mercoledì 6 luglio 2011

[recensione] Falling Skies


Che io apprezzi la fantascienza non è un segreto per nessuno.
Che sia un genere che stia lentamente rialzando la testa in seguito qualche prodotto fortunato emerso in mare di prodotti horror e vampireschi è un fatto che non può che farmi piacere, anche se spesso non riesco ad apprezzare stile e contenuti di parecchia roba propinata al cinema e in televisione e della quale nessuno si ricorda più dopo poche settimane.
Ma, si sa, in periodi di magra anche un buon film come Moon appare un mezzo capolavoro, e si è disposti a masticare roba che ai bei tempi me la sarei vista giusto in videocassetta a noleggio quando tutte le altre opzioni fossero esaurite.

È per questo che, pur non aspettandomi eccessivamente da un prodotto "castrato" in partenza dai vincoli legati all'essere in primis serializzato e poi trasmesso in prima serata in un Paese come gli Stati Uniti, speravo di trovare in Falling Skies perlomeno qualcosa che potesse aiutarmi a far passare più velocemente il tempo in attesa della quarta stagione di Fringe… che al momento è la sola serie televisiva che mi intriga quanto basta da prendermi la briga di scaricarla e guardarla con regolarità.
E invece, dopo aver visto ieri sera le prime tre puntate (due doppiate vergognosamente in italiano su Fox e la terza in originale) e pur considerando le limitazioni di cui sopra, ho raggiunto la seguente conclusione: Falling Skies è una cagata.

Potete anche fidarvi di me e fermarvi qui, altrimenti, se avete qualche minuto, potete ascoltare le mie ragioni e risparmiarvi ore di visione insoddisfacente qualora aveste in programma di seguirla.

Qualcosa da guardare.Se fai una serie su un'invasione aliena, sarebbe il caso che tu gli alieni ogni tanto li metta in scena. Che va bene che gli alieni sono un pretesto per mostrarci l'ennesimo gruppetto di umani che interagisce tra loro – tra l'altro, ricalcando dinamiche e schemi che definire triti è un autentico complimento… ma visto che di fantascienza si tratta (seppur televisiva e con budget ridotto), prima di dare il primo ciak dovresti farti un ripasso di tutta la saga di Alien e magari di una buona serie tv come Visitors (quello del 1983, non lo scialbo remake di un paio d'anni fa).Un cast di un uomo solo.Non basta Noah Wyle per dare a una storia corale quell'atmosfera alla E.R. da dove proviene e che costituiva il cuore della serie.
Serve, se non vuoi puntare sull'originalità della storia o su effetti miliardari, un cast variegato, credibile e cazzuto come lo era quello di E.R. o, per restare a cose più recenti, quello di Lost.
E attorno Wyle, che tutto sommato non fa che interpretare se stesso e cioè senza spendersi troppo in termini di espressività, c'è una pletora di comprimari che, per come sono stati caratterizzati (e cioè all'acqua di rose) e per gli attori chiamati a interpretarli (volti così anonimi che te li sei dimenticati un attimo dopo che hai spento il televisore), non frega niente a nessuno. Puoi ucciderli anche in gruppo e continuerai a sgranocchiare patatine distrattamente cercando di ricordare dove hai parcheggiato la macchina stavolta.

La questione dei bambini e la retorica.Ok, lo ammetto, io ho un'avversione particolare per l'uso (e il termine è quanto mai appropriato) dei bambini nel cinema e alla tv.
Ai quali, non sempre ma spessissimo, viene affidato sempre lo stesso ruolo: quello di intenerire e riportare la narrazione a una dimensione più umana, suggerendo un'idea (ma sarebbe meglio dire uno stereotipo) di innocenza e di buoni sentimenti.
Se poi dietro le quinte c'è il buon vecchio zio Steve, non è solo un rischio: è una certezza.
Perché Falling Skies vede interrotta continuamente la tensione (quando riesce a metterne insieme una parvenza) da prolungati e stucchevoli siparietti che vorrebbero dare una caratterizzazione psicologica credibile alla serie ma non fanno altro che fare l'ennesima "scarpetta" nello stesso sugo della retorica e dei buoni sentimenti da prima serata in cui l'hanno già fatta centinaia di autori e registi mediocri e meno mediocri in innumerevoli prodotti televisivi e cinematografici. E il piatto, ormai, è pulito.

Inventati qualcosa (cazzo).Wells finì di scrivere il suo memorabile La Guerra dei Mondi nel 1897.
Da allora, abbiamo avuto una discreta serie di invasioni aliene dirette al nostro pianeta, da quelle platealmente demenziali coi pomodori assassini a quelle subdole degli ultracorpi fino alle operazioni militari in grande stile alla Independence Day o Skyline.
Mi rendo conto che il filone è stato già sfruttato fino all'osso, ma quello che rende buone molte di queste pellicole è la messa in scena e l'impianto, non la storia alla base. E in Falling Skies non c'è neanche una singola idea originale.
Il design degli alieni è una copia in economia dei gamberoni di District 9 ibridati con gli aracnidi di Starship Troopers. Gli ambienti e i mezzi della resistenza sono una fotocopia di quelli visti in "quei" cinque minuti del primo Terminator di Cameron, ma con più sapone e più bambini in giro. Wyle che stende l'alieno a mazzate è stato preceduto dal protagonista di Skyline e lo trascina di peso nella base come Will Smith in Independece Day. I ragazzini "controllati" dall'impianto alieno li abbiamo visti in Terrore dalla Sesta Luna (tratto a sua volta da un romanzo del maestro Robert A. Heinlein) e la scena iniziale proviene dall'Eternauta.
Altre suggestioni sono ritagliate spudoratamente dalla Guerra dei Mondi nelle sue varie incarnazioni cinematografiche e televisive, una delle quali porta proprio la firma di Spielberg.
Il contesto qualitativo non è basso, intendiamoci, ma gli ingredienti usati sono tutti molto comuni. Quindi, o introduci una variante narrativa forte e innovativa oppure hai tantissimi soldi da spendere e allora copri la pochezza delle idee con scenografie ed effetti mai visti prima… o lasci perdere.

Se il buongiorno si vede dal mattino…Se i colpi migliori te li devi sparare nelle prime puntate, Falling Skies ha già perso.
La prima è noiosa, la seconda brutta, la terza appena decente.
Non puoi sperare di fidelizzare una fetta di pubblico sufficiente ad arrivare a fine stagione con quello che ci hai fatto vedere in queste prime due ore. Proprio non puoi.

Detto questo, Falling Skies un indiscusso pregio ce l'ha: guardandola, ti fa capire perché Lost ha avuto il successo che ha avuto e ha creato un nuovo punto di riferimento per il genere. Chiunque si cimenti in operazioni del genere, deve giocoforza confrontarsi con la serie di J.J. Abrams, e guardando la fine che ha fatto FlashForward, tanto per fare il primo nome che mi viene, riconosco che è tutt'altro che semplice.
Magari la prossima.

21 commenti:

Larsen ha detto...

consiglio? cercati tutte le serie del doctor who.

anche quelle "storiche".

posso garantirti che non resterai deluso... (alla fine poi ti sei messo a guardare/cercare i battlestar galactica?).

Gloutchov ha detto...

battlestar galactica e Firefly (quest'ultimo di Joss Whedon, creatore di Buffy).
Poi mi ispira Caprica, ma dicono che prende meno di Battlestar Galactica.

Il doctor who non mi ha mai attirato, ho visto alcune puntate di varie serie e... mmmmh... no, proprio no!

CyberLuke ha detto...

@Larsen: recuperate.
E viste quasi tutte (quelle con Ecclestone e Billie Piper, per capirci).
Tornerò sull'argomento, ma mi sono sembrate – come dire? – un po' da "tv dei ragazzi".
Belle intuizioni, ma portate in scena un po' ingenuamente.

Larsen ha detto...

bhe', il dottore e' un personaggio un po' atipico... si, anche infantile alle volte.

genio e sregolatezza ;)

gloutchov, caprica non l'ho cagato manco di striscio... francamente la storia di caprica six e' gia' ampiamente raccontata in bsg, e non serve altro per completare la trama.

mentre i bsg (in lingua originale, per carita'!! il doppiaggio italiano e' di una tristezza...) a parte un buco nella terza stagione, me li riguardo sempre volentieri.

EDU ha detto...

Azz!!!
Un amico me ne aveva parlato bene.
Guarderò i primi episodi e poi deciderò se continuare o meno.
Spero non si sia raggiunto l'assurda prolissità di Invasion.

barbara ha detto...

Non avevo in programma di vederlo, anche se l'ho visto parecchio reclamizzato in giro... meglio così, non mi sono persa nulla.

Angel-A ha detto...

Una mia collega lo ha scaricato, e a lei è piaciuto... ma lei adorava Noah Wyle dai tempi di ER... non credo sia troppo obiettiva... ^_____^

BlackBox ha detto...

Beh, io ho provato a fare una ricerca immagini su questa serie, e praticamente in tutte le foto trovate c'era Noah Wyle... questo dovrebbe dire qualcosa, credo...

Novokane ha detto...

Io ho notato parecchie analogie con Walking Dead, dove rispettivamente zombie ed alieni rimangono sullo sfondo e potrebbero più o meno intercambiarsi che la trama non ne risentirebbe granchè.
Il nocciolo della serie sembra stare nelle relazioni tra i protagonisti, che si trovano in situazioni estreme e cercano in qualche modo di salvare la pellaccia.
I mostri stanno sullo sfondo, e per lunghi tratti addirittura scompaiono dalla storyboard. Il perché di questa scelta? Secondo me la difficoltà di una narrazione che includa le grandi scelte dell’umanità di fronte a cataclismi simili; il ridurre al minimo i costi per gli effetti speciali (che comunque sono di buona fattura quando chiamati in causa); fidelizzare il pubblico ai personaggi, proponendo delle telenovelas del terzo millennio.

Simone ha detto...

orribile falling skies...
Misfits l'hai visto? Miniserie inglese (da vedere rigorosamente in lingua originale) che a me è piaciuta un sacco.
Fringe è il top, ma ho letto che vogliono fare una sorta di reboot con la quarta serie per avvicinare nuovi spettatori e la cosa mi spaventa un po'.

Simone ha detto...

Nooo, è brutto... e mo'?! In TV non fanno nulla, la sera mi tocca studiare :(

Simone

DaZeroADieci ha detto...

Ottimo lavoro di ricostruzione delle "ispirazioni" ... aggiungo la mia, i Mech li ho trovati molto ma molto simili ai Cyloni di “Battlestar Galactica”...
e poi mi unisco a Larsen... perchè Battlestar Galactica è stata così bistrattata in Italia? Meritava un battage pubblicitario mille mila volte superiore a Falling skies!

luk77 ha detto...

A me è piaciuta. Si è vero c’è una sensazione di già visto ma ormai l’argomento è stato ampiamente sfruttato. Ci sono citazioni a gogo (ho apprezzato quella di full metal jacket..con l’alieno colpito nel grande magazzino e gli uomini intorno a guardalo rendendosi conto che è un essere debole quanto loro) e clima post apocalittico molto ben servito. Direi che è presto per giudicare la trama…alla fine era solo un episodio che introduceva i personaggi principali.Sarà il loro sviluppo a poter fare la differenza

Falux ha detto...

Visto anch'io.
Mi sarebbe piaciuto che avessero approfondissero il perchè gli alieni sono venuti sulla Terra, e le vicende che hanno portato allo sterminio degli umani...invece che metterle racconatate da 3 bambini in 2 minuti ad inizio Pilot...

CyberLuke ha detto...

@Simone: di Misfits parlai QUI.
Fui severo, e alcuni episodi che mi capitò di vedere dopo il pilot, tutto sommato, non mi dispiacquero.
Ma giusto se mi capitano sotto il telecomando.

@luk77: vedi sopra: sì, magari migliora, non dico di no. Temo che i toni da "family drama", però, resteranno.

Gretab. ha detto...

Sono contenta che qualcuno abbia citato The Walking Dead: la serie aveva scenario post-apocalittico simile (ma i nemici erano gli zombie), ma laddove tale serie aveva un pilot di una potenza narrativa ed evocativa straordinaria, in questo Falling Skies regna la noia, accentuata da una rappresentazione della reltà post-invasione troppo rassicurante per quello che è accaduto, materiale umano molto debole con nessun personaggio che possa invogliare a vederlo ancora, scontati scontri militari vs civili, banali subplots(storia d’amore teen? passiamo oltre) e citazioni storico-militari fuori luogo.

Rox ha detto...

Oh meno male, mi sentivo un filino in colpa nei suoi confronti per essermi praticamente addormentata dopo un quarto d’ora e aver buttato via il pilot senza finirlo in un momento di raptus da pulizia dell’hd, ma con il dubbio lancinante d’avergli fatto un torto dopo tutto l’amore che ho per Justified. Ora mi sento più tranquilla.

Dama Arwen ha detto...

Io non capirò mai come possiate appassionarvi di TF.
Ho visto i primi 3 ep di Fallen Sky (in lingua originale) perché il mio ragazzo li voleva vedere.
Mi ha fatto venire in mente subito District Nine.

Fringe lo seguo (per lo stessmo motivo di prima) mi piaciucchia ma non mi appassione. Battlestar mi ha fatto letteralemtne cagare tranne 4/5 episodi.

Gli anime mi emozionano, commuovono, mi coinvolgono all'inverosimile. Quelli di una volta mi revocano emozioni favolose.

Da piccola seguivo anche tutti i TF dell'epoca (Chips, Miami Vice, Magnum PI, Star Trek, Charlie's Angels, Hazzard, Arnold, i Robinson, L'uomo da 6 miioni di dollari, la donna bionica ecc ecc ecc) ma non mi son mai rimasti impressi come gli anime.

Boh!

Se guardo un TF anche truce, splatteroso impressionante, appena fiito spengo la luce e dormo, dimenticandomi immediatamente di averlo visto.

Sicuramente qualcosa meriterà pure di esser visto eh... però divento imemdiatamente allergica ai prodotti di cui tutti parlano continuamente... tipo Lost.
Che pare sia davvero originale e bellissimo. Ma mi è venuto a noia a furia di sentire il tam tam insopportabile di tutti.

Amen

Mi volete bene lo stesso?? :-P

happycactus ha detto...

Ho avuto esattamente le stesse impressioni alla fine della prima puntata. Una vera delusione, poche idee e trite e ritrite, giusto per mettere in scena le solite storie di gruppo.
Rimpiango senz'altro i primi Visitors!

Wsulforum ha detto...

L'unico modo che ho di vedere Falling Skies è di registrare la puntata e andare avanti veloce finchè non appare un alieno.
Ci sono tanti pregi:
1) la trama scorre fluida senza i "ca**i" familiari del dottor Carter
2) riescono a starmi simpatici gli alieni sperando che uccidano quanti più americani stereotipati possibile(nemmeno i film di Stallone mostrano americani così Dio-Patria-Famiglia)
3)Avanza tanto tempo per rivedere i vecchi episodi di Misfits ...

p.s.
Walking Dead è parecchie spanne sopra sta cagata!
Ovviamente non hanno forzato (ho letto che non hanno forzato perchè non credevano questa serie avesse successo ed andasse oltre 2 3 episodi....dice che la prossima serie sarà molto più splatter! Speriamo!...)

Anonimo ha detto...

Non ho parole per descrivere quello che sento dentro vedendo falling skies. O per lo meno non parole umanamente comprensibili. Mi viene da gridare e prendere a pugni il televisore. Vorrei ammazzarli tutti per la pochezza che suscita questa cagata mostruosa. Secondo me ormai le ultime cartucce sono state sparate.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...