venerdì 2 settembre 2011

Cosa non bisogna fare per ottenere un lavoro.

Avete spedito di recente un curriculum a qualcuno e ora ve ne state lì ad aspettare uno straccio di riscontro ma il telefono è così muto che controllate ogni venti minuti che effettivamente funzioni e scaricate la posta elettronica ogni dieci e trovate solo gente interessata ad aumentare le dimensioni del vostro batacchio? Vi state chiedendo se avete riportato correttamente sul CV il vostro numero di telefono e l'email? O se avete un po' esagerato scrivendo che sapete parlare correttamente inglese e spagnolo e tedesco e ve la cavicchiate anche col giapponese?
Chiedetevi, piuttosto, se il vostro CV aveva – onestamente – qualche speranza di essere notato tra le dozzine (centinaia) che, con deprimente regolarità, atterrano sulle scrivanie di art director, direttori del personale, gestori di risorse umane, responsabili di aziende grandi e piccole che (Grossa Verità In Arrivo) hanno già problemi a far quadrare i conti così, figuriamoci con una nuova bocca da sfamare, che poi cos'avrà mai di speciale 'sto tizio.

Ecco, probabilmente non avete assemblato un curriculum vitae come quello di Victor Rodriguez.
E ricordate: farsi notare è un'arte. E può fare la differenza.
E poi dite che a passare di qua non si rimediano delle belle idee.

17 commenti:

Ariano Geta ha detto...

Chi lavora nel tuo settore può permettersi un curriculum così creativo, anzi, lo aiuta a mostrare al primo impatto il suo potenziale.
Peccato che in molti altri settori non sia così...

Fra ha detto...

che bello e che fantasia! di sicuro non passa inosservato un CV così! :)

Ferruccio gianola ha detto...

così si fa:-)

Gloutchov ha detto...

Nel mio campo sarebbe piuttosto complesso fare un CV con tanta creatività! ^^

Lory84 ha detto...

Splendido!!!!

Laura ha detto...

Io a suo tempo avevo fatto un CV veramente bello (purtroppo non a questi livelli, però fuori dalla norma).
Si faceva decisamente notare. Infatti ho fatto tantissimi colloqui. Peccato che poi al bel curriculum non corrispondesse una grande esperienza!!!
Però ho provato su di me che se il curriculum ha carattere non viene cestinato direttamente e ti offre molte più opportunità!

Ora sono dall'altra parte e di curriculum ne arrivano abbastanza. Purtroppo però la fantasia è merce rara.
E soprattutto: cosa me ne frega se ti piace sciare o se hai giocato nella squadra di pallavolo dell'oratorio per 10 anni? Per "allungare il brodo" scrivono veramente di tutto!

Simone ha detto...

Io c'ho un CV assurdo, pieno di cose scollegate: ingegneria, fotografia, scrittura, corsi di rianimazione... se lo mando a qualche clinica psichiatrica sono sicuro che mi "prendono" subito. ^^

Simone

CyberLuke ha detto...

Sì: per un geometra, o un programmatore, o un ragioniere probabilmente ha poco senso costruirsi un CV di questo tipo.
Ma il punto è sempre quello: emergere, farsi notare nel mare magnum.
E se, come dice Laura, le esperienze da sbandierare non sono moltissime, allora la forma è il solo aspetto su cui puntare.
@Simone: vale la pena fare un tentativo. ;)

Anonimo ha detto...

Una volta ne ho visto uno su Computer Arts a forma di tavoletta di Kit Kat, era belizimo.

Alce

LUIGI BICCO ha detto...

Bello. Davvero carino.
Ne ho visti parecchi di curriculum bizzarri. Alcuni belli, alcuni che raccontavano già ampiamente dell'incapacità di chi li inviava. Che odio quando ti mandano un cd.

Chi ha detto che non si rimediano belle idee passando da queste parti?

Silvia ha detto...

Bellissimo! Sono una veterinaria e già mi sto immaginando un cv fatto a forma di atlante anatomico di un cane, e ogni organo una peruliarità... uhm... forse mi prenderebbero semplicemente per svitata nel mio campo però... :D

CyberLuke ha detto...

Ma è un'idea fighissima, invece.
Falla.

Dryx ha detto...

Lo facevamo anche noi allo IED, sono stata una volta una nutella e un'altra un solero, esperienza divertentissima :)

BlackBox ha detto...

Spettacolare! :)
Anch'io avevo fatto un CV "creativo", anche se non a questi livelli, piacque, venni chiamata e poi andai a lavorare nello studio dove lavoro ancora adesso...

ps Mi piace la nuova grafica del blog!

Maura ha detto...

Molto d'impatto: impossibile non notarlo.
Certo, non adatto a tutti i settori, anzi, controproducente in alcuni altri.
Ma nel tuo campo, direi che vige (ed anzi, è consigliata) la massima libertà.

Mi unisco ai complimenti per il restyling del blog, molto elegante.

Yeeshaval ha detto...

Ganzissimo.

liber@discrivere ha detto...

beh, che dire....fantastico!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...