sabato 19 marzo 2011

A soli 19.000 euro.

Cosa vi portate a casa con questa cifra?
Semplicemente, la Harley-Davidson che ha fatto più discutere gli amanti del marchio.
Gli utenti più tradizionalisti non la amano proprio per via del suo contenuto tecnologico, abbastanza elevato da costituire un oggetto del desiderio anche per la clientela che normalmente si orienta sulle giapponesi.
Della VRSC V-Rod Muscle potrei citarvi tutta una serie di caratteristiche tipicamente Harley-Davidson, quali la totale assenza di vibrazioni del motore, la silenziosità meccanica e la potenza a strafottere, più altre tecnofighetterie come il motore bicilindrico da 1246 cc raffreddato a liquido e verniciato a polvere colore Pewter, gli indicatori di direzione LED integrati nel manubrio e negli steli degli specchietti retrovisori o il manubrio con cablaggio interno e riser in lega d'alluminio... ma la realtà è che, per innamorarsi di questa moto, è sufficiente gettargli un'occhiata.

Da comprare certamente nera.Ma, vi confesserò, non è che se la offrissero argento rifiuterei di salirci.
Guardate il telaio. Un sinuoso assemblaggio di tubi piegati con un metodo che ha del fantascientifico (mi sono informato, si chiama hydroforming, dove precisi getti di acqua modellano i tubi in modo plastico permettendo forme complesse mantenendo una grande robustezza dell'insieme).

La V-Rod Muscle è costruita praticamente senza fare uso di plastica. Dai comandi al manubrio alle pedane agli splendidi gambali della forcella a steli rovesciati è tutto acciaio massiccio e ben cromato.
La vista posteriore mostra un bel fanale a led, integrato nel parafango posteriore con una linea curva a seguire quella del gigantesco, carismatico, gommone da 240/40, indispensabile per gestire la coppia del motore.
Facciamo che se rinasco ricco me la compro.

12 commenti:

Sekhemty ha detto...

Bella, ha un aspetto molto futuristico, forse un pò troppo per una Harley, che ci si aspetterebbe un pò più tradizionale.
Comunque fa la sua porca figura.

elgraeco ha detto...

Indovina un po'? Credo sarebbe proprio la moto adatta a me!

:D

Michela ha detto...

Oddio, ma ci si deve sedere come quella signorina? Non è un po' scomodo da guidare?
Un amico inglese che adora le moto, che fa anche il pilota in non so quali corse, sostiene che le Harley sono per "Fat Businessmen" :P
Lui, non lo compreranno mai, per quante tecnofighetterie possano metterci... :)
Io nella mia pur infinita ignoranza continuo ad avere più simpatia per le Ducati.

Luca B ha detto...

ammazza che tamarrata! come quasi tutte le harley davidson del resto.

dandia ha detto...

Secondo il mio occhio profano se lo sfondo non fosse nero sarebbe un po' meno bella. Chissà poi perchè...
La bionda è compresa nel prezzo? :D

CyberLuke ha detto...

Credo che gli oggetti non siano tamarri (o eleganti) in assoluto.
Una bella parte la fa chi li possiede, li usa e, nel caso, li ostenta.
Ma, diciamocelo: comprare tre quintali di acciaio cromato come questo e non atteggiarcisi almeno un po', è quasi impossibile.
Ma direi che è un atteggiamento comune anche ai possessori di Ducati, Triumph e qualsiasi giapponese sopra i diecimila euro. ;)
@Dandia: temo di no, quella è solo un'implicita, trita ma sempre allettante promessa propagandistica.

iSDC ha detto...

Con 19000 euro mi compro un BMW 320D usato e ci vado pure con la pioggia ;P

Nussy ha detto...

Che dire, con 19mila euro mi compro una punto evo e mi avanzano pure i soldi per fare una vacanza a New York, però devo ammettere che se il dottore mi ordinasse di guidare una moto potrei comprare solo un chopper. Lo so, sono una tamarra dentro, fa strano anche a me!

Luca B ha detto...

no no, è ora di dire le cose come stanno: gli oggetti sono tamarri o eleganti in assoluto, per alcuni è meno ovvio che per altri, e questa è proprio tamarra!

ma non solo tamarra esteticamente: tamarra funzionalmente, tamarra ergonomicamente, tamarra commercialmente, tamarra tecnicamente.

e poi, è disponibile verniciata in pewter? ma guarda, pewter vuol dire peltro che sarebbe quel materiale metallico con cui si facevano le teiere inglesi. ecco, una teiera, più che una moto, nosì diventa anche steampunk.

questao invece è un oggetto in assoluto elegante:

http://www.bmwmcverona.it/sito/images/stories/r100rs-img/r100rs-pininfarina.jpg

Lory84 ha detto...

Non la trovo particolarmente tamarra... sarà che ne capisco poco di moto, ma a me non dispiace, non sarei probabilmente in grado di guidarla (la mia esperienza in fatto di 2 ruote si limita a un Liberty) ma dietro ci salirei parecchio volentieri... e non dovrei neanche metterci i 19.000 euro! ;)

Angel-A ha detto...

Posso dire la mia?
A me piace argentata.
E (sempre che qualcuno me la regalasse, ora come ora non posso neanche cambiare lo scooter che, porello, è quasi arrivato) comunque cercherei di guidarla io, non vedo troppe donne guidare Harley-Davidson (nessuna?) e io potrei essere una delle poche riuscite a domare la bestia.... ^____^

Luca B ha detto...

Non ti sembra tamarra Lory?

Prova a salirci, "dietro", su una cosa del genere, poi fammi sapere se ti trovi comoda.

ma hai visto quel sellino? ma davvero vogliono farci credere che una moto si guidi tenendo il culo mezzo all'aria, stoppato da quella specie di spuntone?

e lo spazio per la passeggera quale dev'essere? per quanto tempo la volete portare dietro una donna su quel catafalco, da un bar all'altro? provateci a fare una gita al mare o magari ad un agriturismo poi vediamo se prima del raccordo non vi molla per uno con un'honda sh che almeno la passeggera la fa stare comoda.

(tralascio altre vere moto che oltre ad avere una vera sella magari hanno anche valige laterali dove ettere la borsetta ecc.).

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...