giovedì 1 dicembre 2011

[RECE] Real Steel

La faccio strabreve (ma stavolta davvero, mica come le altre volte): Real Steel è un divertente film per famiglie, che poteva tranquillamente uscire sotto Natale, pieno di buoni sentimenti, stereotipi del caso, che non spinge mai troppo sul pedale della cattiveria (o della violenza, o del sesso, se è per questo), che non ha altra pretesa se non intrattenere e divertire.
Vi avranno già detto tutti che è la versione robotica di Rocky con abbondanti spruzzate di Over the Top… ed è la migliore metafora possibile, in effetti.
Veramente ottimi gli effetti speciali, squisitamente inutile Evangeline Lilly, senza infamia e senza lode la colonna sonora, Hugh Jackman macho e loser quanto basta, ariano come da copione il ragazzino: c'è tutto, non gli manca niente per essere un successo.
Consigliato per una serata a impegno zero.

PS Volete invece passare un'ora con un racconto emozionante, ben scritto, intelligente e che vi lascerà con l'amaro in bocca? Recuperate da qualche parte Acciaio, il racconto di Richard Matheson del 1956 da cui Real Steel prende lo spunto iniziale (per poi imboccare decisamente la strada hollywoodiana e zuccherosa di cui sopra e diventare tutt'altra cosa). E capirete perché Matheson si trova nell'olimpo dei migliori scrittori di fantascienza di tutti i tempi.


Che fa, Hugh Jackman, se la toglie la canottiera in Real Steel? Ceeeeerto che sì. Con buona pace di tutte le ragazze che hanno accompagnato i loro fidanzati nerd a vedere un film di robottoni che si menano.


Non lasciatevi ingannare. Anche se sporco e unto d'olio di macchina, il ragazzino di Real Steel è biondo, bello e occhiazzurrimunito come Hollywwod impone. Penso seriamente che vengano clonati in apposite vasche.

Il personaggio femminile, nel racconto di Matheson, non c'era. Ma questa è Hollywood, signori, e la bella tipetta ci vuole per forza. Che poi, a me, la Lilly non mi ha mai detto niente, fin dalla prima puntata di Lost, ma vabbé, questo è un problema mio.


E i robottoni, i robottoni, come sono? Fighi. Molto fighi. Davvero. Visivamente funzionano cento volte meglio dei Transformers e si muovono persino meglio. Se siete nerdoni che badano solo a queste cose, Real Steel non vi deluderà di certo.

10 commenti:

Glauco Silvestri ha detto...

Io mi son divertito parecchio. Il mecha design è convincente, così come gli effetti speciali.
Tutto ciò mi è bastato per affossare Tetsujin 28, visto subito dopo... molto più serio come trama, ma con una CGI amatoriale.

La firma cangiante ha detto...

In effetti per una serata easy non sembra malaccio.

Anche leggere Matheson non mi dispiacerebbe, non ho mai letto nulla. Hai/avete qualche consiglio per quel che riguarda i suoi romanzi?

gian_74 ha detto...

Stavo per fare un commento cattivo sui tuoi gusti femminili, ma mi sono fermato appena in tempo. Ahahah, scherzo. ;)

La firma cangiante ha detto...

In effetti come non dar ragione a Gian. Basta guardare il viso della Lilly e quello della ragazza del tuo post intitolato, non a caso direi, Sempre peggio :)

CyberLuke ha detto...

Ma che vi dice la Lilly? :D
Non si è manco rifatta niente.

elgraeco ha detto...

Sto in arretrato, neanche lo conoscevo 'sto film. O_o
Immancabile! :)

Marco ha detto...

Il Racconto Acciaio al quale si è ispirato il film è possibile trovarlo nel libro le meraviglie del possibile, una raccolta di storie di fantascienza. Mentre se vuoi c' pure io sono leggenda che dopo il film è stato ripubblicato in libreria, libro che ho letto e consiglio vivamente, molto più bello del film.

LUIGI BICCO ha detto...

Eccallà! Sentivo un odorino di rancido a proposito di questo film. Sarebbe da preferire un vecchio episodio di Futurama che si rifaceva a quel racconto di Matheson :)

E a proposito di Matheson, quando finiranno di saccheggiare a piene mani i suoi racconti? Credo sia lo scrittore vivente con più film ispirati alle sue opere in assoluto.

P.S.: Se a qualcuno interessa, in edicola, sull'ultimo Urania, c'è un libro tributo a Matheson dove altri scrittore (tra i quali Stephen King) continuano idealmente alcuni dei suoi racconti più celebri:

www.fantascienza.com/magazine/notizie/15800/tributo-a-richard-matheson

Alex McNab Girola ha detto...

Io lo vedrei solo per Evangeline, che adoro! Ma a questo punto mi cerco le foto in Rete. Questo film non m'ispira per niente.

Licia ha detto...

A parte che come sempre noi divergiamo e per la Lilly diventerei gay in 4 minuti...grazie per la chicca sulla canottiera, visto che non sono gay mi interessa parecchio il sig. Jackman e vedrò il film fingendo che sia per fare contenti i nani! ;-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...