venerdì 2 dicembre 2011

Martin Schoeller.


Boxdecoblog è lo pseudonimo che questo talentuoso fotografo usa sulla sua pagina Flickr.
Come vedete, non ha problemi a ritrarre le celebrità, senza fronzoli ma realizzando scatti di grandissimo impatto visivo. Ma se la cava piuttosto bene anche con gli animali e si diverte parecchio con le Barbie.
Ecco, io con uno così mi ci divertirei parecchio.
Se poi qualcuno mi aiuta a rintracciarne pure il nome, tanto meglio.

PS tutte queste anteprime sono ingrandibili, e sulla sua pagina Flickr ne troverete parecchie altre.

(EDIT: grazie a Fabio che l'ha scovato. Il fotografo in questione è Martin Schoeller, giovane, tedesco e con il gusto della ricerca antropologica nei suoi ritratti. E ora che so il suo nome, ho trovato anche tanta altra roba in rete.)

19 commenti:

laFra ha detto...

ma la prima e' Paris Hilton?!?
cmq gli occhi (di tutti!) sn abbastanza inquietanti...

Ettone ha detto...

Guardando la pagina Flickr ho come l'impressione che non sia tutto frutto dello stesso artista... mi sembra di più una raccolta di materiale vario... Boh... impressioni...

Glauco Silvestri ha detto...

Foto notevoli!!

CyberLuke ha detto...

Sì, la prima è Paris.
E poi, dall'alto: Clint Eastwood, George Clooney, Angelina Jolie, Jack Nicholson, Mark Zuckerberg, Iggy Pop.
@Ettone: anch'io ho avuto questa impressione, ma ci sono pochissime informazioni. E quand'è che mi fai un ritratto così?

Ettone ha detto...

COME PENSAVO, è una raccolta, i ritrattista è questo

http://www.whitezine.com/en/photography/portraits-by-martin-schoeller.html

MARTIN SCHOELLER

Per provarci non è assolutamente un problema, ma le nostre macchine purtroppo non sono all'altezza di quella usata per questi ritratti ;)

Valerio ha detto...

Minchia, ma paris hilton è proprio un cesso! Il ritratto di nicholson è adorabile

Anonimo ha detto...

Finalmente. Era ora di smettere di usare PS per "ripulire" le foto. SPORCHIAMOLE! Un bel filtrazzo contrasta sul magenta tira fuori bene tutti i difetti della pelle, poi possiamo lavorare anche sulle luci per peggiorare un po' la crudezza generale. Un grandangolo spinto col diaframma aperto ci deforma leggermente il soggetto rendendolo leggermente mostruoso (Iggy Pop a parte).
Sembrano le foto segnaletiche dei libri di Lombroso. Forse buone per della ricerca personale ma fondamentalmente pericolose tanto quanto quelle all'estremo opposto, straleccate, ricostruite e finte della pubblicità.
Insomma, non mi piacciono (parere personale, eh? Nessuno deve condividerlo!).

Nonu Aspis

Ari ha detto...

Ma non è lui che cura le immagini di copertina della rivista Wired?

CyberLuke ha detto...

@Nonu: grazie per le dritte tecniche.
Certo, questo tipo di approccio al ritratto può piacere come non piacere. E, in effetti, prende qualcosa anche dalle foto segnaletiche.
Ma a me continua a piacere (sì, pure la Hilton).
@Ari: pò esse.

Mitvisier ha detto...

Queste foto non lasciano scampo: se non hai lo sguardo acceso, si vede. Non ci sono scuse.
Iggy Pop comunica anche vulnerabilità, Eastwood più profondità degli altri, che mi sembrano troppo occupati a nascondersi dietro un'espressione neutra. Impressione personale, questo è quello che leggo io. Ma in fondo è il bello di queste foto notevoli e di una tecnica collaudata uguale per tutti i soggetti.

p.s.: Cyber, non volermene per Paris ;-)

Maura ha detto...

Ritratti fuori del comune, senz'altro molto intensi, forse, proprio come dice NonuAspis, perché privi di espressione, o quasi.
Jack Nicholson fa venire i brividi, ma anche Eastwood mi piace molto.

LUIGI BICCO ha detto...

Stupende.

Non voglio dire cazzate, ma a me sembrava di ricordare che Boxdecoblog fosse un collettivo di fotografi. Tempo fa ci ero finito perchè c'erano le campagne pubblicitarie dei lego star wars.

Comunque, a vedere le sue cose, Schoeller sembra davvero un genio.

claudia ha detto...

stupendo iggy pop, commovente l'espressione persa e da vecchio-che-ne-ha-viste-di-tutti-i-colori del grandissimo Clint (sia lode a lui e a tutti i suoi flm, belli e brutti)

Dama Arwen ha detto...

Mi dà una sensazione strana... mi affascina da una parte, mi infastidisce dall'altra.

Come NA non amo nessuno dei due estremi (leccatura e ritocco estremi, né immagine tropo sporca).
Diciamo che usato nel modo giusto può essere interessante.

La Hilton è veramente un CESSO!

Laura ha detto...

Zuckerberg ha gli occhi di un colore incredibile, sembrano finti!

Angel-A ha detto...

Io li trovo fantafighissmi ^____^
Mi piace perché ribalta i VIP come altri non fanno.
Li fa sentire imbarazzati, imbarazzanti, un po’ più umani.
Bravo bravo bravo.

Uapa ha detto...

Clint Eastwood è sempre Clint Eastwood *.*
Sarà che nei suoi films l'ho visto sempre un po' uhm poco ritoccato per farlo sembrare più giovane-bello-liscio-lucido ^^
Luca, oggi in ufficio ha chiamato un tale che aveva la tua stessa voce e anche il modo di parlare era lo stesso! Se non mi avesse detto che era avvocato, l'avrei scambiato sul serio per te... Tu non ti spacci per avvocato, vero? '-'

CyberLuke ha detto...

@Uapa: avvocato no.
Per George Clooney, qualche volta. Finché sono al telefono, la truffa regge ancora. :d

Cynical Uma ha detto...

si, ma Zucchebergo fra due mostri sacri come Nicholson e Iggy Pop non si può guardare xD

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...