venerdì 13 gennaio 2012

Vabbè, io non ci credo che cose come questa capitino per caso. Voi sì?


Giusto questo lunedì Acer ha presentato il proprio servizio cloud.
Che, una volta di più, non è un'idea nuovissima e nemmeno di Apple, ma, una volta di più, se Apple la sviluppa poi tutti dietro.
E ci può anche stare, ci mancherebbe.
Ma... caro grafico di Acer, incaricato di creare una slide per mostrare i servizi offerti da AcerCloud che andrà a finire nei comunicati stampa ufficiali e, di riflesso, su Internet e quindi in ogni dove...
...quel giorno dovevi andare proprio di fretta, eh?

11 commenti:

Ettone ha detto...

Fretta a parte, non escludo che la cosa sia stata voluta al 100%.

Sono quasi pronto a scommettere che il grafico, da vero grafico e creativo quale è, avrà proposto qualcosa di diverso e innovativo, ma qualcuno, da lassù, nella sala comando della tal azienda, gli abbia imposto di copiare l'idea dell'azienda leader al momento per sfruttare anche quella poca attenzione che può derivare dal richiamo visivo.

Capita in tantissime grandi aziende; capita con i loro prodotti (copiati e ricopiati) e capita da sempre nella grafica, nei pack. Ma anche nella musica, etc...

E' la morte della creatività da un punto di vista estetico, soprattutto quando si parla di copia nuda e cruda come in questo caso.

Quando invece copiare diventa uno spunto per migliorare o per porre le basi per poi cambiare allora ben venga...

laFra ha detto...

scusate il cadere su (banali) luoghi comuni: ma e' stata sviluppata in Cina? :p

Dama Arwen ha detto...

Ahahahaha!
Magari gli hanno chiesto id farlo in un'ora... ^^""
non mi stupirebbe!

CyberLuke ha detto...

Sì, Etto, ho capito.
Ma è la morte anche del pudore, oltre che della creatività.
E, pure se fosse stato un cinese a cui gli è stato chiesto di sviluppare la slide in un'ora, ci sarebbe stato comunque il modo di inventarsi qualcos'altro.
Eccheccazzo.

La firma cangiante ha detto...

In effetti è abbastanza da senza vergogna.

LMC ha detto...

Se fosse stato fatto deliberatamente?

Il servizio cloud di acer non se lo filerebbe nessuno. Invece quella slide ha gia' fatto un paio di giri del pianeta.

LUIGI BICCO ha detto...

Io credo che al povero grafico, o a chi per esso, sia stato espressamente chiesto di riprendere la grafica della slide di Apple.

Che anche quella, a voler spenderci qualche cosina in più, poteva venire anche meglio, eh.

Ormai è una corsa alla copia del prodotto che vende di più. Più copi, più ti avvicini alla possibilità che qualcuno confonda questo con quello? Boh.

Siam pazzi :)

zaXon ha detto...

Io la butto lì... e se fosse voluta la cosa? Volete mettere la visibilità nel copiare lo slide apple sapendo poi che tutti i macfans lo faranno notare fino allo sfinimento.
IDEONA, ecco la nuova tendenza: "copiare la grafica di una marca famosa fa diventare famosa anche quella sconosciuta" tanto poi si da la colpa sempre ai grafici ;-)
PS: lo so asus non è sconosciuta..

CyberLuke ha detto...

Le vostre ultime ipotesi sono così terrificanti da essere verosimili.

Ettone ha detto...

Beh, alla fine è ciò che dico... Conosco aziende molto grandi che per la grafica dei loro pack agiscono esattamente con questo principio...

C'è però un ragionamento filosofico da farci attorno...

Ovvero. Condivido con Cyber il fatto che anche nel copiare spudoratamente si possa fare di meglio. Ad esempio in questo caso avrebbero potuto scegliere un font diverso... ma...

...ma spesso succede che nelle grandi aziende non sia chi progetta l'idea grafica a decidere come dovrà venire e così, modifica qui e modifica lì, ecco venir fuori un obbrobrio...

Personalmente ed eticamente parlando cerco sempre di dare e fare il meglio di quel che posso anche quando il cliente paga poco, fa fare tante modifiche di testa sua, etc. poiché ritengo che il prodotto finale rappresenti anche me e quindi poco gliene importa al pubblico che giudica se io ho fatto il lavoro con lo scazzo o con il nervoso...

ma va sottolineato che spesso questa logica è fuori dal controllo del grafico o dell'AD e quindi alla fine o porti a casa il lavoro o mandi tutti a quel paese e fai altro... Dove per altro intendo un'altra professione.

E' triste constatarlo e cercherò sempre di andare contro a queste logiche, ma a volte occorre scendere a compromessi e chiudere un occhio, perché altrimenti un occhio lo chiudi perché non mangi più...

pace e bene fratelli.
amen

Yeeshaval ha detto...

Alla fine, si attacca l'asino dove vuole il padrone: qualcuno in Acer avrà esplicitamente richiesto qualcosa di "Apple-likely", ed ecco fatto.
Forse.