggi non ci voleva proprio... se ti può vagamente consolare mia nonna sta facendo la riabilitazione, rotta spalla e braccio il 3 gennaio e già li usa, due anni fa si è rotta il femore e ha ripreso a camminare... ha 97 anni, e una fibra forte sicuramente, ma se trovi dei bravi medici e lui ci mette del suo, ne uscirà... lei era a Villa Betania in entrambi i casi, posto un po' triste ma davvero molto bravi, zona Gregorio VII, se può esserti utile...
che altro, in bocca al lupo!

sekhemty ha detto...

Non so se è un pensiero incoraggiante, per me probabilmente non lo sarebbe.
Ma prova a vederla così: è meglio che ad essere concentrate siano le sfighe piuttosto che le cose belle. Quando accadono tante cose assieme, nel bene e nel male, proprio perchè sono troppe non riesci a viverle tutte appieno.
E messa così, è meglio che ad essere diluite siano le cose positive, per gustarsele più a lungo.

Poi fra il dire e il fare c'è di mezzo 'sto casino di vita!

Comunque auguri per tutto.

Anonimo ha detto...

Prima di tutto auguri al tuo babbo che ha davanti un periodo davvero poco divertente; riferendomi anche al post precedente, posso solo dirti che per ci sono periodi di sincronicità e periodi di assenza della medesima. Per uscire da una serie negativa la cosa migliore è dedicare tempo alle cose che ti piacciono e/o alle persone che ti sono care.

Per me ha sempre funzionato.
Angelo Benuzzi

Anonimo ha detto...

Luke...ti abbraccio...

Fernanda

Stefano ha detto...

Anche se non ci conosciamo ed la prima volta che ti posto un messaggio, sono contento che il peggio sia passato, ora in bocca al lupo :)

Larsen ha detto...

ehehe :D in bocca al lupo al "vecchietto" :D ma non credo sia di plastica ;)

e' piu' cyber di te adesso, titanio e teflon ;)

ilana_80 ha detto...

Continuo a sperare che vada davvero tutto bene...

Michela ha detto...

Ommadonna!
Passo qua per una visita e guarda che leggo... che bel periodino complimenti :(

Dai coraggio, esiste una legge universale della consumazione della sfiga, se la consumi tutta quanta insieme adesso per due anni ti succederanno solo cose meravigliose! Lo sanno tutti!

In bocca al lupo...

CyberLuke ha detto...

Ad amici noti e meno noti: grazie.
Voglio fermamente credere alla tesi di MIchela, e godermi i due anni di meraviglie.
Dove passo a ritirarli?

LUIGI BICCO ha detto...

Ciao Luca. Leggo solo ora e mi dispiace. Un abbraccio a tuo papà e speriamo possa rimettersi nel migliore dei modi.

E tu non demordere.
Chi la dura la vince.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...