lunedì 9 maggio 2011

Angeli.

Proseguono gli esperimenti con la Canon.
Ieri era una giornata quasi estiva a Roma, e ho provato un po' di controluce a ponte Sant'Angelo.
Ho sempre adorato quelle statue.
Chiunque vuole imparare a disegnare, non ha che da prendere il blocco, venire qui e scegliersi un angelo. Anche tutto il giorno, se vuole. Non sarà mai tempo perso.
A voialtri fotografi bravi, chiedo le solite cose: pareri e suggerimenti tecnici.
Ad esempio, quando le nuvole non ci sono, è lecito aggiungerle in postproduzione (come in alcuni di questi scatti)?
A tutti gli altri, se vi piace qualcosa, ditemelo. Nutrirete il mio ego ma soprattutto la mia voglia di continuare a scattare.

13 commenti:

laFra ha detto...

Prima, ultima e penultima (a parer mio): molto belle. questo e' per il tuo ego, altro nn posso fare.

Alessandra ha detto...

Quelle con le nuvole mi aggradano di piu' quindi anche se sono una pippa con la fotografia ti posso dire che secondo me hai fatto bene ad aggiungerle. :)

Simone ha detto...

In post produzione per quanto mi riguarda puoi aggiungere tutto quello che vuoi. Col tempo poi imparerai ad apprezzare entrambe le cose: editing digitale e fotografie che ritraggono semplicemente quello che si vede.

Qui c'è un tema unico e come serie di foto direi che funziona anche bene, lo considero un buon lavoro.

Ma libri di fotografia ne hai letti? Conoscendoti, ti consiglio di guardare le foto di Lachapelle:

http://www.davidlachapelle.com/series/

E poi vabbè i soliti: Doisneau, Strand, Bresson... quelli che dicono sempre tutti insomma.

Simone

Dalailaps ha detto...

Io trovo che l'ultima sia stupenda: la semplicità di quella luce che spicca sopra le ali ha un che di mistico.
Belle tutte, anche con le nuvole aggiunte. :)

Matteo ha detto...

Sono molto cyberlukesche :) Ma a me piacciono, belle voluminose e con contrasti forti e un ottimo taglio. In alcune si vede che il cielo (o le nuvole) è un po' posticcio però...

Ettone ha detto...

a me piace questa come taglio http://img862.imageshack.us/img862/9559/img4393s.jpg anche se le inquadrature vanno tutte più che bene ti consiglio di dare un'occhiata, cercando in rete, il concetto delle inquadrature in fotografia... Sicuramente hai già l'occhio allenato dell'art-director per cui magari non sai se sia meglio in un modo o nell'altro ma fai già i tagli giusti... In ogni caso ti consiglio di sbirciare perché ti assicuro che sapere le giuste inquadrature mi è servito un sacco... Soprattutto nel caso delle architetture e a volte di dirai: "Ecco come mai quella determinata foto è così figa mentre la mia no..."

riguardo all'aggiungere o no cose in post produzione ci sono diatribe in corso da quando sono stati inventati certi programmi di fotoritocco... Ritengo che alla fin fine una foto sia tale se non viene ritoccata... e a dire il vero non dovrebbe essere ritoccata nemmeno per quel che riguarda livelli di contrasto e saturazione... Ma dato che questo era ed è in parte possibile modificarlo analogicamente in fase di sviluppo analogico, allora diciamo che lo si potrebbe accettare...

Di certo non si può accettare una aggiunta o una cancellazione di oggetti... anche se poi basta non rientrare più nella fotografia nuda e cruda per poter dare spazio alla creatività e regalare emozioni...

Proprio in questi giorni ho letto sulla rivista ufficiale dei professionisti Nikon (che arriva al mio titolare) che un caso simile ha decretato la squalifica da un prestigiosissimo concorso fotografico di un fotografo di guerra che aveva enfatizzato i fumi e la luce di un bombardamento facendolo apparire più drammatico, ma non reale...

Lady Simmons ha detto...

Il secondo angelo è splendido, per la luce, per l'inquadratura, per la dinamicità stilistica.
Che le nuvole siano vere o false che importa? Sarebbe come chiedere ad un pittore se un colore è stato fatto con una sostanza o con un'altra. Quello che conta è il risultato.
(non sono che una fotografa amatoriale, s'intende)

Batman ha detto...

Quella di aggiungere i cieli in post è un'operazione comune quando le foto sono destinate alla pubblicazione, perché non sempre si hanno le condizioni che si desiderano... a meno che non si cerchi in maniera assoluta il realismo,cosa che in fotografia fanno molti.

Le foto mi piacciono molto e a meno che tu abbia bruciato il cielo o che fosse grigio, credo che mi sarebbero piaciute anche con un semplice azzurro di sfondo. Così sono più drammatiche. Non mi piace quella con l'aereoplano.

Ciao

CyberLuke ha detto...

Grazie per commenti e suggerimenti.
@Simone: La Chappelle è un dio, per me. E di postproduzione ne usa a tonnellate, seppur avvalendosi di un impianto scenico che magari avercelo.
@Ettone: "Ritengo che alla fin fine una foto sia tale se non viene ritoccata". Tu dici? Eppure, le foto si ritoccavano anche in camera oscura, parecchio tempo prima dell'avvento di Photoshop.
E poi siamo sicuri che la fotografia catturi esattamente la realtà? E le deformazioni degli obiettivi, le sensibilità della pellicola diverse dall'occhio umano, le aberrazioni prospettiche e parecchio altro?
La fotografia è solo una visione, un'interpretazione soggettiva, mediata in primis dal fotografo e poi dall'osservatore.
Per quanto mi riguarda, non è un media per rappresentare (necessariamente) la realtà, ma un mezzo espressivo, e anche piuttosto potente.
Per questo mi attrae.
Per questo il migliore dei miei scatti non varrà un angolino di una polaroid di Helmut Newton.
Se fosse "solo" realtà.

Angel-A ha detto...

Bellissime foto, angeli di pietra che sembrano vivi e vestiti di luce.
Non ho suggerimenti tecnici da dare, ma queste immagini mi sembrano già perfette. ^____^

BlackBox ha detto...

Molto molto molto belle!!!!
Degne di comparire su una rivista di fotografia, secondo me.
Continua!!

Dama Arwen ha detto...

A me la cosa che colpisce di più è il cielo terso di Roma :-)

O hai fotoscioppato anche quello? :-P

CyberLuke ha detto...

@Dama: fotoscioppato solo quelli con le nuvole.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...