venerdì 18 marzo 2011

So che non dovrei giudicare da un pilot, pero...


...però a me questo Mistfits ha detto poco o niente.
Soprattutto, di empatizzare con uno qualsiasi dei cinque teppisti che – grazie a un non meglio identificato fulmine mistico – acquistano dei superpoteri che, ad occhio e croce, non hanno la benché minima idea di come gestire, non c'è verso.
Poi, certo: quarantadue minuti sono pochi per farsi un'idea su un'intera serie che, a quanto mi risulta, ha superato la boa della terza stagione, almeno negli USA (ma questo è un dato poco significativo, vista la quantità di serie televisive che apre e chiude i battenti, laggiù).
Ma, proprio in virtù della competizione portata all'estremo sul filo degli ascolti, se ogni autore di serie televisive ha l'obbligo morale e professionale di concentrare il meglio possibile in fatto di idee, script, dialoghi, aspettative e (trattandosi di un telefilm con presuppost sci-fi) anche effetti speciali nella puntata pilota, allora, per quanto mi riguarda, Mistfits ha mancato il bersaglio.
Sui personaggi, una volta di più poco più che stereotipi su due gambe, c'è da fare un grosso lavoro, alcune situazioni mostrate sono al limite dell'imbarazzante (una che acquisisce il potere di risvegliare istinti sessuali incontrollabili nel prossimo? ma è uno scherzo?), e si fa fatica a credere (e a venire coinvolti) negli ulteriori sviluppi delle vicende (e se lo dico adesso ho visto solo la prima puntata, mi chiedo cosa dirò quando e se vedrò le prossime).
Insomma, se avrò tempo e voglia mi scaricherò e ne guarderò ancora qualche episodio, riservandomi di cambiare opinione... oppure, visto che ormai ho raggiunto la produzione americana di Fringe e sento già l'alito della scimmia sulla spalla, mi troverò un'altra serie da venerare.
Accetto consigli.

18 commenti:

Uapa ha detto...

Uhm... Sono solo io a chiedermi quand'è che assisteremo a delle serie che durino meno, ma abbiano qualcosa in più da raccontare?

La firma cangiante ha detto...

Doctor Who, caro Luke, Doctor Who.

Ariano Geta ha detto...

Posso dirti che a me invece la prima serie di Misfits è piaciuta.
Tieni presente che è inglese, non americana, e ha quello humour britannico che emerge meglio man mano che si procede (comunque sono pochissime puntate, sei o sette, quindi non ti vincola più di tanto).
Ovviamente i ragazzi non sono supereroi, ma solo cinque personaggi difficili (non parecchie differenze l'uno dall'altro) con questi strani poteri che non li cambiano di una virgola: loro rimangono se stessi, nel bene e nel male.
Non va considerato alla stregua delle serie coi super-eroi made in USA. E' solo un fanta-humour molto british.

LUIGI BICCO ha detto...

Bof! In questo momento storico non saprei davvero cosa consigliarti. In generale non sono le per le serie televisive. Certo che se ti piace la fantascienza, entro un paio di anni potrebbe farti piacere vedere la serie nuova di Star Trek di JJ Abramo (che sembra ci stia lavorando) e LE serie di Star Wars dello stesso Lucas (non animate, ma con attori in carne ed ossa).

Per il resto, Battlestar Galactica mi sembra di ricordare che tu l'abbia vista. Credo.

Anonimo ha detto...

Firefly (serenity) la conosci, si?
http://www.uwmovement.com/serie-tv-tv-series/2781-firefly-serenity-megaupload-mu.html

non è certo recente (e neanche da strapparsi i capelli) ma il mix sci-fi/western è simpatico...

Taka ha detto...

recupera la serie originale dei misfits. :D

Anonimo ha detto...

concordo con Ariano Geta ...
scoperto su Rai4 a ora impossibile , è un Cult con nuove idee.

Fringe ? un tentativo mal riuscito dell'altalenante genietto J.J. Abrams , di rappresentare il Suo scienziato pazzo , che provoca (senza volerlo) risate pazzesche per le idiozie che dice e se non lo tengono , combina)

Beppe

Larsen ha detto...

premesso che fringe mi sta piacendo man mano che procede... misfits invece e' veramente oscena :D
personaggi improbabili (e francamente antipatici mica poco), volgarita' gratuite, una storia francamente debole, lento... brutto insomma.

bsg vedo che continuano a consigliartelo in tanti :D fidati: e' indubbiamente una delle serie scifi migliori in assoluto.
se poi vuoi fare le cose "bene", da buon nerd, devi partire dalle serie originali degli anni 80, per poi passare a quella del 2003.

doctor who idem :D le serie nuove sono belline, non un capolavoro, ma godibili e abbastanza articolate: consigliato.

Simone ha detto...

Secondo me e' una serie molto originale, pero' e' un po' lenta. I super poteri assurdi (anche dei cattivi) valgono uno sguardo veloce alla puntata.

Simone

Maura ha detto...

Io ti consiglio, se non l'hai già vista, Boris.
Il cast è composto di bravi attori, c'è molta ironia nella sceneggiatura e la regia non è per niente male.
Anche Supernatural potrebbe piacerti... io l'ho mollata, ma perché presa da altre mille cose.
Mistfits l'ho trovata scontata e tutto il turipiloquio ficcato dentro un po' a forza per renderla "alternativa" e "gggiovane".

Angel-A ha detto...

Non è proprio accia-accia Mistfits, anche se non è la mia preferita. ^____^
Personalmente adoro Grey's anatomy e anche My name is Earl... poi mi sento di consigliarti anche The Mentalist e Ghost whisperer... soprattutto il primo, se lo vedi ti innamori.... Ciao

luca prandi ha detto...

ciao a tutti, io trovo MISFITS brillante e divertente. Anzi, confrontandola con altre serie ( anche Supernatural o Boris...) la trovo addirittura geniale. Consiglio a tutti di seguirlo in lingua originale e di andarsi a vedere anche altre serie made in UK, da TORCHWOOD a NEVERWHERE, da DEADSET al DOCTOR WHO...sarà per lo humour britannico ma trovo queste serie di grand lunga più interessanti di quelle americane.
Parere personale.
ciao a tutti.

zuchan ha detto...

a me non ha entusiasmato molto...ma bisogna tener conto che fondamentalmente si tratta di un teen drama e che la fantascienza sia un escamotage narrativo.

CyberLuke ha detto...

@Luca Prandi: di Torchwood avevo già sentito parlare. Qual è la storia?

Ieri ho attaccato con Paradox. Primi due episodi.
Protagonisti odiosi, idea non nuovissima ma voglio dargli una chance.

Intromat ha detto...

Io mi sono visto tutta la prima serie e sono a metà della seconda ... l'ho vista in lingua originale con i sottotitoli, ho provato a vedere mezza puntata di quella doppiata ma è improponibile... oltre ad avere voci che non c'entrano nulla è pure tradotta un po' a cavolo e si perdono molte battute e giochi di parole.

A me non dispiace affatto come serie, diciamo che non è la classica serie, e anche il tema dei superpoteri è ben sviluppato... non i soliti eroi bensì un gruppo di ragazzi che si ritrova suo malgrado vittima di questi poteri e che tutto sommato per alcuni son più un impiccio che un vantaggio.

Angel-A ha detto...

Quoto Intromat... doppiata perde la metà del suo fascino, è da vedere rigorosamente in inglese, a patto di afferrare molti dei giochi di parole presenti... ^___^

Io però, l'ho mollata alla fine della prima stagione.... adesso sto in fissa con Pretty Little Liars... magari non è il tuo genere, ma prova a dargli un'occhiata... ;)

luca prandi ha detto...

@CyberLuke: beh, TORCHWOOD è una costola nata dal DOCTOR WHO. La serie parla della sezione Torchwood di Cardiff che indaga su avvenimenti extraterrestri e extraterreni, una specie di XFILES ma senza complotti e servizi deviati...e con molta birra in più direi.
Quest'anno dovrebbe uscire la quarta serie e tra l'altro Torchwood è un anagranna di Doctor Who.
Ammetto il mio debole per il Rrgno Unito...tutta colpa dei fumetti che leggevo da adolescente...

Snowcrash ha detto...

Compagni delle insonnie degli ultimi anni (in rigorosa versione americana): My name is Earl (fantastico), Lie to Me, the Mentalist (la quarta declina), Life (consigliatissima soprattutto per la colonna sonora di ogni episodio) e se ti piace lo humour inglese una chicca nuova ed una immortale: IT Crowd e Father Ted.
Provoca reazioni estreme (o la si ama o la si odia) Breaking Bad (in italianoReazioni Collaterali. In questo periodo sono molto cowboy causa Justified.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...